Lega Pro
domenica 23 aprile 2017
CALCIO
Trasferta di prestigio per il Südtirol al Tardini

Domani, lunedì 24 aprile, va in scena allo stadio “Ennio Tardini”, con calcio d'inizio alle ore 20.45 e con diretta su RaiSport, il “Monday Night” tra Parma e FC Südtirol, posticipo in notturna valido per la terzultima giornata del campionato di Lega Pro (girone B). I biancorossi sono reduci da due vittorie consecutive, entrambe col punteggio di 1-0, ottenute nell’ordine a Lumezzane e in casa contro la Maceratese. Nelle ultime cinque partite Cia e compagni hanno conquistato tre vittorie, due delle quali in trasferta (ad Ancona e a Lumezzane). Grazie ai sei punti conseguiti negli ultimi 180 minuti di campionato, i biancorossi hanno sensibilmente avvicinato il traguardo della salvezza. Il Parma è invece reduce da due sconfitte di fila, rimediate segnatamente contro Ancona in casa e Bassano in trasferta. Nelle ultime quattro partite casalinghe i ducali hanno vinto solamente in una occasione. Il rendimento del Parma al “Tardini” è meno convincente di quello esterno, avendo conquistato in casa meno della metà dei punti complessivi (precisamente 30 su 66). Dopo Pordenone (65) e Venezia (55), il Parma ha il terzo miglior attacco del campionato con 54 gol realizzati in 35 partite.
Assenti gli infortunati Fink e Sarzi, in dubbio gli acciaccati Bassoli e Spagnoli. Torna regolarmente a guidare la squadra dalla panchina mister Alberto Colombo, che ha scontato le due giornate di squalifica. Nel Parma assente invece il bolzanino ed “ex” biancorosso Manuel Scavone, cui il Giudice Sportivo ha comminato una giornata di squalifica per cumulo di ammonizioni (5).

Gli avversari ai “raggi X”


Una Coppa delle Coppe, due Coppe Uefa, una Supercoppa UEFA, tre Coppe Italia, una Supercoppa italiana. E poi: un secondo posto e due terzi posti in serie A. Trofei e piazzamenti conquistati negli anni Novanta, quando il sodalizio emiliano faceva parte dell'esclusivo club delle “Sette Sorelle”, ovvero delle sette “big” italiane che si dividevano coppe e allori in Italia e in Europa. Il palmares del Parma Calcio è davvero straordinario per una squadra che milita nel campionato di Lega Pro e che vuole quanto prima tornare ai massimi livelli, perlomeno nazionali. Sino ad appena due stagioni fa il Parma militava in serie A. Poi il fallimento e la ripartenza dalla serie D, vinta nella scorsa stagione. Quest'anno i gialloblu sono tornati fra i professionisti, con l'obiettivo di recitare un ruolo da protagonisti anche in Lega Pro. L'organico abbonda di calciatori che hanno militato per più anni in Serie A e B. Fra questi citiamo il capitano Alessandro Lucarelli, che ha all'attivo oltre 500 presenze tra i professionisti di cui 385 in serie A, il già citato centrocampista bolzanino ed “ex” biancorosso Manuel Scavone e l'attaccante Emanuele Calaiò, il quale ha messo a segno la bellezza di 154 gol fra i professionisti, di cui 34 in Serie A e 92 in serie B.
Nel corso della stagione il Parma ha rivoluzionato la propria area tecnica, sollevando dai rispettivi incarichi l'allenatore Luigi Apolloni, il Direttore Sportivo Lorenzo Minotti e il Direttore Tecnico Andrea Galassi (il Presidente Nevio Scala si è invece dimesso), affidandosi – dopo un breve interregno di Stefano Morrone, allenatore della Berretti - a Roberto D'Aversa come allenatore e a Daniele Faggiano per l’incarico di Direttore Sportivo. Il nuovo Diesse ha potenziato la squadra nel mercato invernale con gli innesti dell'estremo difensore Pierluigi Frattali (quasi 100 presenze in serie B), del difensore centrale Valerio Di Cesare (9 presenze in serie A e 283 in serie B), dell’“ex” biancorosso Simone Iacoponi e dei centrocampisti Matteo Scozzarella (169 presenze e 12 reti in serie B) e Gianni Munari (119 partite e 9 reti in serie A e 191 e 23 reti in serie B)

Le possibili formazioni


Parma (4-3-3): Frattali; Iacoponi, Di Cesare, Lucarelli, Scaglia; Corapi, Scozzarella, Munari; Nocciolini, Calaiò, Baraye. A disposizione: Fall, Zommers, Coly, Messina, Nunzella, Ricci, Saporetti, Giorgino, Simonetti, Edera, Mazzocchi, Sinigaglia. Allenatore: Roberto D'Aversa
FC Südtirol (3-5-1-1): Marcone; Riccardi, Di Nunzio, Bassoli (Baldan); Tait, Furlan, Obodo, Cia, Rantier; Tulli; Gliozzi. A disposizione: Fortunato (Montaperto), Baldan (Bassoli), Brugger, Lomolino, Bertoni, Packer, Broh, Torregrossa, Lupoli, Spagnoli. Allenatore: Alberto Colombo
Arbitro: Riccardo Annaloro di Collegno

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri