SporTrentino.it
Serie C

Südtirol a Ravenna per la prima di campionato

È arrivata l’ora del debutto in campionato. Nella prima giornata della serie C girone B, l’FC Südtirol affronta in trasferta il Ravenna Football Club 1913 sul terreno dello stadio “Bruno Benelli” in modalità a porte chiuse. Calcio d’inizio domenica, 27 settembre, alle ore 17.30. I biancorossi di mister Stefano Vecchi sono reduci dalla prima uscita ufficiale nella nuova stagione agonistica, il successo conseguito martedì sull’inedito campo di casa di Salò contro il Sassari Latte Dolce (2-1) nel primo turno ad eliminazione della Coppa Italia Lega Serie A, che ha permesso di accedere al secondo turno in programma il prossimo 30 settembre con avversaria la Salernitana, formazione di serie B.
In casa biancorossa assente per squalifica il difensore Hamsa El Kaouakivi.

Gli avversari

Fondata nel 1913 come Unione Sportiva Ravenna, la prima apparizione in terza divisione risale alla serie C 1957/1958. Il massimo livello mai raggiunto dal sodalizio romagnolo è la serie B, conquistata per la prima volta nel 1993 vincendo la C1. Nella stagione in B il d.s è Beppe Marotta, gli allenatori Claudio Onofri prima e Pierluigi Frosio poi, il bomber è un giovane Bobo Vieri (12 gol). L’anno dopo, in C1, Marotta in cabina di regia con Rino Foschi, allenatore Alberto Cavasin prima e Adriano Buffoni poi, in difesa, tra gli altri William Viali, già allenatore dell’FCS, in regia Gadda a supportare Zauli. Ai playoff l’eliminazione da parte della Pistoiese. 1995/1996 il ritorno in B con l’esperto Giorgio Rumignani in panchina e Zauli ad ispirare il bomber bolzanino Stefan Schwoch (arrivato dal Livorno) che, con 21 reti, è tra gli artefici della promozione conquistata con largo anticipo. In panchina un emergente Walter Novellino, in rosa giocatori di esperienza, come Iachini e Luppi, centrando così la miglior stagione in serie cadetta: ottavo posto, nonostante tre punti di penalizzazione. Nel 1997/98 in panchina parte Sandreani e chiude Santarini, conquistando salvezza e la riconferma, con il decimo posto nel 1999. Nel 1999/2000 con Attilio Perotti alla guida tecnica, il Ravenna che si conferma ancora a metà classifica. Retrocessione l’anno dopo. Poi una serie di vicissitudini societarie, fino al ritorno in B, coinciso con un campionato non particolarmente positivo. La stagione 2007/2008 (ultima in B), con mister Dino Pagliari, timoniere della promozione avvicendato due volte da Franco Varrella, inizia bene ma finisce con il ritorno in Lega Pro Prima Divisione, finito al terzo posto con Gianluca Atzori alla guida, dietro al Cesena e Pro Patria, ma terminando, a sorpresa, i play-off promozione 2009 in semifinale contro la quarta classificata, il Padova. Ravenna vanta sette presenze tra i cadetti e 46 stagioni in terza divisione nazionale.
Una serie di vicissitudini negli ultimi anni fino al ritorno in terza divisione, nel 2017. Nella scorsa stagione: 16esimo posto dopo 27 turni nel girone B di serie C e, alla ripresa post-lockdown, i play-out persi contro il Fano e la successiva riammissione in C a completamento dell’organico.
Lo stadio di casa è il “Bruno Benelli” (poco più di 12mila posti) e i colori sociali sono il giallo ed il rosso.
Il nuovo tecnico del club giallorosso presieduto da Alessandro Brunelli è 49enne il pesarese Giuseppe Magi, direttore sportivo Matteo Sabbadini, direttore generale Claudia Zignani. Diversi gli innesti: i portieri Raspa (dalla Primavera della Sampdoria) Tonti (ex Avellino), i difensori Shiba (dalla Primavera del Sassuolo), Zanoni e Alari (Atalanta), i centrocampisti Franchini (ex Padova) e Marozzi (Fiorentina) e gli attaccanti Sereni (Mezzolara) e Ferretti (Avellino). 18 le cessioni.
Il Ravenna Football Club 1913 conta sulle prestazioni di Alberto Alari, difensore atalantino, in biancorosso lo scorso anno.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,156 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip