calcio.sportrentino.it
SporTrentino.it
Serie D

La Virtus Bolzano sfiora il primo successo fuori casa

La Virtus Bolzano assapora i primi tre punti stagionali in trasferta, ma si fa riprendere nel finale dal rigore di Rocco. Il Legnago strappa un pareggio per 1-1 quasi insperato nell’anticipo della nona giornata del girone C di Serie D. Tra tutte, questa resta la gara con più rammarico per mister Sebastiani. Su un campo difficile, che nelle scorse due stagioni ha disputato la terza serie nazionale. Non è bastato il gol di Davide Cremonini in un secondo tempo in gran parte dominato dai bolzanini. Nel primo, invece, sono i padroni di casa ad approcciare meglio. I soli 9 punti in 8 giornate non possono realmente rappresentare la forza dei veneti. E così, la compagine guidata dall’ex Milan Massimo Donati parte a mille all’ora per tentare di invertire il trend. Attacca con tutti gli effettivi, cercando di scardinare la giovanissima retroguardia biancorossoverde, guidata solo da classe 2003 e 2004. L’assenza di Kicaj, acciaccato e subentrato solo nella ripresa, si fa sentire fino a un certo punto. Hochkofler e Bussi, supportati ai lati da Zandonatti e Sinn, lasciano pochissimi spazi. Al 19’ Sambou ci prova da fuori, ma va lontano dal bersaglio grosso. Cinque minuti dopo ci pensa Van Ransbeeck a calciare alto, mentre un minuto più tardi è Rocco, da dentro l’area, ad alzare troppo la traiettoria da posizione favorevole. Attorno al 28’, la Virtus passa momentaneamente in vantaggio, vedendosi spezzare la gioia del gol subito dopo: la rete di Osorio viene infatti annullata per fuorigioco. Al 32' ci prova Baradji di testa, con il pallone che esce di poco sopra la traversa. Il Legnago non smette di provarci. Al 38' Van Ransbeeck subisce fallo dal limite dell’area, si incarica personalmente del tiro e Pircher tocca con la punta delle dita una pennellata destinata a entrare in porta.

Nella ripresa cambia il canovaccio della contesa. La Virtus Bolzano prende coraggio, anche grazie all’ingresso in campo di Okoli al posto di uno spento Isufaj. Al 60', la rete dello 0-1 parte dal solito Osorio. L’italocubano ne salta un paio sulla fascia, mette in mezzo e – dopo una deviazione – arriva di gran carriera Cremonini: il destro al volo del numero 10 bolzanino è perfetto, Di Stasio battuto. Il gol regala linfa positiva a Mayr e compagni. Al 74', in contropiede, gli ospiti sfiorano il colpo del ko: Okoli si fa spazio con il corpo e conclude, stampando la sfera sul palo. Le prova veramente tutte Donati. Il Legnago è all’arrembaggio, potenzialmente perforabile in ogni azione di contropiede. Ma è a quattro minuti dall’avviso del recupero che i veneti si creano la chance per pareggiare. Dopo una serie di batti e ribatti, Muteba crossa e Hochkofler intercetta di mano. Un episodio che non rende giustizia alla superba prova del centrale classe 2003. L’arbitro assegna il calcio di rigore, di cui si incarica capitan Rocco, il quale trasforma con freddezza.

Il tabellino

LEGNAGO SALUS-VIRTUS BOLZANO 1-1
RETI: 15' st Cremonini (VB), 42' st Rocco rig. (LS)
LEGNAGO SALUS (3-5-2): Di Stasio; Sbampato, Casarotti (31' st Rodella), Noce; Zanetti (18' st Bernardini), M. Travaglini (18' st Santi), Van Ransbeeck, Baradji, Mazzali (35' st Muteba); Sambou, Rocco. All. Massimo Donati
VIRTUS BOLZANO (4-3-1-2): Pircher; Zandonatti, Hochkofler, Bussi, Sinn; Mayr, A. Kaptina, Cremonini; Bounou (24' st Kicaj); Osorio (40' st Kuka), Isufaj (7' st Okoli). All. Alfredo Sebastiani
Arbitro: sig. Maione (sez. di Ercolano)
Ammoniti: Bounou (VB), Van Ransbeeck (LS), Isufaj (VB), Mayr (VB), Sbambato (LS)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,547 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip