Tornei
domenica 26 giugno 2011
CALCIO
Città di Trento: vincono Carrozzeria Fellin e Punto Quota

Sono Carrozzeria Fellin, fra i Tesserati, e Punto Quota, negli Amatori le due formazioni che iscrivono il loro nome nell’albo d’oro del «Città di Trento» alla decima edizione.
Il torneo, organizzato dall’Acsi del Trentino Alto Adige sul campo di via Olmi, si è chiuso sabato sera con le finali, in contemporanea, delle categorie Tesserati ed Amatori dopo che i Giovanissimi avevano sancito il successo del Villazzano dieci giorni prima.
Fra i «Tesserati» si è imposta la Carrozzeria Fellin che nell’ultima parte di gara ha decisamente messo sotto i giovani dell’AET Folgheraiter/Bar Dorian Gray la formazione rivelazione che ha raggiunto la finale superando l’accreditato An Motors/Intralot dopo un’accorta semifinale. Primo tempo equilibrato anche se Merlo, portiere dell’Aet, risultava decisivo in un paio d’occasioni su Pontalti. Lo stesso giocatore del Rovereto, ben servito da Gattamelata, metteva a segno la rete del vantaggio dei «carrozzieri» a poco dal riposo. Nel secondo tempo era Vitti a trovare il raddoppio dopo sette minuti, ma subito dopo Luca Santuari, approfittando di un errore difensivo, dimezzava le distanze. Il gol però non rilanciava le ambizioni del team di Mura, ma faceva allungare il passo alla Carrozzeria Fellin che nel giro di un paio di minuti andava in rete ancora con Vitti e Gattamelata. L’uno/due risultava la «mazzata» decisiva per tarpare le ali a Pedrotti e compagni che prima del finale subivano ancora due reti: la terza di Vitti e quella di Pederzolli.
Larga anche la vittoria del Punto Quota nella finale degli «Amatori» che con una cinquina ha superato il Lenzi srl. Anche in questo match decisiva per le sorti dell’incontro la ripresa visto che nella prima frazione si registrava il vantaggio del Punto Quota con Mosna e una traversa dalla parte opposta di Stremtan. Nel secondo tempo era Wegher a raddoppiare direttamente su punizione, poi ancora Mosna, Angelo Navarro e Miguel Peñaloza (splendida punizione) chiudevano definitivamente il conto.
Alla premiazione ha partecipato anche Matteo Trentin fresco campione italiano «Under 23» di ciclismo indossando la sua maglia tricolore. Fra gli ospiti, oltre alle autorità politiche (Renato Pegoretti, Sergio Anesi, Paolo Castelli e Manfred De Eccher) anche la presenza di Ada Tonetti, vedova del compianto Claudio che il presidente del Comitato Organizzatore, Luciano Alimonta, ha ricordato durante la serata.
Premi individuali sono andati a Stefano Scali (Carrozzeria Fellin) e Luca Avi (AR Giochimpara) come migliori portieri; mentre i capocannonieri sono risultati Francesco Mazzola (An Motors/Intralot) e Salvatore Carbone (Lenzi srl) seppur in coabitazione rispettivamente con Matteo Pontalti (Carrozzeria Fellin) e Massimo Mosna (Punto Quota) che però avevano più presenze. Chiusa la decima edizione si comincia già a pensare alla prossima dove probabilmente saranno aumentate le categorie giovanili.

La formazione della Carrozzeria Fellin vincitrice fra i Tesserati
La formazione della Carrozzeria Fellin vincitrice fra i Tesserati

Il Punto Quota, primo classificato negli Amatori
Il Punto Quota, primo classificato negli Amatori

Nelle prossime ore saranno pubblicati gli highlights della finale tesserati e le interviste con i protagonisti della finale e del torneo

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Inserire almeno 4 caratteri