calcio.sportrentino.it
SporTrentino.it
Serie C

Con una ripresa brillante il Trento fa centro a Gorgonzola

Non è ancora fatta, ma quasi! Il match di andata dei playout regala una fetta abbondante di riconferma in serie C al Trento, che torna da Gorgonzola con un 3-2 che regala tanti bei sorrisi all’ambiente gialloblù dopo settimane di cattivi pensieri.
Un successo limpido e meritato, sofferto per buona parte della gara e maturato nella parte centrale e finale della ripresa, quando in 24 minuti Izzillo, Trainotti e Pasquato hanno risolto la pratica con grande autorevolezza. La rete di Palazzolo nel convulso recupero tiene aperto il discorso, ma con la vittoria in trasferta e la possibilità di cavarsela anche perdendo di un gol si può davvero guardare con ottimismo alla sfida di ritorno di sabato prossimo al Briamasco.

La cronaca

Sul campo del comune dell’hinterland milanese D’Anna presenta un Trento piuttosto coperto con la difesa a cinque, Osuji e Caporali in mediana, Belcastro e Pasquato a supporto di Bocalon. Solo panca per Pattarello e Barbuti. La Giana per contro non soffre l’assenza dell’esperto Ferrari, squalificato, appare spigliata e determinata ed entra nel match fin da subito creando imbarazzi imprevisti alla difesa gialloblù.
La parità non a caso dura gran poco: è il quarto d’ora quando Perico inzucca indisturbato su corner dalla destra, sorprendendo Trainotti e Caporali poco reattivi nell’occasione. La risposta del Trento è tutta in un‘iniziativa personale di Pasquato, che si smarca sulla tre quarti, riceve e pilota palla in orizzontale finché non trova il pertugio per scaricare un velenoso rasoterra che centra il palo sinistro di Zanellati, rimbalza sul palo destro e viene allontanato fra le recriminazioni degli oltre 300 tifosi trentini presenti (su un migliaio circa di paganti). Lo scampato pericolo consolida la supremazia della Giana, che tiene il pallino del gioco con sicurezza andando al riposo col meritato vantaggio. Qualche perplessità pervade invece i gialloblù che appaiono spuntati e insicuri, incapaci di produrre giocate pericolose se non affidandosi all’estro del solito Pasquato.

Tutt’altra storia dopo l’intervallo con la Giana che scende di una tacca e mezzo di rendimento e il Trento che sale in verticale. D’Anna ci mette del suo togliendo Caporali e inserendo l’ispirato Izzillo, che in uno dei primi palloni toccati fa centro con una conclusione al volo dal limite dell’area, su assist di Belcastro. Il pareggio carica a molla gli aquilotti che sei minuti più tardi passano anche in vantaggio: cross di Pasquato su azione susseguente a corner, stacco felino di Trainotti che ruba il tempo a tutti e infila il sette lontano. La Giana è sulle ginocchia, spinge con tanta rabbia, ma zero lucidità e al 39’ il Trento, che sciorina ancora un’invidiabile condizione atletica, la punisce di nuovo: ripartenza strepitosa di Dionisi, che nutre il perfetto inserimento di Ruffo Luci, assist al bacio per Pasquato, dribbling sul portiere e 3-1 a porta vuota, esaltante. Forse troppo esaltante, perché ne segue un peccato di deconcentrazione, che nel recupero concede ai lombardi il gol in mischia del 3-2. Un risultato da accettare a braccia spalancate, tanto più dopo quel primo tempo che non aveva convinto proprio. La sfida però rimane aperta e guai cedere alle illusioni. Fra sette giorni l’atto decisivo e finale.

Il tabellino

GIANA ERMINIO - TRENTO 2-3 (1-0)
GIANA ERMINIO (4-3-3): Zanellati; Perico, Bonalumi, Magli, Vono; Acella (20’st Cazzola), Panatti (36’st Caferri), Palazzolo; N. Corti (1’st A. Corti), D’Ausilio (36’st Ghilardi), Tremolada (28’st Messaggi).
A disposizione: Casagrande, Barazzetta, Carminati, Piazza, Gaye, Gorghelli, Pala.
Allenatore: Matteo Castelnovo (Contini squalificato).
TRENTO (3-5-2): Marchegiani; Dionisi, Trainotti, Carini; Galazzini (28’st Bearzotti), Belcastro (28’st Ruffo Luci), Caporali (11’st Izzillo), Osuji, Oddi; Bocalon (42’st Barbuti), Pasquato.
A disposizione: Cazzaro, Pigozzo, Simonti, Chinellato, Raggio, Vianni, Seno, Pattarello.
Allenatore: Lorenzo D’Anna.
ARBITRO: Longo di Paola (Assistenti: Pragliola di Terni e Giuggioli di Grosseto. IV Ufficiale: Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto).
RETI: 16’pt Perico (GE), 16’st Izzillo (T), 22’st Trainotti (T), 39’st Pasquato (T), 46’st Palazzolo (GE).
NOTE: spettatori 1.041. Campo in buone condizioni. Giornata uggiosa con pioggia a tratti durante l’incontro. Ammoniti A. Corti (GE), Caferri (GE), Galazzini (T), Caporali (T) per gioco falloso. Calci d’angolo 6 a 4 per il Trento. Recupero 0’ + 4’.

Nostro servizio

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip