calcio.sportrentino.it
SporTrentino.it
Eccellenza

La Virtus torna in D, Dro e Rotaliana affondano in Promozione

A distanza di 316 giorni dallo sciagurato spareggio di Sant'Ambrogio di Valpolicella che aveva sentenziato un'amarissima retrocessione, la Virtus Bolzano batte la ViPo Trento e ritrova la Serie D. 22 vittorie, 7 pareggi e 3 sole sconfitte, 71 gol fatti e 23 subiti: questi i numeri che hanno permesso ai ragazzi di Alfredo Sebastiani di chiudere il campionato di Eccellenza con due giornate di anticipo. A Gabbiolo i bolzanini hanno sbloccato il match alla prima azione: merito di Adrian Osorio, che dopo aver scambiato con Timpone ha battuto Stancu da posizione ravvicinata. Dopo altre tre occasioni ospiti, una traversa di Marku su punizione e il conseguente gol annullato per fuorigioco a Pecoraro, lo stesso Osorio di testa mette in rete lo 0-2 concretizzando una splendida azione e l'assist di Cremonini. Nella ripresa un tocco ravvicinato del neoentrato Matteo Degasperi ha riportato in partita i collinari, che poi con Pecoraro (altro legno) e Capra (altro gol annullato) hanno sfiorato il pari. Al triplice fischio, è così esplosa la festa della società del presidente Robert Oberrauch.

I festeggiamento bolzanini per la Serie D ritrovata
I festeggiamento bolzanini per la Serie D ritrovata

Intanto a Mezzolombardo e Oltra sono arrivate le retrocessioni matematiche per Rotaliana e Dro Alto Garda. I biancazzurri hanno prontamente reagito con Simone Chiarello al primo gol del San Giorgio firmato dal solito Martin Ritsch (al 24° gol in campionato), per poi soccombere sull'1-2 firmato da Leo Brugger. I gialloverdi sono invece stati stesi dal Termeno, passato nel finale con Nicola Dalla Valle e un rigore di Alex Pfitscher dopo il botta e risposta tra il bianconero Davide Caldato e il gardesano Angelo Guarino.

Grazie alla riconferma in D del Levico Terme possono festeggiare la salvezza Anaune Val di Non (in campo stasera nel posticipo sul campo del Bozner), Mori Santo Stefano (sul campo del Comano Terme Fiavé pari firmato da Marco Canali e Matteo Raveane) e Arco 1895 (rocambolesca vittoria sul terreno del Maia Alta grazie agli acuti di Matteo Calzà, Leonard Rizvani e Gabriele Lombardo e al rigore nelle ultimissime battute trasformato da Daniele Pederzini).

Vibrante pareggio tra Brixen e Lavis: rossoblù avanti 0-2 e 1-3 grazie alla tripletta di Claudio Barbetti (che sale così a 22 gol segnati), altoatesini bravi nel reagire con Manuel Wachtler e con una doppietta di Jan Martin Vinatzer. Ennesimo acuto del Lana, passato sul campo del San Paolo grazie all'inzuccata vincente di Christof Auer, secco 4 a 0 dello Stegona (a segno Giovanni Lacedelli, Patrick Bacher, Luca Lorenzi e Noah Gietl) sul già condannato Gardolo.

IL QUADRO COMPLETO DELLA 32ª GIORNATA DI ECCELLENZA

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,562 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip