calcio.sportrentino.it
SporTrentino.it
Serie C

Il Trento torna al Briamasco per affrontare la Giana Erminio

Dopo aver disputato le sfide interne di campionato (contro la Pro Patria) e Coppa Italia (contro il Seregno) al Lino Turina di Salò, il Trento torna allo stadio Briamasco. Arrivato l’ok da parte della Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi, la compagine gialloblù potrà esordire davanti al proprio pubblico nella sfida contro i lombardi della Giana Erminio, valevole per la quarta giornata d’andata del girone A di serie C.
Sino a questo momento la formazione di mister Carmine Parlato ha raccolto 4 punti per effetto di 1 vittoria (contro la Pro Patria), 1 pareggio (contro il Piacenza) e 1 sconfitta (contro il Südtirol), gli stessi della Giana Erminio, che ha vinto contro la Pro Sesto, pareggiato contro il Mantova e perso contro il Lecco.
Lo score complessivo dei gialloblù recita 3 reti fatte (2 Pattarello, 1 Barbuti) e subite, mentre la Giana Erminio ha segnato 2 reti, incassandone altrettante.
Mister Parlato non potrà disporre del centrocampista Bigica e ha convocato 24 giocatori.
A dirigere Trento - Giana Erminio sarà Andrea Ancora, appartenente alla sezione di Roma 1, alla sua seconda stagione C, con 13 gare dirette al proprio attivo tra campionato e Coppa Italia e 12 tra campionato e Coppa Italia “Primavera”.
Gli assistenti saranno Lorenzo D’Ilario e Andrea Zezza, appartenenti rispettivamente alle sezioni di Tivoli e Ostia Lido con Matteo Mozzo della sezione di Padova nelle vesti di Quarto Ufficiale.

Gli avversari

Fondata nel 1909 come Unione Sportiva Curte Argentia, poi rinominata nel 1931 Unione Sportiva Gorgonzola, nel 1932 adottò la denominazione di G.S. Erminio Giana, per ricordare il giovane omonimo alpino gorgonzolese, caduto durante la Prima Guerra Mondiale. Il nome della società venne poi cambiato in Giana Erminio e il sodalizio lombardo militò per decenni nei campionati provinciali lombardi.
Nel 1985 l’attuale presidente Oreste Bamonte rilevò la proprietà e, a partire dalla stagione 2011-2021, la Giana scalò rapidamente le categoria, passando, nel giro di un triennio, dalla Promozione alla serie C, categoria che ha sempre mantenuto da allora (complice un ripescaggio) per un totale otto stagioni consecutive tra i “pro”.
Gli elementi di spicco dell’organico affidato per il secondo anno di fila ad Oscar Brevi (ex allenatore di Como, Cremonese, Catanzaro, Spal, Torres, Rimini, Padova, Fano, Renate e Olbia) sono il portiere Alessandro Zanellati (scuola Toro, ex Rezzato e Gubbio), il difensore Simone Bonalumi (ottava stagione in serie C, 7 con la Giana e 1 con l’Arzignano), il centrocampista Daniele Pinto (decima stagione con la Giana, otto delle quali trascorse in serie C) e l’attaccante Fabio Perna, anch’egli alla decina stagione con il sodalizio di Gorgonzola, con cui ha disputato 219 partite e realizzato 55 reti in serie C.

I convocati
Portieri: Cazzaro (1999); Chiesa (2000).
Difensori: Carini (1990); Dionisi (1985); Galazzini (2000); Oddi (2002); Raggio (2001); Seno (2000); Simonti (2000); Trainotti (1993).
Centrocampisti: Bonomi (2003); Caporali (1994); Izzillo (1994); Nunes (1994); Osuji (1990); Ruffo Luci (2001); Scorza (2000);
Attaccanti: Barbuti (1992); Belcastro (1991); Chinellato (1991); Ferrara (1993); Pasquato (1989); Pattarello (1999); Vianni (2001).

fonte Ac Trento
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip