SporTrentino.it
Tornei

Olimpia Merano e Levico Terme teste di serie al Pulcino d'Oro

La ViPo Trento ha conquistato il premio speciale Wd Lifestyle Green, mentre le regionali Olimpia Merano e Levico Terme hanno conquistato un posto tra le teste di serie. I gironi finali della prima fase hanno definito il quadro delle sedici teste di serie della sesta edizione del Torneo Internazionale Pulcino d’Oro, che fino a domenica 5 settembre vedrà scendere in Valsugana numerosissimi baby calciatori.
Le dodici professionistiche entreranno in campo domani, già accreditate di un posto da testa di serie. Le altre quattro, per un totale di sedici, sono state decretate dai giorni di finale della prima fase, disputati sui campi di viale Lido a Levico Terme. I quattro raggruppamenti hanno promosso a pieni voti i padroni di casa del Levico Terme, i veneti del Città di Caorle – La Salute e i siciliani del Vivi don Bosco Oreto, Barcellona Pozzo di Gotto, Messina, che sono andati quindi ad aggiungersi ai 12 top club iscritti Roma, Lazio, Fiorentina, Torino, Sassuolo, Hellas Verona, Venezia, Parma, Cittadella, Südtirol e le straniere del Porto e Sporting Lisbona.

Il Levico Terme ha conquistato un posto, vincendo il proprio raggruppamento a tre con San Zeno Verona e Nogaredo, mentre gli altoatesini dell’Olimpia Merano B hanno superato la concorrenza di Voluntas Brescia e Sacco San Giorgio. Gli altri due gironi hanno promosso il Città di Caorle – La Salute davanti ai romani dello Sporting Fiumicino e la Junior Jesina, e il Vivi don Bosco Oreto che ha mostrato un ottimo collettivo vincendo su Comano Terme Fiavé e Pedemonte.
Tutte le società che non si sono qualificate per i gironi finali testa di serie hanno giocato per l’assegnazione del premio speciale Wd Lifestyle Green. Nel girone A Maia Alta primo a pari punti con Nogaredo, ma semifinalista per miglior punteggio negli shoot-out. La ViPo Trento, nel secondo raggruppamento, ha superato Calavino, Pergine Calcio e Tione, nel C, il Voran Leifers A ha sbaragliato la concorrenza di Olimpia Merano e Voluntas Brescia. Nel girone D, infine, Audace A primatista davanti a Dolomiti Bellunesi e Lavis. La ViPo Trento ha poi superato il Maia Alta e l’Audace, anche grazie agli shoot-out, assicurandosi così il premio.

In ossequio alla tradizione, la seconda giornata della kermesse è stata quella delle presentazioni ufficiali. Terminate le partite, le squadre dei club dilettantistici e professionistici si sono portate nel centro storico di Levico, con partenza dalle Terme e hanno sfilato fino all’anfiteatro nel parco Asburgico, dove ha danzato la Sezione Coreutica della Scuola Secondaria di Primo Grado di Levico Terme. La coloratissima sfilata è stata senza ombra di dubbio uno dei momenti più emozionanti della manifestazione con i giovani giocatori protagonisti. Hanno partecipato l’Assessore Provinciale Roberto Failoni, il Presidente della Regione Roberto Paccher, il Presidente della Cassa Rurale Alta Valsugana Franco Senesi, il Sindaco di Levico Terme Gianni Beretta.

Domani le squadre torneranno in campo per la fase d’indirizzamento del Torneo, che andrà a definire gli otto giorni finali validi per l’assegnazione del Pulcino d’Oro, Pulcino d’Argento, Pulcino di Bronzo, Pulcino Gialloblù e Pulcino Arcobaleno (rosso, bianco azzurro e verde).
L’elenco completo delle 16 teste di serie: Roma, Lazio, Fiorentina, Torino, Sassuolo, Hellas Verona, Venezia, Parma, Cittadella, Südtirol, Porto, Sporting Lisbona, Vivi don Bosco Oreto, Città di Caorle – La Salute, Olimpia Merano, Levico Terme.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip