Hombre del partido
venerdì 13 ottobre 2017
CALCIO
Rovereto e Sacco San Giorgio, un duello appassionante

Dopo cinque giornate il girone B di Prima Categoria recita: Ledrense 15 punti, Rovereto 13, Stivo 12 e Sacco San Giorgio 11 nelle prime quattro posizioni. Il sesto turno è quello del big match, quello tra Rovereto e Sacco San Giorgio (ore 15:30 al Quercia), con le due squadre che si sono rafforzate maggiormente in estate per il salto di categoria. Le neopromosse zebrette di Giuliano Giovanazzi, in estate, hanno lavorato bene sul mercato aggiudicandosi un tridente atomico come Marinaro, Dacroce e Tranquillini, e riportato a centrocampo Pedrai e Campolongo, oltre ad altri giocatori di valore nel reparto arretrato. Marcato ricco di "botti" per i lagarini del Sacco, secondi nella stagione scorsa, con parecchi elementi d'esperienza e di categoria superiore. Deromedi, Delpero, Scudiero (che si è infortunato), Colpo e Garniga solo per citarne alcuni. La partita di domenica si appresta ad essere interessante e di grandissimo livello. La parola ai due allenatori.

1. Com'è il livello del girone B?
2. La Ledrense è partita molto forte, con 5 vittorie su 5 gare, e nemmeno la Stivo è rimasta a guardare. Rovereto e Sacco, annunciate come le favorite, dovranno guardare pure a loro?
3. Il match di domenica è sicuramente importante. Può già tagliare fuori dalla corsa al vertice una delle due?
4. Chi vincerà il campionato?
5. Cosa è andato e cosa no fino ad ora al suo team?


GIULIANO GIOVANAZZI (Allenatore ROVERETO)


1. «È un buon livello, con delle buone squadre. Fino ad ora il campionato è equilibrato. Ogni partita che abbiamo giocato fino ad ora è stata una "battaglia". Ci sono tre o quattro squadre che prenderanno probabilmente il largo alla lunga, ma tutte le altre sono buone squadre che possono dar fastidio a tutti».
2. «Sulla carta tutti dicevano Rovereto e Sacco San Giorgio, ma le sorprese ci sono ogni amo. La Ledrense potrebbe essere una bella sorpresa di questa stagione. Sorpresa fino a un certo punto perché è una squadra giovane che corre molto e che è allenata bene».
3. «No, credo proprio di no, perché a metà ottobre non può essere decisiva. Sicuramente la gara è importante e non bisogna perdere terreno nemmeno dalla Ledrense che è ancora a punteggio pieno».
4. «Penso e spero noi (dice ridendo, ndr)».
5. «Non è andato che siamo subito usciti dalla coppa. Per il valore dell'organico ci stava andare avanti in coppe. Per il resto molte cose sono positive: la classifica è buona e siamo in linea con le aspettative. Abbiamo giocato quattro partite in trasferta su cinque fino adesso e le abbiamo vinte tutte».

ENNIO FLORIANI (Allenatore SACCO SAN GIORGIO)


1. «Un girone sicuramente impegnativo e stimolante con squadre dal buon organico. Anche chi non lotta per il vertice ha una squadra insidiosa e compatta».
2. «Da qui a fine maggio ci sono tantissime variabili. Non bado tanto alla classifica nelle prime giornate, bensì alla voglia e al lavoro dei giocatori. Detto questo complimenti anche a Ledrense e Stivo che hanno davvero iniziato molto bene».
3. «Perdere non fa mai bene al morale, indipendentemente dalla gara. Alla sesta giornata nessuna partita è mai decisiva. Sarà sicuramente una gara importante e bella da giocare ma che mette in palio solo i tre punti, come tutte le altre».
4. «Ci sono delle squadre di vertice che lotteranno fino alla fine per primeggiare, ci vorrebbe una sfera di cristallo per dire chi vincerà. Sulla partita direi "di pancia" Sacco. Per i miei giocatori che si stanno impegnando e lavorando sodo».
5. «Sono solitamente ottimista e vedo il bicchiere mezzo pieno. I ragazzi si sono comportati in maniera estremamente professionale. Tutti con una gran voglia di vincere e farcela. Se devo dire un gran rammarico l'infortunio di Scudiero su tutti. Gran giocatore e gran persona».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri