SporTrentino.it
Serie C

Una rete di Simonti regala il terzo successo al Trento

La rete di Federico Simonti, la prima tra i professionisti per il giovane cresciuto nel settore giovanile della Fiorentina, consegna la vittoria al Trento, che al Briamasco piega per 1-0 il Fiorenzuola nella sfida valevole per l’ottava giornata d’andata.
Partita decisamente ostica, ma i gialloblù, privi di ben sei elementi, hanno saputo gettare il cuore l’ostacolo, centrando un successo meritatissimo per prestazione e occasioni create.
Primo tempo a reti bianche, mentre nella ripresa il gol di Simonti indirizza il match sul giusto binario, con i gialloblù che in un paio di circostanze sfiorano anche il raddoppio.
Il Trento sale a quota 12 in classifica, raggiunge l’ottava posizione e domenica prossima sarà di scena all’Euganeo per affrontare la capolista Padova.

La cronaca

Mister Parlato deve fare a meno degli infortunati Oddi, Osuji, Ferrara, Bigica, Vianni e dello squalificato Chinellato e si affida all’ormai collaudato “4-3-1-2” con Cazzaro tra i pali e linea difensiva formata da Dionisi e Simonti sulle corsie esterne con Trainotti e Carini al centro. In mezzo al campo Caporali agisce da playmaker con Belcastro e Izzillo interni, mentre Pasquato completa il rombo, operando da trequartista alle spalle del tandem offensivo formato da Pattarello e Barbuti.
Pronti via e i gialloblù hanno subito un’occasionissima per passare a condurre: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Pasquato centra per Carini, che cerca la sponda per un compagno, con il pallone che termina però oltre la traversa.

All’8’ Dionisi imbecca in verticale Pattarello, che brucia Cavalli, che lo spinge in maniera piuttosto plateale: l’arbitro lascia giocare, ma il contatto lascia più di qualche dubbio, considerato che il difensore emiliano si disinteressa completamente del pallone.
Il Fiorenzuola mette fuori il naso al 13’ e si rende pericoloso: diagonale rasoterra dalla destra di Tommasini e palla a lato di pochissimo.
Botta e risposta a cavallo della mezz’ora: prima Izzillo incorna alto dopo una splendida manovra corale trentina, poi gli ospiti “bussano” dalle parti di Cazzaro con una conclusione d'esterno destro di Mamona, che non inquadra la porta.
Il primo tempo si chiude un sinistro di Belcastro da venti metri con pallone alto sopra la traversa.

Nella ripresa i gialloblù tornano in campo con il piede premuto sull’acceleratore e al 50’ sfiorano il vantaggio: ripartenza in campo aperto con Carini che centra dalla sinistra per Pasquato, il cui tiro al volo viene respinto da Battagliola. Belcastro cerca il tap in da pochi passi ma, in situazione d'equilibrio precario, non inquadra la porta.
Al 53’ Parlato effettua un doppio cambio e passa al “3-5-2”, inserendo Galazzini a destra al posto di Barbuti, con Dionisi che scala al centro della difesa e Pasquato che si alza a fianco di Pattarello, mentre in mezzo al campo si rivede Nunes, ad un mese dall’infortunio patito in Coppa Italia il Seregno, che prende il posto di Belcastro con Caporali che passa a fare l’interno.
Il Fiorenzuola prova a pungere al minuto 56: destro a giro del neoentrato Godano, ma Cazzaro è ben piazzato e blocca senza difficoltà.
Al 60’ Izzillo recupera palla e sfonda centralmente: conclusione potente con il pallone che sfiora l’incrocio dei pali e termina la propria corsa oltre il fondo.
Entra Ruffo Luci al posto dello stesso Izzillo e, a strettissimo giro di posta, arriva il gol che deciderà il match.
Caporali vede con la coda dell’occhio l’inserimento di Simonti e, con una gran giocata, premia la corsa del numero sei gialloblù, che entra in area e poi supera Battagliola con una conclusione mancina rasoterra che termina la propria corsa in rete.
Nel finale mister Parlato irrobustisce la mediana con l’innesto di Scorza al posto di Pasquato e, nel primo dei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara, il Trento va ad un soffio dal raddoppio: conclusione rasoterra in diagonale di Pattarello e palla che si accomoda sul fondo di un nonnulla a portiere battuto.

Il tabellino

TRENTO - FIORENZUOLA 1-0 (0-0)
TRENTO (4-3-1-2): Cazzaro; Dionisi, Trainotti, Carini, Simonti; Belcastro (8’st Nunes), Caporali, Izzillo (16’st Ruffo Luci); Pasquato (42’st Scorza); Pattarello, Barbuti (8’st Galazzini). A disposizione: Chiesa, Raggio, Seno. Allenatore: Carmine Parlato
FIORENZUOLA (4-3-3): Battaiola; Potop (24’st Danovaro), Ferri, Cavalli, Guglieri (24’st Dimarco); Nelli (21’st Esposito), Zaccariello, Palmieri; Currarino (1’st Godano), Tommasini, Mamona (24’st Oneto). A disposizione: Burigana, Olivera, Maffei, Giani, Fiorini, Arrondini, Varoli. Allenatore: Luca Tabbiani
ARBITRO: Crezzini di Siena (Assistenti: Linari di Firenze e Marchetti di Pavia. IV Ufficiale: Moretti di Firenze)
RETE: 16’st Simonti (T)
NOTE: Giornata calda. Campo in buone condizioni. Spettatori 700 circa. Ammoniti Pattarello (T), Simonti (T), Nunes (T) per gioco falloso. Calci d’angolo 5 a 1 per il Fiorenzuola. Recupero 2’ + 5’

Fotografie: Carmelo Ossanna

fonte Ac Trento
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,486 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip