SporTrentino.it
Serie C

Domenica la sfida d'alta quota fra Modena e Südtirol

Nella dodicesima giornata l’FC Südtirol si reca sul campo del Modena. Calcio d’inizio alle ore 15.00 di domenica 22 novembre. Si gioca in modalità a “porte chiuse” sul terreno dello stadio “Alberto Braglia”. Di fronte le due migliori difese del girone, entrambe con sole 6 reti al passivo.
I gialloblù padroni di casa, guidati da Michele Migani, occupano la quarta posizione in classifica, in condominio con la Feralpisalò, con 20 punti, frutto di 6 vittorie (interne con Vis Pesaro, Ravenna e Carpi, esterne sui campi di Gubbio, Sambenedettese e Imolese) e 2 pareggi (con Feralpisalò e a Mantova). 3 le sconfitte (con il Perugia e in casa di Triestina e Matelica). 14 reti realizzare e 6 subite. Il Modena è reduce dal pareggio per 0-0 conseguito nel posticipo di lunedì sul terreno del Mantova.
L’undici di mister Vecchi in classifica si trova al secondo posto, a quota 22 punti, una sola lunghezza dietro la capolista Padova e una più della terza, il Perugia.
Torna a disposizione Fischnaller, in fase di valutazione le condizioni di Polak. Assenti Odogwu e Tait.

Gli avversari

Il Modena Football Club 2018 è l'erede del Modena Football Club, fondato nel 1912 e poi rifondato nel 2017 e a cui è tramandata la tradizione sportiva che vanta 28 partecipazioni complessive al massimo livello calcistico italiano (miglior piazzamento il terzo posto nella Serie A 1946-1947). Nel palmarès dei “canarini” si annoverano inoltre la vittoria di due campionati di Serie B, 50 presenze nella serie cadetta (23 in terza divisione), una Supercoppa di Serie C e, in campo internazionale, due Coppe Anglo-Italiane, competizione in cui la squadra modenese vanta il primato di successi. Il Modena, protagonista nei playoff della serie D 2018-2019, guidato in panchina prima da Luigi Apolloni - azzurro ai tempi di Arrigo Sacchi - poi da Alberto Bollini e da Roberto Malverti sale in C a completamento degli organici. Nella scorsa stagione ha chiuso il campionato allo stop per il lockdown in nona posizione, rinunciando alla disputa dei successi play-off.
L’allenatore - Michele Mignani, genovese, 48 anni, ha assunto la guida tecnica del Modena alla 17esima giornata (25 novembre 2019) dello scorso campionato. Da giocatore ha vestito le casacche di Sampdoria, Spal, Monza, Pistoiese, Lucchese, Siena, Castel di Sangro, Triestina, Grosseto e Poggibonsi. 6 presenze nella nazionale Under 21 (1992-193). Da allenatore dopo gli allievi e la Primavera del Siena è stato collaboratore tecnico a Latina e allenatore ad Olbia e Siena.
Il Modena occupa la quarta posizione in condominio con la Feralpisalò, con 20 punti, frutto di 6 vittorie (interne con Vis Pesaro, Ravenna e Carpi, esterne sui campi di Gubbio, Sambenedettese e Imolese) e 2 pareggi (con Feralpisalò e a Mantova). 3 le sconfitte (con il Perugia e in casa di Triestina e Matelica). 14 reti realizzare e 6 subite. La squadra gialloblù è reduce dal pareggio per 0-0 conseguito nel posticipo di lunedì sul terreno del Mantova.
Tra gli arrivi si segnalano quelli del difensore centrale Antonio Pergreffi, del centrale Luca Castiglia (Sambenedettese), delle punte centrali Stefano Scappini (Reggiana) e Gaetano Monachello (Atalanta) e del terzino Daniele Mignanelli (Carrarese).
Il campo: lo stadio “Alberto Braglia” ha una capienza di 21.092 posti.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,139 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip