SporTrentino.it
Serie D

Il Trento ospita il Montebelluna e può allungare sulla Manzanese

Dopo la vittoria di sabato scorso contro l’Ambrosiana, il Trento vuole consolidare il primo posto in classifica e allungare sulla Manzanese nel recupero dell’undicesima giornata del girone d’andata. Mercoledì al “Briamasco” (inizio ore 14.30) arriva il Montebelluna con il match che verrà trasmesso come di consueto in diretta sulla pagina Facebook Ufficiale del Club (https://www.facebook.com/calcio.trento1921) a partire dalle ore 14.20.

I gialloblù arrivano alla sfida di domani al primo posto in classifica, in coabitazione con la Manzanese che ha però giocato una partita in più, a quota 37 punti dopo 10 vittorie (contro Ambrosiana, Delta Porto Tolle, Este, Union Clodiense, Union Feltre, Union San Giorgio Sedico, Campodarsego, Luparense, Cartigliano e Ambrosiana), 7 pareggi (contro Arzignano Valchiampo, Belluno, Caldiero Terme, Virtus Bolzano, Adriese, Cjarlins Muzane e Chions) e una sola sconfitta (contro il Mestre).
Il Montebelluna occupa invece la tredicesima posizione, a pari punti con l’Union Feltre, avendo raccolto 22 punti in 19 partite, frutto di 6 vittorie (contro Virtus Bolzano, Campodarsego, Chions, Ambrosiana, Union Feltre e Adriese), 4 pareggi (contro Cartigliano, Union San Giorgio Sedico, Arzignano Valchiampo e Caldiero Terme) e 9 sconfitte (contro Cjarlins Muzane, Delta Porto Tolle, Belluno, Este, Union Clodiense, Mestre, Manzanese, Luparense e Cartigliano).
Dirigerà la sfida Gioele Iacobellis della sezione di Pisa, coadiuvato dagli assistenti Andrea Mastrosimone e Michele Decorato, appartenenti rispettivamente alle sezioni di Rimini e Cosenza.

LA CLASSIFICA

In campo

Mister Parlato non potrà disporre degli infortunati Bran e Osuji e ha convocato 23 giocatori, tra i quali figura il neoacquisto Gabriel Nunes da Cunha.

Il neoarrivato Nunes Da Cunha, tra i convocati
Il neoarrivato Nunes Da Cunha, tra i convocati

Gli avversari

La Prodeco Calcio Montebelluna nasce nel 1919 e nella sua storia vanta diverse stagioni in ambito professionistico e sviluppa gran parte del proprio percorso in serie D. Dopo una breve parentesi buia a cavallo tra gli anni ’90 e ’00 dove retrocede addirittura fino alla Seconda Categoria, nel 2001 si fonde con l’US Monte ripartendo dalla Promozione fino a riconquistare nel 2004 la Quarta Serie, campionato nel quale milita ininterrottamente da allora, grazie anche a due ripescaggi.
Tra gli elementi di spicco dell’organico guidato da Daniele Pasa, ex calciatore dal passato brillante avendo vestito le maglie di Udinese in serie A (faceva da riserva a Zico) e di Parma, Padova, Salernitana, Treviso, Genoa e Triestina in serie B e C, troviamo i difensori Gabriele Fabbian (ottava stagione in D tutte con la maglia trevigiana), Alberto Marchiori (1 presenza in serie A con il Genoa e tre anni in C con Vicenza, Mantova e Pro Patria) e Marco Martin (19 presenze in serie B con Treviso, Pescara e Cittadella e 267 tra C2, C1 e C con Viterbese, Sudtirol, Pavia, Pordenone, Feralpisalò e Vicenza), il centrocampista Nico Pulzetti (117 presenze in serie A condite da 5 gol con Livorno, Bari, Chievo Verona, Bologna e Cesena oltre a 215 in B con Verona, Livorno, Siena, Spezia e Padova) e l’attaccante Damiano Franceschini (oltre 200 presenze e 36 gol in D con San Paolo Padova, Abano, Correggese, Campodarsego e Montebelluna).

Gli ex della partita

L’unico ex della partita è il difensore biancoceleste Gianluca Zucchini, classe ’95 che ha vestito la maglia del Trento nella stagione 2018 – 2019 collezionando 19 presenze.

I precedenti

Dal 2000 ad oggi le due formazioni si sono affrontate complessivamente otto volte. Il bilancio recita quattro successi gialloblù, tre pareggi e un’affermazione dei veneti. Nella stagione 2005 – 2006 il Trento vinse all’andata per 3 a 0 (2 Baiana, Piperissa), mentre al ritorno furono i trevigiani a conquistare il bottino pieno grazie alle reti di Sagrillo e Zoff con marcatura aquilotta a firma di Migliorini. Nell’annata successiva il Trento s’impose nella gara andata con doppietta del difensore Blasco, mentre il ritorno disputato al “Briamasco” si chiuse in parità con gol trentino di Sessolo e pareggio avversario di Bellio. Nella stagione 2008 – 2009, infine, il Trento vinse entrambe le gare per 2 a 1: all’andata La Canna e Caurla vanificarono il gol di Schiavone, mentre al ritorno le reti gialloblù furono segnate da La Canna e Tisi con Luppi a segno per i veneti. Le ultime due sfide risalgono alla stagione 2018 – 2019, entrambe terminate in parità con il punteggio di 1 a 1 nella sfida di andata al “Briamasco” (gol trentino di Trevisan in risposta alla marcatura di Nchama) e di 0 a 0 nel ritorno in terra veneta.

fonte Ac Trento
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip