SporTrentino.it
Serie C

Leandro Greco, esperienza in mezzo al campo per il Südtirol

Il Südtirol comunica di aver acquisito a titolo definitivo per due anni, quindi fino al 30 giugno 2022, i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Leandro Greco, 34enne, centrocampista mancino di grande esperienza. Si tratta di un giocatore di qualità che ha maturato esperienze importanti nel corso della carriera. Vanta due reti in Champions League, 118 presenze in serie A con le casacche di Roma, Genoa, Livorno e Verona, 24 nella massima divisione greca con la maglia dell’Olympiacos e 121 nella B nazionale con Verona, Pisa, Piacenza, Bari, Foggia, Cremonese e Perugia.

Il suo curriculum

Nato a Roma, il 19 luglio 1986, 184 centimetri per 76 chilogrammi di peso forma, Leandro Greco, arriva alla Roma e all’età di 10 anni per iniziare tutta la trafila delle giovanili. La prima esperienza lontana dalla società capitolina è datata 2003, quando passa in prestito all’Astrea, in serie D (17 gare, 1 gol). Torna alla Roma nella stagione 2004-2005. L’anno per lui è agrodolce: a gennaio deve rinunciare alla convocazione nell’under 20 per una setticemia che rischia di compromettergli la carriera. Dopo una lunga convalescenza torna a giocare con la Roma Primavera fino a diventare capitano, vincendo il campionato. L’8 maggio 2005 arriva l’esordio in serie A nella partita Parma-Roma. Poco più tardi gioca titolare nelle semifinali di Coppa Italia ed entra a partita in corso nella finale d’andata contro l’Inter (0-2). Nella stagione 2005-2006 fa qualche apparizione come subentrante dalla panchina.
Nell’estate 2006 viene ceduto in prestito all’Hellas Verona, in serie B dove all’inizio fatica a trovare spazio ma alla prima occasione (9. giornata) si fa trovare pronto siglando una rete. Gioca 26 partite ma a fine stagione il Verona retrocede e lui rimane anche l’anno successivo nella squadra scaligera con la formula della comproprietà. La sua stagione è piena di infortuni infatti le sue presenze sono 14, con 2 reti.
Nel luglio 2008 passa in prestito al Pisa in serie B; 8 gare, perché l’infortunio rimediato a Verona non è ancora passato. Inizia la stagione 2009-2010 nella capitale senza collezionare alcuna presenza, dividendosi tra panchina e tribuna. Passa al Piacenza, in B, nel mercato di gennaio: 22 gare. Torna alla Roma e molti si accorgono di lui in estate, quando, dopo il ritiro a Riscone di Brunico, segna un gol al Parco dei Principi durante un’amichevole contro il Paris Saint-Germain. Il 3 novembre 2010 fa il suo esordio in Champions League segnando un gol in Basilea-Roma (2-3). Quattro giorni più tardi debutta stagionale in serie A, entrando in campo al 39? nel derby contro la Lazio. Claudio Ranieri lo fa schiera 14 volte in campionato. Con l’arrivo di Vincenzo Montella gioca meno. A fine stagione: 19 presenze tra serie A, Coppa Italia (2) e Champions League (3).
La successiva stagione 2011-2012 sono 19 le presenze. Alla guida dei capitolini c’è Luis Enrique. Il 13 febbraio 2012 la Roma annuncia il rinnovo del contratto di Leandro Greco che prolunga l’accordo fino al 30 giugno 2015. Gioca 19 gare di campionato, 2 di Coppa Italia e 2 di Europa League. Il 24 luglio 2012 si trasferisce in Grecia, all’Olympiakos. Segna il suo primo gol coi greci in Champions League il 6 novembre 2012 nella vittoria 3-1 sul Montpellier. In carriera colleziona 9 gettoni di presenza nella Uefa Champions League con le maglie della Roma, 3 presenze e 1 gol e dell’Olympiacos, 6 presenze e 1 gol.
Il 30 luglio 2013 passa a titolo definitivo al Livorno, in serie A. Esordisce con la nuova maglia il 25 agosto, nella partita contro la sua ex squadra, la Roma, vinta in trasferta 0-2 dai giallorossi. Il primo settembre 2013, alla seconda giornata di campionato, segna il suo primo gol in serie A in Sassuolo-Livorno (1-4).
A luglio 2014 passa al Genoa, in A (7 gare). Il primo gennaio 2015 torna all’Hellas Verona (serie A): 18 presenze. Nel luglio 2015 il Verona lo riscatta. L'11 febbraio 2016, durante la partita di campionato fuori casa contro la Lazio, segna il suo primo gol con gli scaligeri in Serie A, dopo che in gialloblu aveva registrato 3 reti (2 in C1 e una in B) nella precedente esperienza. Chiude l’annata con 26 presenze. Il Verona retrocede. Nella stagione 2016-2017 gioca in Coppa Italia e subentra alla prima di campionato in B. A gennaio 2017 il passaggio al Bari. 8 gare nel 2017. L’8 gennaio 2018 passa al Foggia (B), in prestito: 17 gare. Stagione 2018-2019: 10 presenze in B con la Cremonese e, da gennaio, con la maglia del Foggia disputa 16 gare e segna 2 reti. Il 31 agosto 2019 firma per una stagione con il Cosenza (B), dove colleziona 9 presenze in campionato per poi ceduto al Perugia nell'ultimo giorno del mercato invernale 2020: 4 gare con i grifoni umbri.

Le dichiarazioni

«Sono entusiasta della firma con l’FC Südtirol, società in cui c’è grande organizzazione e strutture di alto livello. - ha affermato Leandro Greco - Ho una grande voglia di cominciare e sono felicissimo di mettermi in gioco in una piazza che ha tanta voglia di crescere sotto tutti i punti di vista. E’ motivo di orgoglio pensare che abbiano scelto me. Mi metto al servizio della causa con la ferma volontà di fare tutto il meglio possibile. Sono abituato a guardare avanti piuttosto che pensare al passato, quindi focalizzo i miei obiettivi sui prossimi impegni. Dal punto di vista tecnico, più che un incontrista mi considero un regista che imposta il gioco»
Il direttore sportivo, Paolo Bravo, commenta così l’arrivo del centrocampista: «Nelle valutazioni di crescita che stiamo continuamente facendo abbiamo ribadito l’importanza di avere alcuni giocatori di esperienza in squadra, in grado di aumentare la competitività in determinate situazioni. L’arrivo di Greco rientra a pieno titolo in quest’ottica».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip