Serie D
domenica 10 settembre 2017
CALCIO
Il Caravaggio espugna il Briamasco con rete di Granillo
fonte: Ac Trento

La rete di Granillo al 56' condanna il Trento alla seconda sconfitta in campionato, con il Caravaggio che espugna il campo di via Sanseverino con il minimo scarto. Il risultato non rende merito alla prestazione fornita dalla squadra di Roberto Vecchiato, capace di creare tre nitidissime palle gol, tutte ottimamente sventate dal portiere lombardo Tognazzi. Gli aquilotti restano ancora fermi a quota zero in classifica, ma l'occasione per rifarsi arriverà già mercoledì, quando Furlan e compagni saranno di scena sul campo del Lumezzane nel primo dei quattro turni infrasettimanali in programma.

La cronaca


Il tecnico gialloblù Roberto Vecchiato ridisegna la formazione rispetto a sette giorni fa: il modulo è lo stesso, "4-3-1-2" ma, rispetto alla trasferta di Alzano Lombardo, cambiano quattro interpreti nell'undici iniziale. Davanti a Cuoco la linea difensiva è composta da Toscano e l'esordiente Diop sulle corsie esterne, mentre al centro tocca a Casagrande fare coppia con il confermato Calcagnotto. In mezzo al campo il giovane Bertaso detta i tempi della manovra con Furlan e Paoli in appoggio, mentre è Boldini ad operare in posizione di trequartista alle spalle di Lillo e Lella.
L'inizio di match è di marca ospite: al 3' Casagrande sbroglia una complicata situazione nell'area di rigore di casa e, sei minuti dopo, Granillo rientra da sinistra e cerca il tiro: tutto facile per Cuoco. Sul ribaltamento di fronte il Trento sfiora il vantaggio: gran palla in verticale di Boldini per Lella che scappa sul filo del fuorigioco e poi cerca la conclusione sul primo palo, ma la sfera termina sull'esterno della rete.
Il Caravaggio prova a pungere al 12', ma il tiro da fuori area di Redaelli è facile preda di Cuoco con il Trento che sceglie di agire di rimessa. Quando ripartono i gialloblù fanno tanta paura: al 20': retropassaggio sbagliato da Zanola, Ferri manca il controllo, Lella s'invola verso la porta lombarda e viene affrontato fallosamente da Ghidini che lo mette a terra sulla trequarti, beccandosi l'inevitabile cartellino giallo.
Il match prosegue a "fiammate": al 22' Crotti, in posizione più che dubbia, deposita con il tacco tra le braccia di Cuoco da metri zero, mentre al 28' lo stesso trequartista ospite cerca i pali da fuori area, ma spedisce alto sopra la traversa. Un minuto più tardi, la compagine di Porro (in panchina al posto dello squalificato Bolis), sfiora il vantaggio: traversone dalla destra di Redaelli e colpo di testa di Granillo con Cuoco che tocca la sfera di quel tanto che basta per deviarla sul palo, prima che la difesa sventi la minaccia.
La replica del Trento non si fa attendere e al 33' gli aquilotti hanno l'occasionissima per passare a condurre: magistrale ripartenza sull'asse Lillo - Lella, con quest'ultimo che serve un assist d'oro a Boldini. Il trequartista gialloblù si presenta a tu per tu con Tognazzi e cerca di piazzare la sfera, ma il portiere del Caravaggio è miracoloso nell'intervento in uscita.
Nel primo tempo non succede più nulla e le due squadre vanno al riposo sul punteggio di zero a zero che, per quanto visto in campo, è il risultato più giusto.

I due tecnici non cambiano nulla ad inizio ripresa e, dopo sei minuti, il Trento ha un'altra colossale chance per passare: verticalizzazione di Lillo che pesca in area Boldini, che si presenta a tu per tu con Tognazzi, seppur defilato sulla sinistra. Il numero 27 gialloblù cerca d'incrociare il tiro, ma sulla sua strada trova il portiere lombardo, che devia in corner con un intervento di pregevole fattura.
Il Caravaggio guadagna campo e al 56' trova il gol che spezza l'equilibrio: piazzato battuto dalla destra da Crotti, la sfera attraversa tutta l'area e giunge a Granillo, che stoppa di petto e poi batte Cuoco con una conclusione imparabile che s'insacca sotto la traversa.
Vecchiato getta subito nella mischia Kyeremateng al posto di Boldini e, successivamente, inserisce anche Zecchinato e Badjan in luogo di Lella e Bertaso, passando al "3-4-1-2" con Lillo alle spalle del tandem d'attacco. Un minuto dopo il proprio ingresso Zecchinato "spizza" la sfera per Kyeremateng, anticipato da Tognozzi con una coraggiosa uscita a terra.
I lombardi abbassano ritmo e baricentro e si fanno vedere nuovamente al 67' con la conclusione da fuori area di Zanola che Cuoco alza oltre la traversa. Entra anche Duravia al posto di Lillo e il Trento, nel finale, assedia l'area di rigore del Caravaggio. A quattro minuti dal 90' altra colossale occasione per i gialloblù, che però devono fare i conti con un super Tognazzi: Appiah scodella la sfera in area di rigore, Zecchinato fa da sponda per Duravia che calcia in diagonale, ma l'estremo difensore bergamasco è strepitoso nell'intervento in tuffo sulla propria sinistra. Il Trento ci prova sino al 96 e, a trenta secondi dallo scadere, i gialloblù usufruiscono di un calcio d'angolo: la difesa del Caravaggio allontana, Badjan e Furlan ci provano due volte dal limite e poi Kyeremateng non trova il tempo giusto per il tap in. Il risultato non cambia più: il Caravaggio espugna il "Briamasco" per 1 a 0 e condanna gli aquilotti al secondo stop consecutivo.

Il tabellino

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri