Serie C2
domenica 27 aprile 2008
CALCIO
Un punto prezioso per il Südtirol a Rodengo Saiano

La lotta per non retrocedere si fa sempre più interessante. Quando manca ormai solo una giornata al termine della stagione regolare ci sono tre squadre appaiate al 13° posto in classifica, tutte con 41 punti, tra le quali anche l’FC Südtirol Alto Adige, mentre davanti a queste ci sono altre tre squadre con un solo punto di vantaggio sulle inseguitrici. Il 13° posto in classifica è l’ultimo piazzamento disponibile per rimanere in C2, senza dover passare attraverso il calvario dei playout. A Rodengo Saiano l’Alto Adige ha colto un punto importante contro la quinta forza del campionato e disputato una buona partita peccando però un po' troppo in zona gol.

All’ottavo minuto i biancorossi si rendono subito pericolosi con Scarnato che impegna severamente l’estremo difensore ospite del Rodengo Saiano Lamacchia, mentre sei minuti più tardi è Scavone a calciare a lato da buona posizione dopo essersi liberato molto bene dal proprio diretto avversario. I padroni di casa replicano al 18° con Bonomi ed al 20° con Martinelli, ma entrambi non trovano lo specchio della porta. Al 27° minuto il Rodengo Saiano va vicinissimo al gol del vantaggio: Martinelli mette in mezzo un pallone invitante per Sinato, la deviazione sotto porta dell’ex attaccante biancorosso termina fuori di pochissimo. Al 34° minuto ci prova Benvenuto su punizione, ma Lamacchia riesce a deviare in corner, pochi secondi dopo il portiere della squadra di casa è nuovamente decisivo salvando su Mair.

Nella ripresa è il Rodengo Saiano a costruire la prima palla gol. Dopo un uscita poco fortunata di Servili si accende una mischia furibonda in area biancorossa, ma alla fine Bianchini riesce a liberare (53°). Al 54° Mair ci riprova per l’Alto Adige, ma la sua conclusione è deviata da Lamacchia sull’esterno della rete. Benvenuto prova la conclusione dal limite tre minuti dopo, ma non trova lo specchio della porta, così come Sinato che di testa manda sul fondo da buona posizione. Al 63° i biancorossi potrebbero sfruttare meglio un contropiede, quando Scarnato decide di concludere anzichè servire Benvenuto libero sulla destra, ma la più grande occasione dell’intera partita la spreca Mair al 73°, quando tutto solo in area manda sul fondo di testa un cross di Benvenuto. Nel finale Rossi cade in area dopo un contatto con Bari, ma l’arbitro fa continuare e dopo tre minuti di recupero manda tutti sotto la doccia. La prossima partita per i biancorossi è in programma domenica 4 maggio al Druso contro la Pro Vercelli, fischio d’inizio alle ore 15.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri