calcio.sportrentino.it
SporTrentino.it
Giovanile

Torneo delle Regioni, ad aprile l'edizione numero 59 in Piemonte

Il Torneo delle Regioni celebra “il cuore del calcio” con le categorie Under 19, Under 17, Under 15 e Femminile riunite in un unico grande evento che andrà in scena in Piemonte dal 21 al 27 aprile. Dopo quattro anni di attesa tutti i Comitati Regionali della Lega Nazionale Dilettanti si ritroveranno insieme per vivere un momento di confronto e di condivisione in occasione di una kermesse che dal 1959 ha cambiato formula e introdotto nuove categorie mantenendo intatto il fascino di sempre.

Il Piemonte Valle D’Aosta, ora presieduto da Mauro Foschia, nel 2010 ha ospitato l’ultima volta il Torneo dedicato al calcio a undici, quando il Torneo è stato diviso in due eventi, uno riservato al calcio e l’altro al futsal, con le due categorie più giovani che sono confluite nella kermesse principale. L’ultimo coinvolgimento del Piemonte Valle D’Aosta nell’organizzazione del Torneo è più recente e riguarda il calcio a cinque, nel 2016, un altro snodo storico. Dopo cinque anni di accorpamento la competizione tornò al doppio evento ed il Piemonte Valle D’Aosta organizzò la manifestazione dedicata al calcio a 5 con tutte e quattro le categorie riunite in un unico concentramento. Il Comitato Regionale Piemonte Valle d’Aosta quindi per la terza volta negli ultimi tredici anni organizza il Torneo delle Regioni e lo fa in grande stile grazie ad una professionalità e una passione unici. La competizione non sarà solo una kermesse sportiva ma rappresenterà un momento ideale per promuovere le eccellenze del territorio.

Il Torneo delle Regioni ha aperto i battenti con la conferenza stampa di presentazione svoltasi questa mattina alle 11 nella “Sala Trasparenza” della Regione Piemonte che ha patrocinato l’evento. Hanno partecipato il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Giancarlo Abete, il Vice Presidente Vicario Christian Mossino, il numero uno del Cr Piemonte VdA Mauro Foschia, l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Fabrizio Ricca, l’Assessore allo Sport, Grandi Eventi e Turismo della Città di Torino Domenico Carretta e il Presidente del Coni Piemonte Stefano Mossino.

Il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Giancarlo Abete ha posto l’accento sull’importanza del Torneo delle Regioni nell’universo della Lega Nazionale Dilettanti: “Il Torneo delle Regioni è un evento centrale della LND, finalmente torna dopo 4 anni. E’ una competizione che rappresenta al meglio tutte le componenti del nostro mondo. Gli atleti che partecipano possono ritrovarsi insieme per confrontarsi e crescere sportivamente e umanamente. Ma il TDR non è solo questo, perché unendo turismo, cultura e sport è anche un valore aggiunto per il territorio che lo ospita e per tutto il paese. Siamo felici di supportare il Comitato Regionale Piemonte Valle d’Aosta nell’organizzazione di un evento di tale portata”.

A fare gli onori di casa è stato Fabrizio Ricca, l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte che ha portato il saluto del Presidente Alberto Cirio, che non ha potuto essere presente: “Sono particolarmente orgoglioso di ospitare in Piemonte, per la prima volta, il Torneo delle Regioni, giunto alla 59ª edizione: già questo è un risultato straordinario, ottenuto insieme al Comitato Regionale della Lega Nazionale Dilettanti. Le selezioni giovanili, maschili e femminili, dei campionati dilettantistici di tutte le regioni italiane si ritroveranno in Piemonte per una settimana in occasione di una manifestazione calcistica che coinvolgerà tutte le nostre province, nessuna esclusa. Oltre allo sport, in cui crediamo come uno dei fattori fondamentali di crescita per i nostri ragazzi, esiste anche una componente strategica. Le manifestazioni sportive sono nuova industria per la nostra regione”.

Anche l’Assessore Ricca ha posto l’accento sull’importanza per la Regione Piemonte di ospitare eventi sportivi di prestigio come il Torneo delle Regioni, che possono essere un volano anche per l’economia del territorio: “Come Regione Piemonte siamo fieri di ospitare e di aver contribuito a far giungere sul nostro territorio un evento calcistico di tale importanza. Lo sport sta diventando un vero e proprio motore di crescita per la nostra economia. Non è un’ impressione personale ma un dato che ci è stato confermato da tutte le ricerche sulle ricadute economiche dello sport che abbiamo commissionato. Dobbiamo proseguire in questa direzione”.

Ha quindi preso la parola il Presidente del Comitato Regionale Piemonte Valle d’Aosta Mauro Foschia: “Innanzitutto desidero ringraziare per il grande e indispensabile sostegno ricevuto dalle istituzioni. È un grande onore, oltre che una notevole responsabilità, organizzare il più importante evento nazionale dedicato al calcio dilettantistico. Siamo innanzitutto soddisfatti di aver coinvolto ben sei province del territorio piemontese: Alessandria, Cuneo, Novara, Torino, Verbania e Vercelli, con quest’ultima che ospiterà le finali nella prestigiosa cornice dello stadio Silvio Piola. Il lavoro che stiamo compiendo ci ha permesso di riportare al centro del palcoscenico nazionale il Piemonte e Valle d’Aosta, attraverso la valorizzazione non solo dell’aspetto sportivo-agonistico, ma anche di quello organizzativo, progettuale e sociale. Questa manifestazione è una grande opportunità per il territorio, il movimento e soprattutto per gli atleti partecipanti, che potranno godere di un’importante vetrina di fronte agli appassionati e ai tanti operatori del settore che assisteranno alle gare”.

Un breve saluto è arrivato dal Vice Presidente nazionale Vicario Lega Nazionale Dilettanti, nonché ex Presidente regionale, Christian Mossino: “Mi unisco al Presidente Abete nel sottolineare che questo Torneo delle Regioni non è solo un evento sportivo. È il primo dopo la pandemia, un segnale forte da parte della Lega Nazionale Dilettanti che continua a perseguire obiettivi non solo sportivi, ma anche sociali”.

Per la Città di Torino è intervenuto l’Assessore allo Sport, Grandi Eventi e Turismo Domenico Carretta: “Sono lieto di esprimere, a nome mio e dell’intera Amministrazione Comunale, il più sincero apprezzamento per la straordinaria occasione che il Torneo delle Regioni, che torna in Piemonte dopo ben tredici anni per il calcio a undici, offrirà alla Città, che si impegna a fornire ogni possibile collaborazione con la LND per la riuscita dell’evento. Un evento che sarà, con l’impegno di tutti, sicuramente eccellente e coinvolgente. L’altissimo numero di atleti, componenti dirigenziali e tecniche insieme alle delegazioni rendono bene l’idea dell’elevato spessore agonistico ed organizzativo del Torneo, cui non mancherà in ogni fase il supporto dell'Assessorato allo Sport e la sicura e massiccia partecipazione dei tanti appassionati torinesi”.

Infine anche il Presidente regionale del Coni, Stefano Mossino, ha lanciato il suo augurio di buona riuscita alla manifestazione: “Un evento come il Torneo delle Regioni è essenziale per il movimento sportivo nel suo complesso. Dopo tante difficoltà abbiamo l’opportunità di far capire che lo sport è educazione, sviluppo e rilancio”.

I numeri

Sarà un torneo imponente che coinvolgerà oltre 1900 persone contando atleti, dirigenti, tecnici e arbitri. In corsa per i quattro trofei in Piemonte Valle D’Aosta ci saranno 78 Rappresentative, una in più dell’edizione 2019. Un segnale positivo che conferma la ripartenza vivace della LND dopo la pandemia. Questi i numeri impressionanti che solo il Torneo delle Regioni può sfoggiare. Le gare in programma sono 142 e saranno giocate su dodici campi in sei province del Piemonte VdA: Alessandria (Casale Monferrato), Cuneo (Centallo, Cuneo e Mondovì), Novara (Granozzo con Monticello), Torino (Cantalupa, Vinovo, Volpiano e Pianezza), Verbania-Cusio-Ossola (Domodossola e Baveno) e Vercelli (Vercelli). Per tutte le gare del Torneo, fase eliminatoria compresa, sarà presente la terna arbitrale.

Il calendario

Prima Fase (gironi)
21 aprile – 1ªgiornata
22 aprile – 2ª giornata
23 aprile – 3ª giornata

Orario gare prima fase: 9.30 Under 15; ore 11.00 Under 17; ore 14.30 Under 19; ore 16.30 femminile

24 aprile – riposo

Seconda Fase
25 aprile – quarti di finale
26 aprile – semifinali
27 aprile – finali

Maggiori info sul sito web ufficiale della manifestazione torneodelleregioni.lnd.it.

Come seguire l'evento

Il 59° Torneo delle Regioni calcio a 11 punta a un target di pubblico più giovane e ampio possibile online e offline grazie alla collaborazione tra Lega Nazionale Dilettanti e vari organi di informazione regionali. Dirette streaming, piattaforme digitali, social media, foto, mezzi d’informazione online e carta stampata sono gli strumenti che renderanno l’evento un’esperienza immersiva da vivere grazie al coinvolgimento e alla partecipazione della fan base.

Tutte le sfide del Torneo delle Regioni potranno essere guardate in diretta streaming. Le 28 gare della fase finale saranno infatti coperte con telecronaca, dai quarti di finale in avanti, grazie alla collaborazione con la testata Ideawebtv. Le 114 partite della fase eliminatoria saranno invece trasmesse, senza commento, grazie all’accordo raggiunto con Pixellot.

Tutti i risultati, i tabellini, le classifiche aggiornate, le curiosità e gli approfondimenti saranno disponibili sul sito web ufficiale della manifestazione torneodelleregioni.lnd.it e riprese ogni giorno da un’intera pagina di approfondimento sul quotidiano nazionale Tuttosport.

L’informazione puntuale ed in tempo reale per coinvolgere il territorio, gli appassionati e gli operatori sarà amplificata su tutti i social media del Comitato Regionale Piemonte Valle d’Aosta Figc-Lnd, grazie alla presenza capillare su tutti i campi in ogni giornata del Torneo, in collaborazione con il settimanale Sprint e Sport.

Ogni sera sarà inoltre realizzata una trasmissione televisiva, in formato tg, dove verranno raccontati e ripresi tutti gli argomenti della giornata.

I social media della Lega Nazionale Dilettanti consentiranno ai protagonisti ed agli appassionati d’interagire, condividere e partecipare. Facebook, Instagram e Twitter saranno sommersi da foto, clip emozionali, challenge/sfide social tra Rappresentative, giocate più belle, gol spettacolari e parate straordinarie.

La comunicazione tradizionale darà prestigio al Torneo coinvolgendo soprattutto il territorio, grazie a Corriere dello Sport e Tuttosport, che seguiranno l’evento a livello nazionale.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,328 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip