Serie C
sabato 6 aprile 2019
CALCIO
Südtirol contro la Samb in cerca della qualificazione ai playoff

Reduce dai pareggi in serie contro Pordenone (0-0) e Vicenza (2-2), ma anche quinto in classifica a pari punti con il Monza e capace di conquistare 12 risultati utili (6 vittorie e 6 pareggi) nelle ultime 13 partite disputate, il Südtirol va a caccia della matematica qualificazione ai playoff nel match casalingo (stadio Druso, ore 16.30) contro la Sambenedettese, decima in classifica e tornata domenica scorsa a muovere la classifica con il pareggio interno contro la Virtus Verona (1-1).
Contro la Sambenedettese mister Zanetti non potrà disporre del 'lungodegente' Crocchianti e di Della Giovanna, che sta recuperando da un infortunio di natura muscolare. Da valutare le condizioni di Casale, che non ha potuto allenarsi sempre regolarmente perché ancora sofferente per la contusione rimediata la scorsa settimana al collo del piede destro.

Gli avversari


La Sambenedettese, che nella sua quasi centenaria storia (è stata fondata nel 1923) vanta 21 partecipazioni al campionato di serie B e 22 al campionato di serie C1, milita per la terza stagione di fila nella terza divisione nazionale per importanza, dove ha fatto ritorno vincendo il girone F della serie D nella stagione 2015-2016. Nei due scorsi campionati di C la formazione marchigiana è arrivata rispettivamente settima e terza, alle spalle del Südtirol, qualificandosi quindi ai playoff in ambedue le stagioni (2016/2017 e 2017/2018): due stagioni or sono la corsa agli spareggi-promozione in serie B si è interrotta al secondo turno, mentre la scorsa stagione i rossoblu si sono spinti sino ai quarti di finale, dove sono stati eliminati dal Cosenza, poi promosso nel campionato cadetto.
La squadra occupa attualmente la decima posizione, l'ultima utile per accedere ai playoff. La Samb non vince da cinque partite, nelle quali ha raccolto tre punti, ma domenica scorsa è tornata a muovere la classifica nel match casalingo (1-1 il finale) contro la VirtusVecomp Verona, una delle squadre più in forma del campionato. E' iniziato dunque con un pareggio il 'Magi-bis'. Stiamo parlando del 47enne allenatore Giuseppe Magi, che è tornato alla guida della formazione marchigiana, già diretta ad inizio stagione.
Nel 'mercato' di gennaio la Samb ha operato pochi ma mirati innesti, puntellando soprattutto il reparto difensivo con il mancino Matteo Fissore (dall'Alessandria) e con i giovani D'Ignazio (dal Napoli) e Scalera (dal Pescara).
Ma non mancano, sin da inizio stagione, i calciatori di qualità e di comprovata affidabilità nella categoria. Fra questi spiccano Vedran Celjak, difensore croato 'ex' Alessandria e Benevento, Cristian Caccetta, centrocampista 32enne che dopo tre stagioni a Trapani, l'ultima in serie B (27 presenze), ha militato nel Cosenza, nel Catania e – nella seconda parte dello scorso campionato di C – nel Pordenone, il trequartista/seconda punta Andrea Russotto, reduce da un triennio in C col Catania (80 presenze complessive e 13 gol) e già in A con Treviso (2 presenze) e Napoli (14 presenze) e in B con lo stesso Treviso, col Crotone e col Livorno, e l'attaccante Francesco Stanco, che ha trascorsi significativi in serie B (sette le stagioni fra i cadetti) con Modena, Cittadella e Cremonese.
Non a casa è proprio Francesco Stanco con 7 reti (più un assist-gol) il top-scorer della squadra marchigiana.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,781 sec.

Inserire almeno 4 caratteri