SporTrentino.it
Femminile

Il Trento Femminile pronto al via, molte le novità

Dopo una stagione da incorniciare come quella passata, chiusa con un brillante secondo posto nel girone B della serie C, il Trento Calcio femminile guarda già da tempo alla prossima, ripartendo dall’ossatura che tanto bene ha fatto, affidata alle mani di Massimo Spagnolli, all’esordio nel football rosa. Il tecnico è stato confermato, insieme al preparatore dei portieri Massimo Trenti, al preparatore atletico Giorgio Bertoluzza e al fisioterapista Davide Buselli, non sarà invece più del gruppo Beatrice Visintainer.
Stesso dicasi per quattro giocatrici della rosa, che non vestiranno più i colori gialloblù, ovvero Elisa Battaglioli, trasferitasi a Ravenna in Serie B, Rachele Tomasi, Veronica Chierchia e Chiara Pasqualini, che per motivi diversi hanno deciso tutte e tre di abbandonare l’attività sportiva.

Gabriella Settecasi
Gabriella Settecasi

I nomi nuovi sono invece quelli di Giordana Torresani, che rientrerà dopo l’infortunio, Gabriella Settecasi e Gaia Gastaldello. Gabriella Settecasi, classe 1991, siciliana, dopo le prime esperienze con il calcio a 5 a 10 anni (a Ribera) è approdata al calcio a 11 vestendo le maglie del Marsala, del Palermo, del Südtirol e dell’Unterland Damen. Gaia Gastaldello, del 2002, è invece reduce da quattro stagioni al Padova, città che ha lasciato per raggiungere Trento per motivi di studio.

Gaia Gastaldello
Gaia Gastaldello

Un altro tema importante ha tenuto banco nelle ultime settimane ed è quello che riguarda le sinergie che la società sta costruendo con il Calcio Trento. Come è noto da questa stagione ogni club che iscrive una squadra ad un torneo professionistico maschile deve allestire anche due formazioni femminile giovanile, una Under-15 e una Esordienti o Pulcini, un obbligo al quale deve quindi adempiere anche la società guidata da Mauro Giacca. I contatti fra i due sodalizi sono avviati da tempo e per ora non poteranno ad alcuna fusione, ma alla costruzione di una serie di sinergie che andranno oltre il semplice adempimento delle richieste regolamentari.
«Nella prossima stagione il Trento Calcio femminile potrà contare su tre squadre giovanili, - spiega il presidente Lorenzo Holler - coprendo le categorie Pulcini (9-10 anni), Esordienti (11-12 anni) e Giovanissime (13-14 anni), due delle quali assolveranno agli obblighi del Trento. Quella che vorremmo costruire è però una collaborazione che vada oltre questa partecipazione, estendendosi ad altri ambiti nei quali si possono costruire economie di scala. Un primo esempio sarà l’Open Day che organizzeremo insieme nelle prossime settimane, al quale prenderanno parte bambini e bambine, ma potremo gestire insieme anche i campi, l’acquisto del materiale tecnico e delle divise da gioco e da allenamento, i servizi di professionisti come preparatori atletici e fisioterapisti».
Insomma un “work in progress” che potrebbe estendersi a molti ambiti e contribuire alla crescita della più importante società femminile trentina, trainata dai successi di quella maschile.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip