Serie C
sabato 11 novembre 2017
CALCIO
Südtirol al Druso contro la Reggiana per continuare il volo

Questa domenica il campionato di serie C scende in campo per la quattordicesima giornata del girone d'andata e per la terza partita nel breve volgere di sette giorni. In serie utile da cinque gare, nelle quali – senza subire gol - ha conquistato due vittorie casalinghe contro Santarcangelo (5-0) e Vicenza (1-0), una vittoria esterna (quella per 1-0 di mercoledì a San Benedetto del Tronto, la prima in trasferta) e due pareggi fuori casa contro Renate (0-0) e Teramo (0-0), il Südtirol scende in campo (ore 14.30) allo stadio “Druso” per affrontare una “big” annunciata del campionato – seppur per il momento attardata in classifica – qual è la Reggiana, in forte ascesa grazie ai due successi dai quali è reduce, l’ultimo – in ordine di tempo – conquistato nel turno infrasettimanale di mercoledì a spese dell’“ex” capolista Pordenone.
In casa il Südtirol ha conquistato 10 dei 16 punti che detiene in classifica per effetto di un ottimo score di 3 vittorie, un pareggio e una sola sconfitta, quest’ultima rimediata per mano del Bassano (1-2). In verità le vittorie al Druso sarebbe quattro, ma il successo per 3-1 contro il Modena è stato invalidato dopo l’esclusione dal campionato dei “canarini”.
In trasferta la Reggiana non ha mai vinto e racimolato appena due punti, frutto degli altrettanti pareggi con Triestina e Santarcangelo. Tre invece le sconfitte.
Contro la Reggiana tutti disponibili. Tornano a disposizione Baldan, che ha scontato i cinque turni di squalifica, e Berardi, guarito dal recente virus influenzale. Domani, sabato 11 novembre, verrà diramata la lista dei convocati, che sarà pubblicata sui nostri profili social, ad iniziare da Facebook.

Gli avversari


La Reggiana, società blasonata e dai nobili trascorsi (7 partecipazioni al campionato di serie A, 37 a quello di serie B), è ripartita dopo il 5° posto in campionato e la semifinale playoff (persa contro l’Alessandria) della scorsa stagione. L’obiettivo anche per la stagione corrente è quello di un campionato di vertice, malgrado una partenza ad handicap (tre sconfitte ed un solo punto nelle prime quattro partite) che hanno inevitabilmente avuto riverberi negativi sulla classifica, dove i granata sono attualmente quintultimi. Ma l’organico è di qualità e – dopo il cambio di allenatore (esonerato Menichini dopo la quarta giornata, al suo posto Sergio Eberini) – il rendimento ed i risultati della squadra sono stati un continuo crescendo, testimoniato eloquentemente dalla doppia vittoria casalinga dalla quale Cesarini e compagni sono reduci (doppio 1-0 contro Fano e Pordenone).
Nove i nuovi innesti estivi, tutti d’altro profilo e di grande esperienza nella categoria, e non solo. Stiamo parlando – fra gli altri - del portiere Davide Facchin, “ex” biancorosso di cui riferiamo a parte, del difensore Alessandro Bastrini, prelevato dalla Cremonese e con all’attivo 10 presenze in serie A e 154 in serie B, del terzino Manfrin (ex Alessandria), del centrocampista Simone Rosso, reduce da due campionati di B col Brescia e da una seconda parte di stagione – la scorsa – con l’Alessandria, e l’attaccante Cristian Altinier, autore complessivamente di 30 gol nelle due scorse stagioni giocate in forza al Padova.
Fra i riconfermati spiccano calciatori non meno qualitativi che rispondono ai nomi di Ghiringhelli (terzino destro), Genevier (play maker con lunghi e lusinghieri trascorsi in A e B), Bovo (mediano di quantità e qualità, ex Salernitana, Pescara, Spezia, Padova, Palermo, Bari e Venezia), il fantasista Cesarini e l’attaccante esterno/seconda punta Carlini.
La Reggiana ha il peggior attacco del campionato con appena 6 gol realizzati, ma anche la seconda miglior difesa con 9 reti subite.
Al Druso saranno certamente indisponibili lo squalificato Bovo e gli infortunati Facchin e Rozzio. In forte dubbio anche Manfrin.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri