SporTrentino.it
Serie D

Trento-Belluno a reti bianche, pareggia anche la Manzanese

Lo 0-0 maturato al termine dei 93 minuti di gioco rispecchia quanto visto in campo. Un Trento come sempre volitivo, ma meno efficace di altre volte nello sviluppo della manovra, complice un Belluno ottimamente messo in campo, capace di tenere testa alla capolista anche negli ultimi 35 minuti, giocati in inferiorità numerica.

Buon per il Trento che anche la diretta concorrente al titolo, la Manzanese, non sia andata oltre il pareggio nella sfida interna con il Cartigliano. Domenica prossima i friulani si presenteranno al Briamasco per il recupero della 13esima giornata a -5 dalla capolista gialloblù, per un incontro che potrebbe rivelarsi determinante ai fini della corsa alla promozione in serie C.
La squadra di Parlato, intanto, ha inanellato il sedicesimo risultato utile consecutivo, tutt’altro che da buttare, perché il Belluno visto in terra trentina è piaciuto, eccome. Forse la miglior squadra fin qui ammirata al Briamasco.
Le due squadre si sono di fatto annullate. Trainotti e compagni hanno messo la museruola a Corbanese, autore di 12 delle 27 reti dei bellunesi. I veneti, quarta forza del torneo, hanno fatto lo stesso con Aliu & Co., guidati in difesa dal classe 2001 Chiesa, uno dei migliori in campo.

RISULTATI DELLA GIORNATA E CLASSIFICA

La cronaca

Le occasioni da gol sono per lo più frutto di iniziative (o per meglio dire invenzioni) dei singoli. È il caso della conclusione al 10’ di Belcastro, che vede il portiere ospite fuori dai pali e per poco non lo sorprende con un gran tiro dai 35 metri: Peterle si salva, con l’aiuto del palo.
I veneti replicano con Masoch (tiro alto), mentre la formazione locale si affida spesso alla verve di Contessa, che al 18’ mette Gatto nelle condizioni di battere a rete dalla linea dei 16 metri (palla a lato di poco) e cinque minuti dopo prova a chiudere una magistrale azione in velocità precedentemente orchestrata da Gatto, Caporali e Ferri Marini: il perfetto traversone dell’esterno aquilotto non trova però nessun compagno a centro area.
L’ultima emozione del primo tempo la regala Aliu, che raccoglie una verticalizzazione di Gatto, entra in area dopo un magistrale stop a seguire e poi mette a sedere il proprio marcatore. Manca solo il gol, negatogli dalla parata di piede di Peterle.

Nella ripresa Parlato prova a dare nuova linfa alla manovra della sua squadra inserendo Comper e Osuji per Pilastro e Ferri Marini. L’espulsione per doppio giallo comminata a Masoch (la sbracciata che gli vale il cartellino rosso appare obiettivamente eccessiva) pare destinata a spianare la strada verso il successo al Trento, che poco dopo – invece – trema.
Al 65’ serve un provvidenziale tuffo di testa di Trainotti per salvare il risultato: il difensore centrale aquilotto disinnesca un pallonetto di un giocatore avversario, a Cazzaro battuto.

Anche in inferiorità numerica, il Belluno non rinuncia a giocare. Anzi. Dopo un gran tiro in corsa di Gatto terminato fuori di poco (con gli applausi del caso per la bellezza dell’esecuzione), Mosca s’inventa una conclusione di collo esterno da posizione defilata che chiama in causa Cazzaro, bravo a rifugiarsi in corner.
Il Trento tenta l’assalto conclusivo: all’82’ Caporali dà lezioni di tecnica, esibendosi in un perfetto controllo orientato che lo mette nelle condizioni di servire a centro area il neoentrato Rivi. Quest'ultimo, di testa, non riesce però a schiacciare il pallone, spedendolo alto sopra la traversa.
L’ultimo brivido per il Belluno arriva al 92’ e a procurarlo è Comper. Splendida la sua giocata, ma la palla messa a centro area non trova nessun compagno. Il primo ad arrivare sulla sfera è ancora una volta un giocatore della formazione di mister Lauria, che merita una sincera stretta di mano e il punto conquistato sul campo della capolista.

Domenica 14 marzo il recupero con la Manzanese

In settimana è stata ufficializzata la data del recupero tra Trento e Manzanese, ovvero la prima e la seconda forza del torneo. L'importante sfida, valevole per la tredicesima giornata del girone d'andata, andrà in scena domenica 14 marzo allo stadio Briamasco, con fischio d'inizio alle 14.30. Le due squadre si presenteranno all'appuntamento distanziate di 5 punti l'una dall'altra.
Alle loro spalle c'è l'Union Clodiense Chioggia, che è staccata di 9 punti, ma con una partita in meno, quella rinviata oggi (contro l'Ambrosiana).

Il tabellino

TRENTO – BELLUNO 0-0
TRENTO: Cazzaro, Contessa (24’st Tinazzi), Trainotti, Caporali, Belcastro (35’st Rivi), Aliu, Bran (40’st Santuari), Gatto, Dionisi, Pilastro (11’st Comper), Ferri Marini (11’st Osuji). Allenatore: Carmine Parlato.
BELLUNO: Peterle, Gjoshi, Mosca, Quarzago, Sommacal, Masoch, Bertagno, Corbanese, Cescon (11’st Spencer), Petdji. Allenatore: Renato Lauria.
ARBITRO: Francesco Burlando di Genova (Gianluca Scardovi di Imola ed Emanuele Fumarulo di Barletta).
NOTE: 14’st espulso per doppia ammonizione Masoch (B). Ammoniti Bertagno (B), Sommacal (B), Peterle (B) e Aliu (T). Corner: Trento 3, Belluno 3. Recupero: 1’+ 3’.

Autore
Luca Franchini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip