Mercato
giovedì 27 luglio 2017
CALCIO
Le gerarchie del nuovo campionato di Eccellenza

Eccellenza, si parte. Il massimo campionato regionale sarà nuovamente a forti tinte altoatesine: le formazioni trentine ai nastri di partenza sono solamente sei su sedici, con il Levico Terme in attesa di un ripescaggio in serie D e il conseguente ritorno della Benacense in Eccellenza.
Al momento le possibilità di ripescaggio della squadra termale sono estremamente elevate, ma per l'ufficialità manca più di una settimana. Qualora la squadra del neo tecnico Stefano Manfioletti dovesse rimanere in Eccellenza sarebbe in pole position per la vittoria finale. Il Levico, infatti, si è mosso bene sul mercato, con il direttore sportivo Claudio Ferrarese che, confermati Micheli e capitan Pancheri, ha pescato dal Veneto giocatori di livello, oltre alla ciliegina sulla torta Fabio Bertoldi, giocatore che nell'ultimo biennio in Eccellenza ha realizzato qualcosa come sessantacinque reti (33 e 32 gol).
Il San Giorgio di Morini, il Termeno di Pomella e il Maia Alta di Klotzner sembrano essere le squadre maggiormente accreditate per lottare per il vertice, ma occhio alla Virtus Bolzano che, dopo la scottante retrocessione dalla serie D, ha affidato la propria panchina all'esperto Sebastiani per giocarsi la vittoria finale.
Il San Giorgio è riuscito a trattenere tutti i suoi big, da Orfanello a Ziviani, passando per Schwingshackl, Albanese e Piffrader, portando tra le proprie fila un bomber implacabile come Bacher, 21 reti lo scorso anno al Naturno. Il Termeno, lasciato andare via Kaptina, ha preso Piz, portiere classe 1999 dal Südtirol, e Daniele Conci per l'attacco. Il Maia Alta, terzo in classifica lo scorso anno, ha cambiato poco, prendendo Ceravolo al centro della difesa. La Virtus Bolzano, sebbene in uscita abbia fatto registrare i trasferimenti di giocatori importanti come De Simone, Hofer e Perri, ha puntato su giovani interessanti. Il Bozner, secondo in classifica lo scorso anno, ha perso elementi come Bertoldi e Ceravolo, ridimensionando le proprie ambizioni.
Come potenziali outsider occhio alle trentine Lavis e Comano Fiavé. I rinnovatissimi rossoblù di Mauro Bandera hanno preso Donati e Moser per l'attacco, oltre a Raffaelli e Loyola per il centrocampo, con gli innesti in difesa di Gianluca Maran e Sebastiani. I gialloneri di Celia vogliono ripetere il buon campionato della stagione scorsa, (ottimo sesto posto) con un organico ringiovanito. Il neopromosso San Paolo di Clementi e Zadra ha le carte in regola per fare bene, ripetendo magari il percorso del Maia Alta nella scorsa annata.
Arco e Calciochiese hanno raggiunto la salvezza nelle ultimissime giornate di campionato e puntano a vivere una stagione più tranquilla, così come Brixen, Naturno, San Martino e Valle Aurina. La neopromossa Anaune ha cambiato poco, ma ha perso il suo faro in attacco, quel Davide Panizza che ha fatto le fortune della squadra nonesa nelle ultime annate di Promozione.
Una cosa è certa, il campionato d'Eccellenza della prossima stagione regalerà partite davvero interessanti.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri