SporTrentino.it
Serie C

Questo pomeriggio il Südtirol se la vede con un'altra big, il Ca

Sesta giornata del girone d’andata della serie con l’FC Südtirol di scena ancora a Salò, questa volta nelle vesti di padrone di casa, nell’ultima partita lontano dal “Druso”. Sul terreno del “Lino Turina”, provvisoria sede delle gare casalinghe e teatro sabato scorso della vittoriosa gara esterna contro il quotato Feralpisalò, i biancorossi attendono il Carpi. La squadra di Stefano Vecchi, prima in classifica con 11 punti, oggi alle 15 riceve la formazione emiliana, attardata di un punto e reduce dall’ampio successo interno conseguito a spese dell’Arezzo.
Nelle prime cinque giornate la formazione guidata da Sandro Pochesci ha conquistato 10 punti, frutto di 3 successi e un pareggio. Debutto con i 3 punti in casa contro la Sambenedettese (2-0), poi il successo esterno a Mantova (1-2), lo 0-0 interno con il Fano, la sconfitta 2-1 in casa dell’Imolese e, domenica scorsa il 4-1 al “Cabassi” contro l’Arezzo. In luce in fase offensiva Tommaso Biasci e Cristian Carletti, autori di due reti a testa.
Il ruolino dell’FC Südtirol recita invece; 3 vittorie e 2 pareggi, nell’ordine i successi a Ravenna e con la Fermana a Salò, i pareggi in casa del Matelica e con il Gubbio prima del successo di sabato scorso sul campo dei “Leoni del Garda”.
In casa biancorossa assenti gli infortunati Polak e Odogwu.

Gli avversari

Il Carpi, due stagioni fa militava in serie B e lo scorso campionato ha chiuso al terzo posto allo stop forzato dopo 27 turni, per poi uscire di scena ai quarti di finale dei play-off post lockdown in seguito alla sconfitta con il Novara. Entrati in scena negli ottavi di finale, i modenesi hanno impattato 2-2 in casa contro l’Alessandria, guadagnando il pass per i quarti in virtù del miglior piazzamento in regular season. Il 13 luglio scorso, a Carpi, il Novara si è imposto 2-1 guadagnando l’accesso alla semifinale.
La società carpigiana è stata costituita nel 190. Ha disputato nel recente passato un campionato di serie A (l’unico: 2015-2016) e vanta quattro stagioni in serie B, 32 in serie C e 26 in quarta divisione. Le quattro partecipazioni alla serie cadetta sono racchiuse tutte negli ultimi sette anni.
Da quest’anno il tecnico dei carpigiani è Sandro Pochesci, classe 1963, romano, proveniente dall’esperienza alla guida del Bisceglie (dal 2 ottobre-25 novembre 2019). In precedenza aveva condotto Casertana (dal 25 marzo 2019) e Ternana (luglio 2017-gennaio 2018).
Nel dicembre 2019 ha assunto la guida del club Moldavo del FC Zimbru Chi?in?u, incarico ceduto nel febbraio scorso dopo la sosta invernale.
Giocatore più rappresentativo – Tommaso Biasci, 26 anni di San Giuliano Terme, attaccante, 29 gare lo scorso campionato, di cui 25 in campionato con 14 reti, 2 nei play-off con 2 reti e una in Coppa Italia Serie C con una rete.
In uscita il trequartista Enej Jelenic al Padova, i centrali Dario Saric e il difensore (ex FCS) Daniele Sarzi Puttini all’Ascoli, i difensori Alessandro Ligi (Triestina), Enrico Pezzi (Vis Pesaro), Matteo Boccacini (Prato), Stefano Rissoni (Fermana), il centrale Ignazio Carta al Gozzano, il mediano Bachir Manè al Verona, le punte Alex Rolfini (Legnago), Michele Vano (al Mantova via Verona) e David Mastaj (Parma) e poi gli svincolati, il terzino Eros Pellegrini e il portiere Gianmarco Celeste. In entrata: i difensori Simone Gozzi dall’Olbia, i centrali Carlo Martorelli (Ravenna), Niccolò Marcellusi (Cenaia) e Emmaniele Offidani (Pontedera), i centrali Francesco Ferrieri (Comprensorio Vairano) e Christian Bonacchi (Tolentino), gli attaccanti Jacopo Ferri (Latina), Dennis van del Heijdden (Topo Oss) e lo svincolato Andrea Ferretti.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,156 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip