Promozione
giovedì 1 giugno 2017
CALCIO
Anaune in Eccellenza. I numeri della Promozione

L'Anaune, dopo due terzi posti consecutivi, vince il campionato di Promozione e si porta in Eccellenza, il massimo campionato regionale. I ragazzi allenati da Filippo Moratti, con 70 punti in 30 partite, hanno sbaragliato la concorrenza per la vittoria finale. Ancora capocannoniere del campionato Davide Panizza con 25 reti.
Il ruolino di marcia parla di 22 vittorie e 4 pareggi. Alla voce gol fatti si legge un eloquente 91, con un +10 in media inglese. Numeri importanti per il team noneso che ha messo ben 15 punti di distacco tra lui e la seconda classificata Benacense (55), la quale farà gli spareggi contro la seconda classificata del girone altoatesino di Promozione (domenica alle 17 a Mezzolombardo). Terzo posto in classifica occupato dal Mori Santo Stefano (52) che, nonostante un attacco stellare formato da Deimichei, Marzocchella e Hasa, non è riuscito a infastidire l'Anaune capolista, dimostrandosi poco continuo nell'arco dell'intera stagione. Subito dietro la ViPo Trento, con 51 punti, che non è riuscita ad agguantare il podio e la Condinese (50), con i canarini secondi in classifica per buona parte del girone di ritorno. L'Aquila Trento, 49 punti, si è piazzata al sesto posto dopo un avvio di stagione complicato, grazie anche all'arrivo sulla propria panchina di Luciano Gabrielli, capace di mantenere una media punti da primissime posizioni. Subito dietro, a due lunghezze, il Nago Torbole (47) di Paolo Zasa che si è salvato senza patemi d'animo e a tre la Garibaldina (46), autentica sorpresa del campionato. Il team di Paolo Marignoli ha perso sei punti a tavolino nel corso della stagione, ma ha fatto intravvedere un ottimo calcio e ha veleggiato nelle prime posizioni per tutto il campionato. A quota 42 punti Bassa Anaunia e Rotaliana, con la formazione di Max Baldo che alla fine dell'andata era addirittura penultimo e che ha disputato un girone di ritorno davvero positivo. A 37 Fersina, Porfido Albiano e Virtus Trento, tutte e tre protagoniste di un buon avvio di stagione, ma calate alla distanza.La squadra di Zenobi ha faticato nel girone di ritorno, perdendo anche lei dei punti a tavolino per una disattenzione. I cembrani sono partiti bene, ma qualche colpo a vuoto ha reso quasi anonima la stagione degli uomini di Cuzzolin. La Virtus Trento nel finale del girone d'andata era addirittura prima in classifica, per poi calare vistosamente nel ritorno.
In fondo alla classifica Settaurense con 24 punti e Ravinense con 22 sono retrocesse in Prima Categoria. Il Mezzocorona è uscito definitivamente dai giochi già alla terza giornata del girone di ritorno.
La classifica

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri