Giovanile
sabato 9 marzo 2019
CALCIO
Atalanta-Parma e Milan-Chievo le semifinali del Beppe Viola

Mancano ancora tre giorni alla proclamazione della vincitrice del Trofeo Beppe Viola, ma certamente la 48ª edizione del torneo internazionale U17 sarà ricordata per la girandola di emozioni e i continui capovolgimenti che hanno caratterizzato la terza e ultima giornata della fase eliminatoria.
Non sono mancate le sorprese Sabato 9 Marzo sui campi del Garda Trentino: una versione sbiadita della favorita Roma ha lasciato campo aperto alle ripartenze del ChievoVerona che ha centrato la semifinale per la quarta volta nelle ultime sei edizioni del “Beppe Viola” rifilando un perentorio 4-1 ai giallorossi. Ad attendere i clivensi nella seconda delle semifinali in programma Domenica 10 Marzo alle ore 15.15 sul campo centrale di Via Pomerio il Milan, che nei secondi finali della sfida contro la Lazio ha trovato il gol qualificazione con il suo bomber Andrea Capone.
Pronostici rispettati nel Gruppo A con l’Atalanta vittoriosa per 2-1 contro i campioni in carica del Torino. Gli orobici affronteranno domani alle 13.00 in Via Pomerio il Parma, autentica sorpresa del torneo e vittoriosa quest’oggi contro il Napoli per 3-1.

GIRONE A - IL TORO ABDICA. PASSA L’ATALANTA
Nel campo di Arco - Via Pomerio quest’oggi si sono affrontate le ultime due vincitrici del Trofeo Beppe Viola, Atalanta (2016 e 2017) e Torino (2018). Primo tempo a senso unico grazie alla partenza sprint degli orobici che si sono portati rapidamente avanti di due gol dopo quattro minuti di gioco con la doppietta di Antonio Reda. Nella ripresa è arrivata la reazione d’orgoglio dei granata con il gol di Favale al 7’. Il Toro non è riuscito però a trovare il pareggio lasciando strada libera ai bergamaschi. Nell’altra sfida del Girone A, il Brondby ha liquidato con un rotondo 5-0 i padroni di casa dell’Arco.

GIRONE B - MILAN AVANTI CON CAPONE, I DILETTANTI FERMANO IL VERONA
Il duello a distanza tra Milan ed Hellas Verona per la leadership del Girone B si è risolto a favore dei rossoneri al termine di un finale mozzafiato che li ha visti battere la Lazio per 2-1. L’eroe di giornata è Andrea Capone, centravanti di razza dei rossoneri che a pochi secondi dalla fine ha portato in gloria la compagine allenata da Christian Terni con un gol dei suoi, il quarto del suo torneo. “Ci abbiamo creduto fino alla fine, sono felicissimo“, ha detto il match winner Capone. - “E’ una grande emozione per tutti noi. Ora puntiamo a vincere il torneo“.
Dopo un primo tempo avaro di emozioni, la Lazio ha avuto la grande occasione per passare in vantaggio al 4’ della ripresa. L’arbitro ha concesso un calcio di rigore ai capitolini, espellendo Paloschi del Milan ma Vignes ha sprecato malamente calciando a lato. Tre minuti più tardi il vantaggio del Milan: sugli sviluppi di un corner, Grassi ha insaccato di piatto portando in vantaggio i rossoneri. La compagine meneghina non è riuscita a controllare la situazione, prestando il fianco alla Lazio che ha trovato il pareggio al 34’ con un colpo di testa di Bertini. In un finale palpitante, la zampata di Capone al sesto minuto di recupero: il centravanti con un sinistro a incrociare ha battuto l’estremo difensore laziale.
Sul campo di Riva del Garda – Varone, si è giocata l’altra sfida del Girone B che ha visto l’Hellas Verona opposto alla Rappresentativa Dilettanti. Il 2-2, raggiunto peraltro nei minuti finali con un calcio di punizione di Yeboah, non è bastato agli scaligeri che devono lasciare il torneo. Vantaggio dei Dilettanti nel primo tempo con Mariconda al 26’. Pareggio immediato dell’Hellas al 31’ con Udogie. La rappresentativa LND è tornata avanti nella ripresa con Lombardi al 24’, prima del guizzo di Yeboah al 35’ con un’esecuzione magistrale di un calcio di punizione dal limite.

GIRONE C - PARMA IN SEMIFINALE. IL NAPOLI CHIUDE A ZERO
La sorpresa e la delusione del torneo arrivano dal Girone C. Se da una parte il Parma è andato oltre ogni aspettativa centrando la semifinale, il Napoli ha chiuso mestamente a zero punti. Nello scontro diretto ad Arco Bolognano, il Parma ha messo il risultato a sicuro nel primo tempo: dopo il vantaggio dei partenopei su rigore, realizzato al 9’ da Mancino, i ducali hanno trovato il pareggio, sempre su penalty, al 15’ con Casarini. Quindi il Parma ha preso il comando delle operazioni siglando altre due marcature, al 23’ con Carbone e al 36’ con Trezza. Il Napoli ha accorciato le distanze nella ripresa al 40’ con Costanzo, fissando il punteggio sul 3-2. Nella classifica, il Parma precede la SPAL, vittoriosa Giovedì contro il Napoli ma sconfitta Venerdì ai rigori nel derby emiliano.

GRUPPO D - POKER DEL CHIEVO. ROMA DEMOLITA
Difesa e contropiede sono le due armi letali del ChievoVerona che conferma il suo feeling speciale con il “Beppe Viola”. Dopo l’amara uscita dalla Champions prosegue invece nel Garda Trentino la settimana nera della Roma che da favorita del torneo è costretta a tornare a casa mestamente in anticipo. Il punteggio di 4-1 va persino stretto ai veneti che dopo aver trovato subito il vantaggio al 5? del primo tempo con Bonini, dilagano nella ripresa con le marcature di Merci al 3?, Florenzi all’11’ e Bontempi al 32?. Gol della bandiera della Roma firmato da Milanese al 35?.
Nell’altra partita del Girone D affermazione per il Partizan che ha sconfitto con il punteggio di 2-1 la Rappresentativa Trentino: doppio vantaggio dei serbi nel primo tempo con le marcature di Milivojevic al 2? e l’autogol di Amadori al 34?. Il Trentino ha accorciato le distanze nella ripresa con il gol di Toniotti al 2?.

I risultati:
Girone A: Atalanta - Torino 2-1, Brondby - Arco 5-0
Girone B: Milan - Lazio 2-1, Verona - Rappr. Dilettanti 2-2
Girone C: Napoli - Parma 2-3
Girone D: Roma - Chievo 1-4, Partizan - Rappr. Trentino 2-1

Le classifiche:
Girone A: Atalanta 9, Torino 4, Brøndby 4, Arco 0
Girone B: Milan 7, Verona 5, Dilettanti 2, Lazio 1
Girone C: Parma 4, Spal 4, Napoli 0
Girone D: Chievo 9, Roma 6, Partizan 3, Trentino 0

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,797 sec.

Inserire almeno 4 caratteri