SporTrentino.it
Serie D

Il Trento torna a giocare nel derby dell'Internorm Arena

È il momento del derby. Secondo impegno del 2021 per il Trento, che sabato pomeriggio sarà di scena a Bolzano per affrontare la Virtus nella "straregionale" di serie D, valevole per la 14ª giornata del girone C di serie D. Calcio d'inizio alle ore 14.30 all' "Internorm Arena" di Bolzano con diretta streaming del match sulla pagina ufficiale del Club a partire dalle ore 14.20.
La formazione gialloblù va a caccia del risultato pieno dopo il pareggio beffa conseguito sul campo del Caldiero Terme il giorno dell'Epifania. Dopo dieci partite disputate, due in meno della capolista Manzanese e tre in meno rispetto al Belluno vicecapolista, lo score dei gialloblù recita 6 vittorie (contro Ambrosiana, Delta Porto Tolle, Este, Union Clodiense, Union Feltre e Union San Giorgio Sedico), 3 pareggi (contro Arzignano Valchiampo, Belluno e Caldiero Terme) e un’unica sconfitta (contro il Mestre).
La formazione altoatesina ha giocato una partita in più rispetto al Trento e ha raccolto 16 punti, frutto di 4 vittorie (contro Luparense, Manzanese, Caldiero e Cartigliano), 4 pareggi (contro Arzignano, Chions, Cjarlins ed Este) e 3 sconfitte (contro Prodeco, Adriese e Ambrosiana) che consentono ai bolzanini di occupare la tredicesima posizione in graduatoria.
A dirigere l’incontro sarà Simone Gauzolino della sezione di Torino, coadiuvato dagli assistenti arbitrali Paolo Tomasi e Filippo Pio Castagna, appartenenti rispettivamente alle sezioni di Schio e di Verona.
Mister Parlato potrà disporre di tutti gli effettivi con la sola eccezione del difensore Simone Salviato, squalificato per un turno.

Gli avversari

La Virtus Bolzano nasce nel 2015 dalla fusione tra F.C. Bolzano 1996 e A.S. Virtus Don Bosco, due storiche società della provincia altoatesina, iscrivendosi al campionato di Eccellenza per la stagione 2015/16. A fine campionato i biancoverdi centrano con una giornata di anticipo la promozione in Serie D, salvo poi retrocedere l’anno successivo. Dal 2017 la direzione tecnica passa sotto la guida di Alfredo Sebastiani che riesce subito a riportare la squadra in Serie D, categoria nella quale milita attualmente dopo aver raggiunto i playoff nella stagione 2018/19 e centrato la salvezza durante la scorsa stagione.
Tra gli elementi di spicco dell’organico bolzanino troviamo i difensori Hannes Kiem (243 presenze tra C1 e C2 con la maglia del Sudtirol e 110 in D con Mezzocorona e Virtus Bolzano) e Andi Kicaj (139 presenze in Serie D con Mezzocorona, Altovicentino e Virtus Bolzano), i centrocampisti Michael Bacher (178 presenze tra i professionisti con le maglie di Sudtirol, Cremonese, Real Vicenza, Pordenone e Piacenza e 154 in D con Legnago, Correggese, Altovicentino, Viareggio, Trento e Virtus Bolzano) e Michael Cia (50 presenze in Serie B con AlbinoLeffe e Triestina e 246 in C con Sudtirol, Sambenedettese, Benevento, Como e Pisa), e gli attaccanti Elis Kaptina (più di 60 presenze e 47 gol con la maglia della Virtus Bolzano) e Matteo Timpone (127 presenze e 31 gol in D con Mezzocorona, Marano, Dro e Virtus Bolzano).
I colori sociali della Virtus Bolzano sono il bianco, il rosso e il verde e la squadra gioca le partite interne all’ "Internorm Arena".
Sono tre gli ex della partita, tutti tra le fila bolzanine. Si tratta dei difensori Filippo Carella, classe ’98 che ha vestito la maglia gialloblù dal dicembre 2017 fino alla stagione scorsa e Manuel Rizzon, classe ’95 in forza al Trento dal 2015 al 2017 e dell’esperto centrocampista classe ’88 Michael Bacher, in gialloblù nell'annata 2017 - 2018.

fonte Ac Trento
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,441 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip