Serie D
domenica 7 aprile 2019
CALCIO
Il Trento si aggiudica un altro derby e continua a sperare
fonte: Ac Trento

Il Trento supera per 3-2 il San Giorgio nel derby regionale valevole per la trentesima giornata del girone C di serie D: al "Briamasco" la formazione di Loris Bodo s'impone grazie alle reti di Romagna, Sabato e Petrilli e sale a quota 25 in classifica, recuperando punti nei confronti di alcune dirette rivali nella corsa verso la salvezza. Sabato prossimo, in anticipo, trasferta sul campo del Montebelluna.

La cronaca


Mister Loris Bodo non può disporre del solo Sanseverino, squalificato, e si affida al "4-3-3": tra i pali spazio a Barosi e linea difensiva formata da Romagna e Mureno sulle corsie esterne con Carella e Sabato al centro. In mezzo al campo Zucchini agisce da mediano con Furlan e Frulla interni, mentre in avanti Cristofoli guida il tridente con Trevisan e Petrilli a supporto.
Il Trento inizia con buon piglio: al 7' Furlan imbecca Cristofoli che però non riesce a controllare la sfera mentre, due minuti dopo, Frulla incorna di testa dal centro dell'area, senza però inquadrare lo specchio della porta. Il tiro di Trevisan viene "murato" da un difensore altoatesino (14'), ma al 20' il risultato si sblocca: Romagna anticipa un avversario sulla trequarti e poi lascia partire un tiro cross che, complice la deviazione di Brugger, scavalca Demetz e s'insacca nella porta del San Giorgio.
La squadra rossonera cerca di reagire immediatamente ma il tiro di Piffrader si perde alto sopra la traversa (22'), ma al minuto 24 solamente un super Demetz nega il raddoppio ai gialloblù: fuga a sinistra di Petrilli e traversone con il contagiri per Trevisan che incorna a colpo sicuro, ma il portiere del San Giorgio toglie la sfera dall'incrocio dei pali con un gran balzo. L'azione prosegue e Trevisan calcia verso la porta con Brugger che salva nei pressi della linea. Sul prosieguo dell'azione Romagna calcia da fuori area, ma la difesa respinge il tiro dell'esterno gialloblù. Il Trento continua a premere e al 39' Cristofoli centra una clamorosa traversa con un colpo di testa a scendere che scavalca Demetz ma s'infrange sul "legno" con Trevisan che non riesce a ribadire verso la porta.

La ripresa si apre con le due formazioni che si presentano in campo con gli stessi effettivi della prima frazioni: Barosi sventa una mischia in area piccola con un'uscita di pugno (48'), mentre al 54' Sabato devia il colpo di testa di Colosio da pochi passi e salva la propria porta. Il Trento torna a premere e Brugger stoppa la ripartenza aquilotta con un intervento in scivolata ma, sugli sviluppi del calcio d'angolo, la sfera s'impenna e ricade sul braccio largo di un giocatore altoatesino. L'arbitro assegna il calcio di rigore che Sabato trasforma con grande sicurezza spiazzando Demetz.
Il San Giorgio non molla la presa e al 65' Barosi è super nel deviare oltre la traversa la conclusione da centroarea di Cia, ma al 72' il portiere gialloblù nulla può sul magistrale calcio piazzato di Ritsch che, dal limite dell'area, insacca a fil di palo. Il match sale ulteriormente di tono, ma al minuto 79 il Trento segna il terzo gol di giornata: palla in area per Petrilli, che si gira e, in caduta, si coordina benissimo e infila Demetz con un dosatissimo rasoterra che termina la propria corsa a fil di palo. Non è ancora finita perché, due minuti dopo, il San Giorgio accorcia nuovamente le distanze con la conclusione di prima intenzione dal limite dell'area del neoentrato Orfanello, che spedisce il pallone dove Barosi non può proprio arrivare.
Nel finale è battaglia su ogni pallone con il Trento che non rischia più e conduce in porto un successo importante e meritato. Sabato prossimo trasferta sul campo del Montebelluna, sesta forza del torneo.

Il tabellino


TRENTO - SAN GIORGIO 3-2
TRENTO (4-3-3): Barosi; Romagna (28'st Baronio), Carella, Sabato, Mureno; Frulla (21'st Panariello), Zucchini, Furlan; Trevisan, Cristofoli, Petrilli (40'st Roveretto). A disposizione: Guadagnin, Badjan, Bertaso, Bosio, Islami, Ferraglia. Allenatore: Loris Bodo.
SAN GIORGIO (4-4-2): Demetz; Aichner, Harrasser, L. Brugger, Treccani; Stark (19'st Gietl), Cia, Ritsch, Piffrader; Colosio, Boggian (15'st Orfanello). A disposizione: Negri Bevilacqua, Baldo, Golser, Messner, Duranti, Pichler, Lercher. Allenatore: Patrizio Morini.
ARBITRO: Angiolari di Ostia Lido (Gervasoni e Taverna di Bergamo).
RETI: 20'pt Romagna (T), 12'st rigore Sabato (T), 27'st Ritsch (SG), 34'st Petrilli (T), 36'st Orfanello (SG).
NOTE: spettatori 400 circa. Campo in buone condizioni. Ammoniti Mureno (T) per gioco falloso, Frulla (T) per proteste, Sabato (T) e Harrasser (SG) per comportamento non regolamentare. Calci d'angolo 4 a 1 per il San Giorgio. Recupero 1' + 5’

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,594 sec.

Inserire almeno 4 caratteri