Serie D
domenica 3 settembre 2017
CALCIO
Il campionato del Trento comincia con una trasferta impegnativa
fonte: Ac Trento

Le tantissime amichevoli, l'"antipasto" della Coppa Italia (sconfitta contro il Dro per 1 a 0 nel turno preliminare) e un'attesa lunghissima, quasi spasmodica: oggi il Trento torna a calcare i campi della Quarta Serie a troppi anni di distanza dall'ultima volta. Quattro, per la precisione, e, corsi e ricorsi storici che tornano, l'avversario fu proprio l'Alzano Cene, una delle due società che nel 2015 diedero vita dopo la fusione alla Virtus Bergamo. Ecco, questa sarà l'avversaria della truppa gialloblù nel giorno del ritorno in serie D. Si comincerà in trasferta con l'obiettivo di mettere il primo tassello stagionale nella corsa verso l'obiettivo, ovvero una posizione "importante" della classifica.
Per l’esordio il tecnico Roberto Vecchiato dovrà fare i conti con due assenze piuttosto pesanti. Il difensore centrale (uso terzino sinistro) classe '97 Moustapha Diop non sarà impiegabile in quanto deve scontare un turno di squalifica, eredità della scorsa stagione, mentre il centrocampista classe '98 Alessio Bertaso dovrà restare a riposo per alcuni giorni (riprenderà martedì ad allenarsi con il gruppo) a causa del problema fisico che l'ha costretto ad interrompere l'allenamento di giovedì. Tutti abili e arruolati, invece, gli altri componenti della rosa con gli ultimi arrivati Alessio Zecchinato e Giovanni Kyeremateng, ancora in ritardo di condizione, che faranno parte dei venti, ma partiranno dalla panchina.

Gli avversari


L'Associazione Sportiva Dilettantistica Virtus Bergamo 1909 nasce ufficialmente nell'estate del 2015 dalla fusione fra AlzanoCene 1909 e Aurora Seriate. L'Alzano Cene a, sua volta, nacque nell'estate del 2006 da una prima fusione tra Alzano Virescit e Ardens Cene, vincendo subito il campionato d'Eccellenza lombardo e disputando diverse stagioni in serie D, prima di una retrocessione, un'altra promozione e, per l'appunto, la fusione con il sodalizio di Seriate, fondato invece nel 1967.
Il tecnico della formazione lombarda è Armando Madonna, ex calciatore professionista di Atalanta, Piacenza, Lazio, Spal e Alzano Virescit e poi in panchina con AlbinoLeffe, Piacenza, Livorno e Portogruaro. Quella attuale è la sua seconda stagione sulla panchina del sodalizio bianconero, ma oggi l'allenatore lombardo non sarà al proprio posto in quanto squalificato e costretto ad assistere al match dalla tribuna.
I calciatori di spicco dell'organico bianconero sono il difensore Vinicio Espinal, dominicano (vanta 4 presenze con la maglia della sua nazionale) cresciuto nel settore giovanile dell'Atalanta e già in serie B con Portogruaro (30 presenze) e Pro Vercelli (22 presenze) e in Lega Pro con Portogruaro, Pro Vercelli, Benevento e Venezia per un totale di 113 presenze impreziosite da 7 marcature, e l'attaccante Alessio Germani, alla sua terza stagione in forza alla Virtus Bergamo con cui ha, sin qui, collezionato 62 presenze e 29 gol. In precedenza il calciatore livornese ha calcato a lungo i campi della serie C2 con Castelnuovo Garfagnana, Caravaggio, Carpenedolo, Casale, Gavorrano e Aprilia con un totale di oltre 140 presenze e 16 reti.
Attenzione anche al centravanti Ersid Pllumbaj, dimostratosi bomber di razza e di categoria nelle ultime due stagioni. Albanese di nascita, il 28enne attaccante di Bajze Shkoder nella scorsa stagione ha realizzato 17 reti (in 31 presenze) con la Bustese e, in quella precedente, è andato a segno 13 volte in Quarta Serie svizzera con la maglia dell'Fc Ascona.

Le probabili formazioni


VIRTUS BERGAMO (3-5-2): Cavalieri (98); Alborghetti (98), Espinal, Meregalli; Martinelli (99), Gomis, Riva, Calì, Pellegrini (99); Germani, Pllumbaj. A disposizione: Colleoni, Capitanio, Marzupio, Finco, Flaccadori, Franchini, N. Lizzola, Probo, Signorelli. Allenatore: Armando Madonna
TRENTO (4-3-3): Cuoco (99); Toscano (98), Calcagnotto, Cascone, Badjan (99); Furlan, Bacher, Paoli (97); Lillo, Lella, Duravia. A disposizione: Grubizza, Casagrande, Rippa, Boldini, Appiah, Ferraglia, Osti, Kyeremateng, Zecchinato. Allenatore: Roberto Vecchiato
ARBITRO: Loffredo di Torino (assistenti: Khaled Bahri di Sassari e Cristofer Meloni di Olbia)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.

Inserire almeno 4 caratteri