Serie C
venerdì 22 dicembre 2017
CALCIO
Il Südtirol apre il girone di ritorno con un pareggio esterno

Nel match prenatalizio a Bergamo contro l'Albinoleffe, il Südtirol conquista un pareggio sostanzialmente equo e soddisfacente nella prima giornata di ritorno del campionato di serie C. Il risultato finale di 1-1 è maturato nel “botta e riposta” di metà primo tempo: iniziale vantaggio orobico con rigore trasformato da Kouko, pareggio tre minuti più tardi di Gyasi. Rimpianti biancorossi per il rigore che Berardocco si è fatto parare dall'ex Coser sul punteggio di 0-0. Dalla fredda serata dello stadio “Atleti Azzurri d'Italia” la squadra di Zanetti porta comunque a casa il decimo risultato utile (5 vittorie e altrettanti pareggi) nelle ultime 11 partite disputate, rimanendo in zona playoff. L'appuntamento è ora per venerdì prossimo, 29 dicembre, nell'ultimo match del 2017, in programma allo stadio Druso (ore 14.30) contro il Pordenone.

La cronaca


A Bergamo, contro l’Albinoleffe degli “ex” Coser e Gavazzi, mister Zanetti non può disporre del febbricitante Zanchi, forfait dell’ultima ora. In difesa e a centrocampo tornano titolari Erlic e Cia, che – rispetto a Mestre – subentrano rispettivamente a Baldan e Smith nell’undici di partenza.
In avvio di gara le due squadre si studiano, attente a non scoprirsi, e così la partita non offre spunti di cronaca sino al 19', quando Tait si libera al tiro ai 20 metri, spostandosi il pallone dal piede destro a quello sinistro, ma la sua conclusione mancina è debole e abbondantemente fuori misura.
Prende coraggio la squadra di Zanetti, e al 21' Berardocco imbuca un gran pallone in area per il tiro al volo di Cia che Coser smanaccia sopra la traversa.
Dal conseguente calcio d'angolo, battuto corto da Fink per il traversone di Frascatore, la sponda area di Sgarbi raggiunge sotto porta Costantino, che viene affossato da Zaffagnini, con l'arbitro che decreta il calcio di rigore. Sul dischetto va Berardocco, già a segno due volte dagli undici metri in campionato, ma l'ex Achille Coser respinge la conclusione del playmaker biancorosso.
Il Südtirol patisce il colpo, lo scampato pericolo anima invece l'Albinoleffe, con Agnello che serve l'inserimento in area di Giorgione, il quale viene a contatto con Tait e cade a terra. L'arbitro ravvisa lo sgambetto del numero 21 biancorosso e comanda il calcio di rigore, trasformato da Kouko per l'1-0 in favore degli orobici.
La reazione della squadra di Zanetti al gol subìto è immediata quanto rabbiosa, e al 27' un bel fraseggio stretto fra Costantino e Cia libera al limite dell'area Fink, il cui destro in corsa finisce fuori di un soffio.
Un minuto più tardi arriva il pareggio biancorosso su cross in area dalla sinistra di Frascatore per il tiro di prima intenzione di Gyasi che – deviato da Mondonico - si infila alle spalle di Coser, portando il punteggio sull'1-1. Terza rete in campionato per l'attaccante italo-ghanese che non segnava da due mesi.
Dopo il frenetico susseguirsi di emozioni, condensate in una manciata di minuti, la partita attraversa una fase di stallo, non offrendo altri spunti di cronaca sino all'intervallo, al quale le due squadre si consegnano sul parziale di 1-1.
Si riparte senza cambi fra i biancorossi, mentre nell'Albinoleffe c'è Di Ceglie al posto di Colombi, con i padroni di casa che si rendono pericolosi al 4', quando Giorgione trova un varco centrale e va pericolosamente al tiro dai 20 metri, ma Offredi è bravo a distendersi alla sua destra e a respingere la conclusione.
Spinge forti in avanti l'Albinoleffe, col Südtirol costretto ad abbassare il proprio baricentro, ma è questione di pochi minuti, perché poi i biancorossi tornano a guadagnare metri di campo e a riportare il match sui binari dell'equilibrio, anche nel possesso palla.
Al 18', però, Sgarbi sbaglia il disimpegno in uscita, regalando palla ad Agnelli, il quale serve centralmente Giorgione, il cui poderoso destro dai 20-25 metri scheggia la parte alta della traversa.
Il prosieguo del match non offre altre significative emozioni sino al primo minuto di recupero quando il neontrato Heatley Flores duetta bene con Tait, il quale serve a centro area Smith che però si attarda al tiro, facendosi ribattere la conclusione da un difensore orobico.
Due minuti e mezzo più tardi l'arbitro decreta la fine del match, che si conclude sull'1-1.

Il tabellino


ALBINOLEFFE - FC SÜDTIROL 1-1 (1-1)
ALBINOLEFFE (3-5-2): Coser; Zaffagnini, Gavazzi, Mondonico (92. Gusu); Gonzi, Agnello, Sbaffo, Giorgione, Gelli (72. Nichetti); Kouko (72. Montella), Colombi (46. Di Ceglie)
In panchina: Chiriac, Sibilli, Ravasio, Cortellini, Zucchetti
Allenatore: Massimiliano Alvini
FC SÜDTIROL (3-5-2): Offredi; Erlic (67. Baldan), Sgarbi, Vinetot; Tait, Cia (67. Smith), Berardocco (76. Bertoni), Fink (90. Broh), Frascatore; Costantino (90. Heatley Flores), Gyasi
In panchina: D’Egidio, Cess, Boccalari, Oneto, Gatto, Berardi
Allenatore: Paolo Zanetti
ARBITRO: Andrea Zingarelli di Siena
RETI: 26. Kouko su rigore (1-0), 29. Gyasi (1-1)
NOTE: serata fredda. Al 22. Coser (A) para un calcio di rigore a Berardocco (FCS). Ammoniti: Gavazzi (A, 59.), Berardocco (FCS, 75.)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,875 sec.

Inserire almeno 4 caratteri