SporTrentino.it
Serie C

Per l'attacco del Südtirol c'è la potenza di Raphael Odogwu

FC Südtirol comunica di aver acquisito a titolo definitivo per due anni, quindi fino al 30 giugno 2022 con opzione per il terzo, i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Raphael Odogwu, 29enne, potente attaccante mancino. Nel corso della stagione agonistica 2019-2020, nel campionato di serie C girone B, lo stesso dei biancorossi, ha collezionato 27 presenze e mettendo a segno 8 reti e 7 assist con la casacca della Virtus Vecomp Verona, società con cui aveva sottoscritto un accordo annuale.
Nato a Verona, il 28 gennaio 1991, madre italiana e padre nigeriano, Raphael Chidi Odogwu, 188 centimetri per 80 chilogrammi di peso forma, punta centrale di piede sinistro, ha iniziato a giocare a calcio nella formazione di Borgo Venezia, nel capoluogo scaligero per poi fare tutta la trafila nelle giovanili del Chievo. È tornato alla Virtus Verona per debuttare in prima squadra. Con la casacca rossoblù della società del presidente-mister Luigi Fresco, “Rapha” ha disputato cinque campionati di serie D collezionando 132 presenze, mettendo a segno 16 reti. Nel dettaglio: 2008-2009 14 gare e 1 rete, 2009-2010 33 gare e 7 reti, 2010-2011 26 gare e 4 reti, 2011-2012 28 presenze e 4 reti, 2012-2013 31 presenze e 11 gol nella stagione che ha sancito la prima, storica promozione in serie C2 della squadra veronese.
La stagione successiva, 2013-2014, è stato confermato e al debutto tra i professionisti ha disputato 30 gare mettendo a segno 4 reti. Dopo la C2 con la Virtus Vecomp Verona, si è trasferito al Real Vicenza, in serie C nella stagione 2014-2015; 12 presenze e, nella finestra di mercato di gennaio, il passaggio al Renate, sempre in serie C con cui ha giocato 16 gare di campionato totalizzando in tutto 28 gare di campionato con 5 assist e 3 gare di Coppa Italia. A fine stagione il ritorno in serie D e in Veneto, precisamente all’AltoVicentino, guidato nell’annata 2015-2016 da Mauro Zironelli e forte di giocatori di grande esperienza. 26 gare con 17 reti, più una partita di play-off. Dal 2016 e per tre anni ha vestito la casacca dell’Arzignano Valchiampo: 80 presenze e 35 reti, di cui 17 gare e 6 reti il primo anno, 32 gare di campionato e 16 reti più due gare di play-off e una rete nella stagione 2017-2018 e 31 presenze in campionato con 13 reti e 2 gare di Coppa Italia nell’annata della promozione in serie C dei vicentini.
Nell’estate del 2019 è tornato a vestire la maglia rossoblù della Virtus Vecomp Verona. Contratto annuale fino al giugno 2020. Subito a segno nelle amichevoli col Chievo e con Trapani per poi ripetersi in Coppa Italia col Modena e in campionato, in rapida successione contro Padova e Gubbio (doppietta), 5 gol nelle prime 8 partite, alcuni decisivi. A fine stagione 2019-2020, cioè fino allo stop per il lockdown: 27 gare (2191’ giocati) con 8 reti e 7 assist più 3 gare di Coppa Italia Serie C con un gol.
È nato ed è cresciuto a Verona, a Borgo Venezia, risiede a Belfiore ad una quindicina di minuti dal capoluogo, tre fratelli, mamma italiana e babbo nigeriano, arrivato in Italia per studiare, prima di creare una bella famiglia. “Rapha” ha conseguito due lauree all’ateneo scaligero: in Economia e Commercio e in Legislazione d’Impresa.

«Sono nato con il pallone tra i piedi. Il calcio è la mia grande passione. Arrivo all’FC Südtirol con forti motivazioni e con la voglia di tornare quanto prima in campo. La stagione appena terminata con i play-off si è bruscamente interrotta quando non aveva ancora imboccato la dirittura d’arrivo per i ben noti motivi e avrebbe potuto dire ancora molto. La consegniamo agli archivi e guardiamo avanti con fiducia e con tante belle speranze. Arrivo in una società strutturata, bene organizzata e desiderosa di crescere ancora, insomma con forti motivazioni, proprio come le mie. Ringrazio chi ha creduto in me e mi ha fatto sentire parte integrante di questo progetto. Credo nella cultura del lavoro e del sacrificio e sono qui a fare del mio meglio».
Ha collezionato 91 reti in carriera e nel mirino c’è ora quota 100: «Non parlo di obiettivi personali. È chiaro che arrivare in tripla cifra sarebbe un sogno, ma la squadra viene prima di tutto».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip