Serie D
domenica 29 aprile 2018
CALCIO
Il Trento si aggiudica il derby salvezza con il Dro per 2-1
fonte: Ac Trento

Le "gemme" di Zecchinato e Bardelloni regalano i tre punti al Trento nel derby contro il Dro: la vittoria ottenuta grazie alla "zampata" del centravanti e alla favolosa punizione del fantasista proiettano gli aquilotti a quota 40 punti, sempre in quintultima posizione, ma con la concreta possibilità di scavalcare una tra Scanzorosciate e Lumezzane. Molto semplicemente: se domenica prossima la squadra gialloblù conquisterà i tre punti sul campo del Pontisola, terzo della fila, centrerà la salvezza diretta, senza dover disputare i playout. In caso di pareggio, invece, tutto dipenderà dai risultati che matureranno sui campi di Lumezzane e Grumello del Monte.

La cronaca


Mister Rastelli si affida al "4-3-3" con Paoli proposto come esterno destro nel tridente assieme a Zecchinato e Bardelloni. In mezzo al campo torna Bacher in posizione di playmaker con Furlan e Dadson interni.
Pronti via e il Dro passa a condurre: dopo venti secondi Farimbella lascia partire uno spiovente dalla mediana che coglie impreparato Festa con la sfera che rimbalza sul campo bagnato, scavalca il portiere gialloblù e termina in rete. Il Trento prova a reagire immediatamente al gol subìto: al 5' Furlan centra dalla destra per Bardelloni, il cui colpo di testa viene parato a terra da Perfetti, mentre all'11 Zecchinato cerca la sorte da fuori ma il suo destro si perde a lato. I gialloblù spingono forte e al 24' sfiorano il pareggio: Bardelloni crossa splendidamente dalla sinistra per Zecchinato che calcia al volo con il pallone che sfiora il primo palo e termina sul fondo. Un minuto dopo altro interessante traversone del numero novantanove di casa, ben controllato in presa alta da Perfetti. Il Dro agisce di rimessa e al 29' Badjan è provvidenziale nell'intervento in area su Mengoli, che batte a rete dalla corta distanza ma viene "murato" dall'intervento in scivolata del terzino sinistro gialloblù. Break di Bacher al minuto 31 con apertura per Bardelloni, il cui cross viene sfiora da Zecchinato. Alla mezz'ora mister Rastelli cambia: dentro Aperi e fuori Dadson con i gialloblù che passano al "4-3-1-2". Al 42' Bacher batte a sorpresa un piazzato per Bardelloni che controlla e cerca il pallonetto: Perfetti è superato ma il pallone termina sul fondo. Prima dell'intervallo Bardelloni lavora l'ennesimo pallone e serve al limite Bacher il cui destro potente sfiora la traversa e, subito dopo, Zecchinato viene imbeccato in profondità e calcia potente con Perfetti che si rifugia in corner.
Si torna in campo nella ripresa e il Trento trova immediatamente il pareggio: dopo nemmeno centoventi secondi Aperi apre a destra per Furlan che crossa teso sul primo palo per Zecchinato, bravissimo nell'anticipare il diretto avversario e scaraventare, di prima intenzione, la sfera sotto la traversa. La squadra di casa spinge con decisione e, dopo una serie di traversoni respinti con fatica dalla retroguardia droata, al minuto 69 trova il meritato vantaggio. Bardelloni si guadagna un calcio piazzato al limite dell'area e poi disegna una meravigliosa parabola che scavalca la barriera e termina la propria corsa sotto il "sette".
Il Trento potrebbe piazzare subito il colpo del tre a uno ma il rasoterra di Aperi si perde a lato e, sul ribaltamento di fronte, Festa è attento sulla conclusione da sinistra di Mauceri. Il Dro si getta in avanti e i gialloblù agiscono di rimessa: Bardelloni centra la traversa ma a gioco già fermo, poi lo stesso attaccante non trova la porta dal limite.
Nel finale gli aquilotti controllano bene ogni iniziativa avversaria e il risultato non cambia più. Il Trento sale a 40 punti: se domenica prossima espugnerà il campo del Pontisola centrerà la salvezza diretta, visto lo scontro tra Lumezzane e Scanzorosciate.

Il tabellino


TRENTO - DRO ALTO GARDA 2-1
TRENTO (4-3-3): Festa; Toscano (31'st Carella), Kostadinovic, Sorbo, Badjan; Furlan (21'st Boldini), Bacher (17'st Bortoli), Dadson (32'pt Aperi); Paoli, Zecchinato (28'st Pangrazzi), Bardelloni. A disposizione: Matin, Giacomoni, Appiah, Ferraglia. Allenatore: Claudio Rastelli.
DRO ALTO GARDA (4-4-2): Perfetti; Stroppa, Giannetti, Tobanelli, Farimbella; Mengoli (21'st Pilenga), Karamoko (21'st Pilenga), Bertoldi, Som; Aquaro, Casolla. A disposizione: Chimini, Corradini, Pellegrini, Caldini, Aiello, Kumrija, Grossi. Allenatore: Michele Ischia.
ARBITRO: Biffi di Treviglio (Monella di Chiari e Garatti di Crema).
RETI: 1'pt Farimbella (D), 2'st Zecchinato (T), 24'st Bardelloni (T).
NOTE: spettatori 700 circa. Campo in discrete condizioni. Cielo coperto. Ammoniti Zecchinato (T), Karamoko (D), Som (D) per gioco falloso, Bardelloni (T) per comportamento non regolamentare. Calci d'angolo 6 a 3 per il Dro. Recupero 1' + 3'.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri