Serie C
mercoledì 4 ottobre 2017
CALCIO
Il Südtirol respira, battuto 3-1 il fanalino di coda Modena

Dopo cinque partite di astinenza e due sconfitte consecutive, il Südtirol ritrova la vittoria nel turno infrasettimanale, superando agevolmente per 3-1 il Modena sotto i riflettori del Druso con gol di Costantino nel primo tempo e doppietta di Tait nella ripresa, col terzino destro di Salorno autore di un gol, il secondo, da “standing ovation”.

La cronaca


Contro il Modena mister Zanetti non può disporre dell'infortunato Broh e apporta diversi cambiamenti a quello che – sino alla sconfitta a Gubbio – è stato l'undici base. Il modulo torna ad essere il “3-5-2”. In difesa rientra Vinetot ma viene confermato Baldan, con Frascatore utilizzato come terzino sinistro, a centrocampo cabina di regia affidata a Bertoni con Smith e Fink ai suoi lati, in attacco spazio al tandem Costantino-Gyasi.
Inizio di match energico e volitivo del Modena, che opera il primo affondo dopo nemmeno due minuti di gioco Calapai dalla destra calibra un cross per la battuta al volo di Capellini diretta in porta, ma Vinetot fa “muro” col corpo.
Ma un minuto più tardi Gyasi si fa largo centralmente per poi servire sulla destra Smith, che salta il diretto avversario e crossa nell'area piccola per il colpo di testa di Costantino, che firma l'1-0 biancorosso e la sua seconda rete in campionato.
Il Südtirol insiste e va vicino al raddoppio all'8', quando Tait effettua un cross radente sul primo palo per Gyasi, che non trova l'impatto col pallone nel contrasto con Solini, e così l'azione sfuma.
La squadra di Zanetti continua a “fare” la partita, mantenendo il pallino del gioco, e al 17' Frascatore, dalla fascia sinistra, aziona Gyasi che imbuca un gran pallone in area per Fink, il quale rientra sul destro e calcia, colpendo un clamoroso palo, poi Smith cerca di ribadire in gol, ma il suo tiro dal limite dell'area – deviato da Aldrovandi – si spegne di poco sul fondo.
Il Modena fatica a fare breccia nella trequarti altoatesina, i biancorossi invece sono sempre pericolosi quando si distendono in avanti, e alla mezz'ora la percussione centrale di Tait viene fermata fallosamente ai 25 metri da Badjie che cagiona un calcio di punizione, battuto da Frascatore con un sinistro arcuato che termina di poco a lato.
Tre minuti più tardi brivido per la formazione di Zanetti, perché - su una disattenzione difensiva e una mancata chiusura di Bertoni – Galuppini va al tiro dai 20 metri, costringendo Offredi a distendersi in tuffo e a respingere il pallone lateralmente, dove è però appostato Sosa che da dentro l'area e a porta spalancata calcia incredibilmente alto.
Si riparte con il Modena che effettua tre cambi prima del fischio d'inizio della ripresa, inserendo Giorno per Badje, Louzada per Capellini e Ambrosini per Solini.
Ma il Modena non fa tempo a riorganizzarsi che la squadra di Zanetti raddoppia: galoppata sulla sinistra e cross a centro area di Frascatore per Gyasi che non controlla, col pallone che schizza sul secondo palo, dove Tait in scivolata lo deposita in rete, firmando il 2-0 e la sua prima rete in campionato.
Al 13' c'è lavoro per Offredi su schema di punizione battuta a “cucchiaio” da Remedi che libera Giorno a tu per tu col portiere biancorosso, bravissimo a respingere di piedi la conclusione ravvicinata.
Prova un altro schema su punizione il Modena al 22', ma rischia di suicidarsi perché Tait intercetta il tocco corto di Carraro e si lancia a campo aperto in un “tre contro uno”, per poi servire Gyasi il quale a sua volta libera Costantino in area, ma l'attaccante abruzzese calcia sul fondo.
Rimedia un minuto più tardi Tait, che si sposta il pallone sul sinistro e lo insacca all'incrocio dei pali sul secondo palo. Gol bellissimo e 3-0.
Alla mezz'ora il Modena accorcia le distanze con punizione-cross di Giorno per il colpo di testa di Momentè che aggiorna il punteggio sul 3-1.
Poi biancorossi vicini al poker al 37' su triangolo in area Cia-Gyasi-Cia e tocco di quest'ultimo in “estirada” che finisce fra le braccia di Manfredini.
Ma può bastare anche così, perché finisce 3-1 per il Südtirol, che ritrova la vittoria dopo due sconfitte di fila, rimpinguando la classifica e rivitalizzando il morale.

Il tabellino


FC SÜDTIROL – MODENA 3-1 (1-0)
FC SÜDTIROL (3-5-2): Offredi; Vinetot, Sgarbi, Baldan; Tait, Smith (89. Berardi), Bertoni (61. Berardocco), Fink (61. Cia), Frascatore (71. Zanchi); Costantino, Gyasi (71. Heatley Flores)
In panchina: D'Egidio, Cess, Boccalari, Oneto, Gatto, Erlic, Roma
Allenatore: Paolo Zanetti
MODENA (3-5-2): Manfredini; Sosa, Aldrovandi, Solini (46. Solini); Calapai, Remedi, Carraro (72. Momentè), Badjie (46. Giorno), Capellini (46. Louzada); Maritato (72. Persano), Galuppini
In panchina: Chiriac, Castagna, Arcaleni Zito, Garofalo
Allenatore: Ezio Capuano
ARBITRO: Valerio Maranesi di Ciampino (Bertelli-Poentini)
RETI: 3. Costantino (1-0), 51. Tait (2-0), 68. Tait (3-0), 75. Momentè (3-1)
NOTE: partita giocata a riflettori accesi, in un tardo pomeriggio fresco ma non freddo. Ammoniti: Ambrosini (M), Gyasi (FCS), Galuppini (M), Berardocco (FCS)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri