Serie D
lunedì 19 novembre 2018
CALCIO
Il Levico si fa rimontare sul 3 a 3 dal Cjarlins Muzane

Il Levico Terme si fa rimontare sul tre a tre dal Cjarlins Muzane in un match pirotecnico. Pareggio che lascia l’amaro in bocca al team allenato da Andrea Vitali che, sopra tre a uno a mezz’ora dal termine del match, non riesce a gestire il vantaggio. I valsuganotti, a secco di reti da tre giornate, realizzano tre gol in un incontro solo, ma non bastano per tornare alla vittoria al viale Lido.
Dopo la sconfitta di mercoledì allo stadio Briamasco per due a zero con il Trento, mister Vitali decide di cambiare qualcosa in avanti, optando per un 4-3-3, con il tridente formato da Aquaro punta centrale, supportato da Esposito e Masia. In difesa, davanti a Costa, confermata la linea a quattro composta da Bagatini e Dall'Ara centrali, con Acka e Demian a fungere da esterni. A centrocampo Pellielo ritorna in cabina di regia con Castellan e Rinaldo a dar man forte. Il Cjarlins Muzane di mister De Agostini, che a metà primo tempo lascerà la panchina per dei giramenti di testa, punta sul trio Kabine, Smrtnik, Bussi. Pronti via e la gara entra subito nel vivo. La squadra di casa parte bene e al 2' sfiora il vantaggio con una punizione di Masia, disinnescata da Scordino. Passano due minuti e il Levico Terme passa in vantaggio: Masia dall’angolo pennella il pallone sulla testa di Bagatini che sul secondo palo salta più in alto di tutti e fa da torre per Aquaro che di coscia gira in rete il gol dell’uno a zero. La reazione dei friulani non si fa attendere: prima Tonizzo con un calcio di punizione dal limite, poi Smrtnik con una rasoiata, mettono in difficoltà la difesa trentina. Al 39', nel miglior momento degli ospiti, il Levico Terme trova il raddoppio con un tiro-cross di Castellan che dai venti metri sorprende Scordino per il due a zero. Due giri di lancette più tardi Esposito in azione di rimessa va vicinissimo al terzo gol, ma non riesce a superare il portiere avversario. Nel finale di frazione il Cjarlins Muzane accorcia le distanze: cross di Migliorini, Kabine, spalle alla porta, si gira in un fazzoletto e supera Costa. Si va al riposo con il Levico avanti due a uno. La ripresa vede i valsuganotti partire nuovamente molto forte. Castellan e Masia provano a farsi vedere, senza fortuna. Al 12' i ragazzi di Vitali allungano sul tre a uno: Esposito sfonda sulla sinistra e crossa per la testa di Aquaro che insacca. Passano solamente tre minuti e i friulani accorciano nuovamente le distanze ancora con Kabine che parte sul filo del fuorigioco e supera Costa. Gli ospiti fiutano la possibilità di pervenire al pareggio e al 24' impattano grazie ad un rigore concesso per una spinta di Costa ai danni di Smrtnik. Dal dischetto si presenta ancora Kabine per il definitivo tre a tre.
Per il Levico il prossimo turno sarà in casa della Virtus Bolzano per un interessantissimo derby salvezza.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,875 sec.

Inserire almeno 4 caratteri