Serie D
lunedì 27 agosto 2018
CALCIO
Il Levico Terme si fa beffare dalla Virtus Bolzano ai rigori

L'errore di Masia fa passare la Virtus Bolzano. Il Levico Terme cade dopo i calci di rigore nel primo turno di Coppa Italia contro la formazione del presidente Oberrauch. La squadra del nuovo mister Vitali gioca una buona gara, mostrandosi però poco cattiva sotto porta, con i bolzanini, maggiormente cattivi e determinati nell'ottenere il passaggio del turno.
Mister Vitali si affida al 4-2-3-1: Costa tra i pali, pacchetto arretrato composto da Acka e Demian sugli esterni con Bagatini e Dell'Ara centrali. In mediana Pallielo e Castellan con Masia, Esposito e Salvaterra sulla trequarti a supporto dell'unica punta Romano. Sebastiani, invece, risponde con un 4-3-3: davanti a Tenderini, da destra a sinistra Gencarelli, Kiem, Rizzon e Al Salih. A centrocampo l'ex Trento Bacher a dettare i tempi con Bounou e Cremonini. In attacco il tridente composto da Koni, Timpone ed Elis Kaptina.
La partita è sin dall'inizio vibrante, con un'occasione per parte: prima Masia chiama in causa Tenderini, abile nella risposta, poi Cremonini impegna severamente Costa che, con l'aiuto della traversa, sventa la minaccia. Timpone si rende pericoloso in un paio di circostanze, ma difesa e portiere in un modo o nell'altro si salvano sulla punta bolzanina. Nel finale di tempo Acka recupera palla sulla mediana, arriva sul fondo, e crossa per Salvaterra che di testa trova lo spazio giusto per concludere, ma Tenderini è ancora attento e smanaccia.
Nella seconda frazione di gara è subito Timpone a centrare il palo. Al 13' il direttore di gara assegna un calcio di rigore alla Virtus Bolzano, per un tocco di mano di Pallielo su calcio di punizione di Kiem. Dal dischetto Timpone prima si fa ribattere l'esecuzione da Costa, poi, in tap-in insacca per l'uno a zero. Il Levico Terme fatica a reagire, con la formazione di Alfredo Sebastiani brava a chiudere ogni spazio. Fino al 94' quando Bagatini, dagli sviluppi di un calcio piazzato, insacca con un tocco di testa l'uno a uno.
Si va quindi a calci di rigore, con il fantasista del Levico Masia che sbaglia il proprio penalty, con tutti gli altri giocatori che vanno a segno, per la vittoria della Virtus Bolzano che, nel prossimo turno, affronterà l'Union Feltre.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.

Inserire almeno 4 caratteri