calcio.sportrentino.it
SporTrentino.it
Serie C

Il Pordenone interrompe la bella striscia del Trento

Dopo nove risultati utili consecutivi, 6 vittorie e 3 pareggi, s’interrompe la striscia di risultati utili consecutivi del Trento, superato per 2-0 dal Pordenone nell’impegno valevole per la 28ª giornata. I gialloblù lottano, vanno vicini al gol in due circostanze, poi subiscono la prima rete friulana di Candellone e, ad inizio ripresa, gli ospiti raddoppiano, controllando poi il match sino alla fine.
Domenica prossima (calcio d’inizio alle ore 14.30) si viaggia alla volta dell’Emilia Romagna per affrontare il Piacenza.

La cronaca

Mister Tedino si affida all’ormai collaudato “4-3-1-2” con Marchegiani a protezione dei pali e quartetto difensivo formato da Vitturini e Fabbri sulle corsie esterne con Barison e Garcia Tena al centro. In mezzo al campo Suciu agisce da playmaker con Ballarini e Damian interni e Pasquato a completare il rombo in posizione di trequartista, alle spalle del tandem composto da Petrovic e Attys.

Il Trento inizia con buon piglio: Attys viene fermato al limite dell’area in raddoppio e poi il destro dalla lunghissima distanza di Barison non inquadra lo specchio della porta. Botta e risposta al quarto d’ora: prima il destro di Ballarini viene respito da un difensore, poi Marchegiani blocca la conclusione da fuori area di Zammarini. Al minuto 22 aquilotti vicinissimi al vantaggio: ripartenza in campo aperto con Petrovic che “spizza” per Attys, bravo ad accentrarsi e calciare a giro sul secondo palo con ottima risposta in tuffo di Martinez. La difesa anticipa poi Pasquato, che si stava avventando sulla sfera per il tap in. Sugli sviluppi del successivo corner il Trento va ancora ad un soffio dal punto dell’uno a zero: traversone mancino di Pasquato e perfetto stacco aereo di Petrovic, che anticipa l’uscita di Martinez con la sfera che termina di pochissimo oltre la traversa. Il ritmo è elevato e, sul cambio di fronte, è il Pordenone a farsi vedere con l’azione personale di Piscopo che si libera bene e poi conclude alto di poco dai sedici metri. Al 34’ il risultato si sblocca e i neroverdi ospiti passano a condurre: contropiede friulano con la sfera che arriva a Candellone che calcia in diagonale, il pallone assume un rimbalzo irregolare e inganna Marchegiani, concludendo la propria corsa prima sull’interno del palo e poi in fondo al sacco. La reazione gialloblù è immediata con un altro colpo di testa di Petrovic, ben servito da Vitturini, e palla ancora alta di non molto.
Nel primo tempo non succede più nulla e, ad inizio ripresa, mister Tedino manda subito in campo Sipos e Garofalo al posto rispettivamente di Ballarini e Damian, arrentrando il raggio d’azione di Attys.

Garofalo cerca l’incrocio, senza fortuna, da fuori area (50’), ma al 53’ arriva il raddoppio ospite con Piscopo che conduce palla centralmente e poi serve Dubickas, bravo ad incrociare il rasoterra e spedirlo a fil di palo. Entrano anche Sangalli per Suciu e Terrani per Petrovic, poi è la volta di Simonti per Fabbri. Il Trento reclama un rigore per un contatto dubbio in area ospite tra Terrani e un difensore, ma il direttore di gara lascia proseguire e l’ultimo sussulto è di marca pordenonense con Deli che sfiora il palo con un tiro dal limite dell’area.
Il Pordenone s’impone per 2 a 0 e per i gialloblù è già il momento di pensare alla sfida di domenica prossima (calcio d’inizio alle ore 14.30) in trasferta contro il Piacenza.

Il tabellino

TRENTO - PORDENONE 0-2 (0-1)
TRENTO (4-3-1-2): Marchegiani; Vitturini, Barison, Garcia Tena, Fabbri (28’st Simonti); Ballarini (1’st Garofalo), Suciu (16’st Sangalli), Damian (1’st Sipos); Pasquato; Petrovic (26’st Terrani), Attys.
A disposizione: Tommasi, Desplanches, Trainotti, Ferri, Galazzini, Semprini, Di Cosmo.
Allenatore: Bruno Tedino.
PORDENONE (4-3-1-2): Martinez; Bruscagin, Pirrello, Negro, Ingrosso (20’st Pinato); Torrasi (40’st Gucher), Burrai, Zammarini; Piscopo (33’st Deli); Dubickas (33’st Palombi), Candellone (40’st Edera).
A disposizione: Festa, Giust, Magnaghi, Maset, La Rosa, Biscontin.
Allenatore: Domenico Di Carlo.
ARBITRO: Bonacina di Bergamo (Assistenti: Piedipalumbo di Torre Annunziata e Cerilli di Latina. IV Ufficiale: Cevenini di Siena).
RETI: 34’pt Candellone (P), 8’st Dubickas (P).
NOTE: spettatori 1.150. Campo in cattive condizioni. Pomeriggio tiepido. Ammoniti Ballarini (T), Piscopo (P) per gioco falloso. Calci d’angolo 5 a 4 per il Trento. Recupero 0’ + 4’.

fonte Ac Trento
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,297 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip