Serie C
venerdì 8 febbraio 2019
CALCIO
Il Südtirol con la Fermana vuole ritrovare il successo casalingo

mbattuto nel 2019, in serie utile da 4 partite per effetto di due vittorie e altrettanti pareggi, reduce dal successo a suon di gol a Bergamo contro l'Albinoleffe (2-4) e settimo in classifica a soli tre punti dal terzo posto, il Südtirol domani tornerà in campo allo stadio Druso (ore 14.30) per affrontare la Fermana, che, pur non vincendo da tre partite, in graduatoria precede i biancorossi di un punto e di una posizione.
In casa il Südtirol non vince da quasi due mesi, quando si impose per 2-1 sulla Ternana. Al Druso la squadra di Zanetti ha sin qui conquistato 15 dei 35 punti, che detiene in classifica per effetto di uno score di tre vittorie, sei pareggi e due sconfitte, quest'ultime rimediate per mano di FeralpiSalò (2-3) e Vis Pesaro (0-1).
In trasferta la Fermana ha conquistato 12 dei 36 punti complessivi. Lo score in campo esterno dei marchigiani annovera tre vittorie (a Meda contro il Renate, a Pordenone contro la capolista e a Verona contro la Virtusvecomp), tre pareggi e sei sconfitte.
Contro la Fermana, mister Zanetti non potrà disporre dello squalificato Pasqualoni, dell'infortunato Ierardi e di Crocchianti.

Gli avversari


La Fermana, nel cui palmares c'è anche una partecipazione al campionato di serie B (stagione 1999-2000), è alla sua seconda stagione consecutiva in serie C, 18esima complessiva. Nello scorso campionato, dove è già stata avversaria del Südtirol nel girone B, i marchigiani si sono classificati al 14esimo posto, rimanendo però a lungo in corsa per i playoff, sfumati nelle ultime giornate della regular season.
In questa stagione, assieme all'Imolese, la squadra marchigiana è la squadra-rivelazione del campionato, avendo occupato più o meno stabilmente le prime posizioni in classifica. E anche se nel 2019 ha accusato una leggera flessione, culminata con la sconfitta di sabato scorso a Ravenna, preceduta dai pareggi per 1-1 contro il Renate (in casa) e contro la Giana Erminio (in trasferta), la squadra di Flavio Destro occupa una eccellente sesta posizione in classifica.
Nel 'mercato' di gennaio sette movimenti in entrata ed altrettanti in uscita. I nuovi innesti sono stati il terzino destro Leonardo Maloku, 20enne albanese arrivato dal Carpi (serie B), il terzino sinistro Nicolò Sperotto (un ritorno per lui), i giovani centrocampisti Otranto (dal Napoli Primavera) e Grieco (dal Matera), l'esterno portoghese Daniel Liberal (dalla Primavera del Chievo) e gli attaccanti Giancarlo Malcore, nell'ultima stagione e mezza in B con Carpi (5 gol) e Cittadella), e Dennis Van der Heijden, 21enne olandese prelevato dal Carpi.
Hanno invece lasciato la Fermana i calciatori Clemente, Calzola, Nasic, Cognigni, Victor da Silva, Palumbo e Kaccori.
In 'rosa', oltre all'ex Arsenal ed ex biancorosso Arturo Lupoli, spiccano per curriculum il difensore centrale Edoardo Scrosta (ex Albinoleffe) e il centrocampista Manuel Giandonato, scuola Juve (tre presenze in prima squadra) e in serie A anche col Lecce (8 presenze) e in B con Vicenza, Cesena, Juve Stabia e Virtus Lanciano (47 partite in totale nel campionato cadetto).
Insieme con la Vis Pesaro, la Fermana ha la miglior difesa del campionato con 18 reti subite in 24 partite. Il rovescio della medaglia è il secondo peggior attacco del girone con 16 gol realizzati.
I top-scorer della squadra, con tre reti a testa, sono Arturo Lupoli, Manuel Giandonato e Samuele Maurizi.
Lo scorso 14 ottobre, allo stadio “Bruno Recchioni” di Fermo, il match terminò in parità, a reti involate (0-0).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,578 sec.

Inserire almeno 4 caratteri