Serie C
venerdì 15 dicembre 2017
CALCIO
Sfida playoff per il Südtirol, impegnato a Portogruaro

Domani, sabato 16 dicembre, il campionato di serie C scende in campo per la diciannovesima giornata, ultima del girone d'andata. A digiuno dalla vittoria da due partite e reduce dallo 0-0 del Druso contro il Ravenna, pareggio non privo di recriminazioni per le tante palle-gol non concretizzate e per la rete (regolarissima) annullata a Costantino, il Südtirol sarà di scena allo stadio “Mecchia” di Portogruaro per affrontare il Mestre, al quale i biancorossi sono appaiati in classifica al 10° posto, ultimo utile per partecipare ai playoff, a quota 21 punti.
Nonostante non vinca da due partite, la squadra di Zanetti è comunque in un buon momento, così come testimoniano gli otto risultati utili conquistati (4 vittorie e altrettanti pareggi) nelle ultime 9 gare disputate (a Salò, l'unica sconfitta).
In trasferta il Südtirol ha conquistato 9 punti sui 21 complessivi per effetto di uno score di due vittorie, tre pareggi e quattro sconfitte.
In casa il Mestre non vince da due partite, ma ha comunque totalizzato 13 dei 21 punti che detiene in classifica per effetto di tre vittorie, quattro pareggi e due sole sconfitte, quest'ultime rimediate per mano della vicecapolista Sambenedettese e del Renate, terza forza del torneo.
Indisponibile il solo Roma, infortunato. Dopo due giornate di stop, rientra invece dalla squalifica Luca Berardocco. La lista dei convocati sarà pubblicata nel pomeriggio sui nostri profili social, ad iniziare da Facebook.

Gli avversari


Il Mestre è tornato quest'anno in un campionato professionistico a distanza di 15 anni dall'ultima volta, risalente alla stagione 2002/2003, quando i lagunari militavano nell'ormai ex campionato di C2. Gli arancioneri, allenati dal 47enne Mauro Zironelli, ex centrocampista di Fiorentina, Chievo e Venezia, hanno potenziato in estate la “rosa” soprattutto nel parco attaccanti con gli innesti dell'ex biancorosso Alberto Spagnoli, dell'under di scuola Juve Nicolò Pozzebon e del brasiliano Neto Pereira, 38enne reduce da un biennio a Padova dopo aver militato per cinque stagioni di fila (anche in serie B) nel Varese.
Ma sono il carioca Sodinha, già in serie B con Brescia e Trapani, e il 34enne Gianpietro Zecchin (183 presenze con 13 reti e 34 assist-gol in serie B e 116 presenze con 17 reti in serie C) i calciatori più rappresentativi.
Il Mestre è reduce dalla sconfitta a Santarcangelo, contro l'“ex” fanalino di coda del torneo. Sconfitta che ha interrotto una mini-serie utile di due partite (vittoria a Vicenza e pareggio casalingo contro il Fano, ultimo della classe).
Il top-scorer del Mestre è Sottovia con 4 gol, seguito – a quota tre – dal terzetto Neto Pereira, Spagnoli e Beccaro.
I lagunari hanno sin qui segnato ma anche subìto un gol in più della squadra di Zanetti.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri