SporTrentino.it
Giudice sportivo

Berardinelli squalificato due anni, a Gardolo piovono sassi

Pessime notizie nel mondo del calcio juniores, dove nello scorso weekend si sono registrati diversi episodi violenti. Nei campionati maggiori, invece, lavoro tutto sommato ordinario per il Giudice Sportivo.

Eccellenza, tre appiedati e Dro multato

Tre i giocatori squalificati nel massimo campionato regionale: si tratta di Mirko Vinci (Arco 1895), Valentini Saffioti (Lana) e Hannes Ohnewein (San Paolo).

Per quanto riguarda le società, il Dro Alto Garda è stato multato di 100 euro “per il comportamento irriguardoso dei propri sostenitori nei confronti dell'arbitro”.

Una sola calciatrice "in castigo"

Una sola calciatrice squalificata in Eccellenza femminile: si tratta di Debora Kuenrath (Red Lions Tarsch).

Due squalificati, entrambi valsuganotti

Nel massimo campionato provinciale due i calciatori espulsi domenica scorsa, ma sia Raphael Malacarne (Calceranica), sia Samuele Colme (Telve) hanno già scontato la squalifica nel turno infrasettimanale.

Inibiti sino al 4 novembre Luca Benolli, dirigente del Nago Torbole, sino al 28 ottobre Luciano Romagna (Telve), sino al 21 ottobre Andrea Cristelli (Calceranica) ed Enrico Ferrai, mister della medesima società valsuganotta.

Multato di 100 euro il Sacco San Giorgio, in quanto “ fine gara, nel corso del rientro negli spogliatoi, sostenitori di parte, gettavano della birra in campo senza colpire alcuno”.

Rilint Rama quando militava nel Dro in Serie D
Rilint Rama quando militava nel Dro in Serie D

Rilint Rama, 5 gialli in 5 partite

In Prima Categoria inibito sino al 21 ottobre Alex Dell'Agnolo, dirigente del Valsugana. Identica la squalifica comminata ad Antimo Buonanno, mister dell'Aldeno.

Tra i calciatori, due le giornate di stop inflitte ad Antonio Tanase Carhat (Romania Trento), una la partita che dovranno saltare invece Michel Faes (Aldeno), Samuele Ruggiero (Fassa) e Sebastiano Lazzaro (La Rovere), tutti espulsi domenica scorsa. La prima squalifica per cumulo di ammonizioni della stagione se l'è invece guadagnata Rilint Rama (Cristo Re), appiedato per un turno dopo i 5 cartellini gialli collezionati in altrettante presenze.

Multate Vallagarina e Oltrefersina

Nell'ultima divisione del calcio provinciale due le società multate: il Vallagarina dovrà scucire 150 euro in quanto “pubblico di casa, proferiva contro l'arbitro, insulti e frasi particolarmente offensivi”, mentre l'Oltrefersina dovrà pagare 80 euro in quanto “sostenitori di casa, inveivano con insulti contro il direttore di gara”.

Cinque i calciatori squalificati: Klement Nonaj (Audace), Luca Cristele (Orzano), Michele Cattani (Robur), Massimo Corazzola (Robur) e Pjeter Gjoni (3P Valrendena).

Tra i dirigenti, inibito sino al 28 ottobre Ivo Sartori (3P Valrendena).

Due anni a Berardinelli, il "guardalinee" violento

Brutte notizie provengono anche dalle categorie riservate ai calciatori più giovani. Nel campionato juniores élite, il Gardolo è stato multato di 250 euro in quanto “sostenitori di parte, lanciavano in campo piccole pietre, colpendo al piede un giocatore avversario”. Nel campionato juniores provinciale sconfitta a tavolino per il Tnt Monte Peller, che lunedì sul campo della Garibaldina con solamente sei effettivi.

A dir poco deprecabile il comportamento di Simone Berardinelli, dirigente dell'Alto Garda, squalificato per due anni, ovvero fino al 14 ottobre 2023. Quanto scritto nel Comunicato ufficiale ha ben poco a che vedere con il calcio: “assistente di parte, al termine della gara, dopo che l'arbitro aveva ammonito un suo giocatore per proteste, gli si avvicinava, bloccandogli la mano per fargli abbassare il cartellino. Successivamente, con entrambe le mani, lo spintonava al petto facendolo indietreggiare di oltre un metro, provocandogli forte dolore e spavento. Al conseguente provvedimento di allontanamento, reagiva con estrema violenza, colpendo l'arbitro al braccio e al costato per ben tre volte con la bandierina da assistente, causando forte dolore. Visitato successivamente al pronto soccorso, gli veniva riconosciuta una prognosi di sei giorni per i colpi violenti subiti”.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip