Serie D
domenica 7 ottobre 2018
CALCIO
Il Trento cede anche alla Virtus Bolzano

Trento da incubo, anche la Virtus Bolzano passa al Briamasco.
Il calcio piazzato vincente di Koni a fine primo tempo regala la vittoria alla Virtus Bolzano nel derby regionale. I gialloblù nella ripresa provano a rimontare lo svantaggio, creando un paio di palle gol ma senza riuscire a "sfondare", sbagliando anche un calcio di rigore con capitan Furlan. Domenica prossima impegnativa trasferta sul campo del Delta Porto Tolle.

I bolzanini non hanno demeritato, chiudendo ogni spazio agli avversari.
Claudio Rastelli, nell'undici iniziale, opta per uno schieramento prudente. Difesa a tre con Kostadinovic, Zucchini e Sorbo e con due esterni per lo più di copertura come Cazzago e Badjan. Selvatico inizia dalla panchina.
Al 3' primo tentativo dei padroni di casa: Bardelloni fa la sponda per la botta di prima intenzione di Dragoni, con la sfera che si perde a lato. La Virtus Bolzano non sta a guardare, gioca bene, in maniera ariosa, e all'8' Kicaj con il destro calcia sul primo palo con Barosi che para. Quindici minuti di match e la gara la fanno gli ospiti. Arnaldo Kaptina per il fratello Elis, controllo acrobatico del 7 e battuta in sforbiciata alta. Sul ribaltamento di fronte si vedono i padroni di casa. Bertoldi fa da torre per Bertaso che impegna Weiss, bravo nel distendersi e respingere. Alla mezzora gli aquilotti si rendono pericolosi: Dragoni prova a mettere in movimento Bertoldi che scatta sul filo del fuorigioco, ruba il tempo al marcatore, infilandosi tra portiere e Rizzon, calcia da posizione defilata, ma Weiss mette in angolo. Al 35' Bardelloni lavora un buon pallone sulla trequarti, lancia in profondità Dragoni, con Weiss in uscita che respinge, travolgendo Kicaj. Per il numero 2 è necessario l'intervento dell'ambulanza. Al suo posto entra Menghin. Al 48' la Virtus Bolzano passa in vantaggio. Furlan stende fallosamente Koni, L'esecuzione di Koni è perfetta, con la sfera che sorvola la barriera e termina in rete.
La ripresa inizia con il Trento a fare la partita e con la Virtus Bolzano brava a chiudere ogni spazio. Al 4' duello fisico Kiem Bardelloni, con il giocatore gialloblù che ha la meglio, serve Bertoldi nel cuore dell'area di rigore che però calcia addosso ad un difensore che respinge. All'8' azione insistita dei ragazzi di Rastelli con cross di Furlan e tocco con il braccio di Arnaldo Kaptina. Per il direttore di gara è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso Furlan, ma la conclusione è solo potente, con il pallone che centra la traversa. Al 22' i gialloblù si rendono nuovamente pericolosi: cross di Badjan, torsione di testa di Bertoldi e grande riflesso di Weiss che si allunga con la mano e mette in angolo. Rastelli si gioca la carta Bosio, con Carella, con il numero 9 che si rende subito pericoloso da azione d'angolo deviando sul primo palo un pallone che finisce alto. Gli aquilotti tengono in mano il pallino del gioco, ma faticano ad affondare con la Virtus Bolzano che difende corta tra i reparti, offendo pochi spazi. La partita di fatto finisce qui, perché il Trento, nonostante lo sterile possesso palla, non crea più grattacapi a Kiem e compagni. Impensabile quest'estate che questa squadra potesse essere in fondo alla classifica con un solo punto in quattro partite. La Virtus Bolzano vince uno a zero e sale a 7 punti in classifica.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri