SporTrentino.it
Serie D

La Virtus Bolzano batte il Campodarsego nell’anticipo

La Virtus Bolzano ritrova il sorriso, batte il Campodarsego nello scontro diretto e conquista 3 punti di fondamentale importanza nella corsa alla salvezza. All’Internorm Arena finisce 2-1 in favore della formazione di casa, che fa suo l’anticipo della nona giornata di ritorno del campionato di serie D girone C e soffre più del dovuto, sprecando occasioni in sequenza nella ripresa.

RISULTATI DEGLI ANTICIPI E CLASSIFICA AGGIORNATA

Il punteggio, per quanto visto in campo, sta stretto ai bolzanini, che limitano i rischi, mantenendo però in partita gli avversari fino all’ultimo.

I gol arrivano tutti nel primo tempo. Il primo porta la firma del giocatore di casa Grezzani, che al 10’ scambia con Timpone, ricevendo un cross a mezz’altezza che il trequartista scaraventa in rete in bello stile.
Al 32’ il Campodarsego pareggia i conti: Busetto fa spiovere la palla in area biancorossa, la difesa intercetta ma la sfera termina sui piedi di Zavan che, tutto solo, insacca nell’angolino basso.
A rimettere le cose a posto, nei minuti di recupero della prima frazione, ci pensa Timpone. È il 48’ quando Bonou si esibisce in una bella sortita offensiva: il suo cross trova la testa di De Santis, la cui zuccata viene respinta dal palo.
Sul pallone si getta il bomber della Virtus, che sigla il gol da tre punti mettendo in rete il tap-in.
Nella ripresa i padroni di casa hanno più volte la palla per chiudere i conti, ma mancano di concretezza sotto porta. Grezzani al 54’ spara alto da posizione ravvicinata, per poi dettare con un tiro-cross (al 61’) l’inserimento di Elis Kaptina, che arriva con un attimo di ritardo all’appuntamento con il gol.
All’80’ Kiem lascia il campo dopo uno scontro aereo, ma lo fa sulle proprie gambe, costretto però a cedere il posto a Carella. Quest’ultimo, all’86’, colpisce pure una traversa con un tiro da posizione defilata, dopo che Elis Kaptina (all’84’) si era visto respingere dall’estremo difensore avversario un bel rasoterra scagliato dal limite dell’area. Nel finale è Mlakar ad avere l’occasione del 3-1, ma il suo tiro si spegne sul fondo.
La Virtus Bolzano può recriminare per qualche occasione sprecata di troppo, ma ritrova comunque la vittoria, che mancava dal 28 febbraio scorso (5-0 all’Adriese). Per il team di Sebastiani si tratta del secondo risultato utile, dopo lo striminzito 0-0 sul campo del fanalino di coda Chions.

Il tabellino

VIRTUS BOLZANO – CAMPODARSEGO 2-1
VIRTUS BOLZANO (4-3-1-2): Iardino; Davi, Kiem (35’st Carella), Rizzon, De Santis (33’ s.t. Kicaj); Bounou, Bacher, Cremonini; Grezzani (41’st A. Kaptina); Timpone (22’st Mlakar), E. Kaptina (41’st Guerra). A disposizione: Vitiello, Forti, Osorio, Rabija. Allenatore: Gabbiano Santin (Sebastiani squalificato).
CAMPODARSEGO (4-4-2): Trezza; Annoni (21’st Boscolo Bisto), Severgnini, Gentile, Busetto; Zavan, Conti (43’st Trovade), Salata (21’st Petrilli), Callegaro; Sottovia (29’st D’Appolonia), Bonaventura (1’st Akammadu). A disposizione: Boscolo, Montin, Tardivo, Proto. Allenatore: Alessandro Ballarin.
ARBITRO: Papale di Torino (Cimmarusti di Milano e Di Meo di Nichelino).
RETI: 10' pt Grezzani (VB), 32' pt Zavan (C), 48' pt Timpone (VB).
NOTE: ammoniti Zavan, Gentile e Conti per il Campodarsego; Cremonini, Bacher e Rizzon per la Virtus Bolzano. Angoli 5 a 3 per la Virtus Bolzano. Recupero: 3’ + 6’.

Autore
Luca Franchini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip