Serie D
domenica 5 maggio 2019
CALCIO
Il Trento chiude la stagione con una sconfitta casalinga
fonte: Ac Trento

Il Trento onora fino alla fine il campionato disputando una buona prova contro il Belluno, non riuscendo però a superare le resistenze venete. La formazione di mister Bodo sfiora a più riprese il vantaggio, ma subisce la veemente reazione ospite finalizzata al meglio dal destro al volo di Zigon. Nelle file del Trento da segnalare il debutto in Prima Squadra del classe 2001 Matteo Degasperi, prodotto del settore giovanile aquilotto.

La cronaca


Per l'ultima giornata della stagione regolare il Trento si affida al "4-3-3": tra i pali spazio ancora a Guadagnin, mentre la linea difensiva è formata da Paoli e Panizza sulle corsie esterne con Carella e Zucchini al centro. Furlan agisce davanti alla difesa con Frulla e Trevisan interni, mentre il tridente avanzato è guidato da Bosio con Petrilli e Roveretto a supporto.
Il Belluno parte con il piede pigiato sull’acceleratore e al 3’ l’ex di turno Duravia entra in area di rigore e calcia di potenza con Guadagnin, attento all’altezza del primo palo, che devia in corner. I padroni di casa si rendono pericolosi dagli sviluppi di diversi calci d’angolo, ma al 5’ è Mosca che cerca la conclusione ad effetto, ma il suo tiro si stampa sulla barriera.
Il Belluno prova a pungere sulle corsie laterali, ma la retroguardia gialloblù fa buona guardia, al 32’ nuovo tentativo di Miniati da fuori area, Zucchini respinge con il corpo. Al 41’ si rivede il Trento con Paoli che sulla corsia di destra si rende pericoloso con un traversone a centro area, ma la difesa del Belluno fa buona guardia.
La prima frazione si conclude con gli ospiti pungono con una punizione di Miniati che sorvola di poco la traversa.

Alla ripresa delle ostilità il Trento parte forte: prima Roveretto ci prova dalla sinistra e, poi, Trevisan aggancia un traversone di Paoli e spalle alla porta prova a servire Petrilli, ma la difesa veneta allontana. Il Trento è vivo e poco dopo sempre dagli sviluppi di un traversone di Paoli, Roveretto è libero di incornare da ottima posizione ma non trova lo specchio della porta. Si vede anche il Belluno: tiro da Mosca dal limite dell'area, para senza difficoltà Guadagnin. Sul ribaltamento di fronte occasionissima per il Trento: assist di Frulla per Bosio che, dal limite dell'area piccola, non trova l'impatto con la sfera a porta praticamente sguarnita. Nel momento migliore del Trento arriva però la rete che decide la contesa: lancio dalla trequarti offensiva per Zigon che, in posizione sospetta, lascia rimbalzare la sfera e poi batte Guadagnin con un gran sinistro che s'insacca all'incrocio dei pali.
Mister Bodo prova ad agguantare il pareggio affidandosi ai ragazzi della “cantera” gialloblù, ma il risultato non cambia più fino al triplice fischio finale

Il tabellino


AC TRENTO - AC BELLUNO 0-1


AC TRENTO (4-3-3): Guadagnin; Paoli, Carella, Zucchini, Panizza; Frulla (33'st Battisti), Furlan, Trevisan (38'st Degasperi); Petrilli, Bosio (25'st Ferraglia), Roveretto. A disposizione: Barosi, Bertaso, Baronio, Romagna, Islami, Sabato. Allenatore: Loris Bodo.
AC BELLUNO: Burigana, Petdji, Mosca, Chiesa, Visentin, Sommacal, Olivotto (28'st Spencer), Bertagno (38'st Pellicanò), Corbanese, Duravia (15'st Zigon), Miniati. A disposizione: Pozzato, Gava, Grigolo, Borgato, Salvadego, De Carlo. Allenatore: Diego Zanin.
ARBITRO: Russo di Torre Annunziata (Piatti di Como e Mazzeo di Busto Arsizio).
RETE: 21'st Zigon (B).
NOTE: campo in discrete condizioni. Giornata fredda e piovosa. Spettatori 300 circa. Ammoniti Battisti (T) e Corbanese (B) per gioco falloso. Calci d'angolo 9 a 4 per il Trento. Recupero 0' + 3'.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,562 sec.

Inserire almeno 4 caratteri