Serie D
lunedì 27 agosto 2018
CALCIO
Il Trento parte bene, San Giorgio sconfitto in Coppa

Bertoldi e Bosio piegano un tenace San Giorgio due a uno, con un gol per tempo. Nel turno preliminare di Coppa Italia il Trento trova la prima vittoria stagionale, trovando qualche difficoltà di troppo nel trovare spazi contro una formazione quadrata come quella pusterese, e nel prossimo turno dovrà vedersela contro il Belluno dell'ex tecnico Roberto Vecchiato.

La cronaca


Mister Rastelli si affida al 4-3-3: Barosi in porta e, con Kostadinovic squalificato, la linea a quattro è composta da Scaglione e Badjan sulle fasce, Sorbo e Zucchini in mezzo. A centrocampo Selvatico che funge da playmaker, supportato da Dragoni e Furlan. In avanti Cazzago sulla destra in costante proiezione offensiva, insieme a Bertoldi e Bardelloni.
All'8' primo affondo del Trento: splendida triangolazione tra Furlan e Bardelloni, con il numero 10 che premia l'inserimento di Dragoni che, tutto solo in area di rigore, spara addosso all'estremo difensore proteso in uscita. Al 16' i gialloblù rompono l'equilibrio. Azione insistita dei padroni di casa con Dragoni che mette in mezzo dalla sinistra, Cazzago, sul secondo palo, funge da sponda per Bertoldi che dai dieci metri con una girata di destro, trafigge Negri per l'uno a zero. Al 23' la prima vera occasione da gol per il San Giorgio con Sorbo che incespica su Orfanello lanciato a rete, l'attaccante pusterese tutto solo davanti a Barosi chiude troppo il diagonale, mettendo il pallone sul fondo non di molto. Il Trento spinge meno, giostrando il pallone con maggior lentezza e al 37' i ragazzi di Patrizio Morini pareggiano, sfruttando al meglio un veloce contropiede dalla sinistra. Orfanello in spaccata mette in movimento il classe 2000 Simon Baldo che batte il portiere trentino con un diagonale imparabile che termina la propria corsa sotto la traversa. Il Trento non ripete l'errore più volte visto in passato: non si butta a testa bassa in avanti alla ricerca del gol del nuovo vantaggio, si abbassa senza disunirsi cercando di ragionare e sviluppare gioco, fino a quando non mette alle corde l'avversario. Cosa che accade nel finale di tempo, quando prima Dragoni di testa e poi Bardelloni dalla destra impegnano Negri che si dimostra sempre attento nel respingere.

Nel secondo tempo le due squadre ripartono con un ritmo inferiore rispetto alla prima frazione. Gli aquilotti in pochi minuti, però, costruiscono tre occasioni per ritornare avanti. Al 9' Furlan dalla destra pennella un traversone invitante sulla testa di Dragoni che sceglie il tempo giusto, ma la mira è imprecisa. Al 12' Bardelloni con il mancino impegna severamente Negri, che si distende e smanaccia in angolo. Al 15' Furlan è ancora bravo nel trovare in profondità Dragoni che, con il portiere in uscita, intelligentemente appoggia di testa per Bertoldi che, pochi passi dentro l'area di rigore, non inquadra lo specchio della porta sguarnita. A metà ripresa Rastelli effettua i primi cambi per aumentare la spinta dei suoi: dentro Bosio, un altro attaccante, e l'esterno destro Romagna. È proprio Bosio pochi istanti dopo l'ingresso in campo a baciare la parte superiore della traversa con un'incornata da calcio d'angolo battuto da Furlan. Il San Giorgio cerca di ripartire, sfruttando per lo più le disattenzioni avversarie, ma senza pungere concretamente. Al 38' il Trento realizza il gol vittoria, ed è proprio il neoentrato Bosio a trovare l'affondo decisivo. Rilancio dalle retrovie, Althuber si fa scavalcare dal pallone e Bosio davanti a Negri trova la zampata vincente, con la sfera che si infila in rete dopo il tocco del portiere.
Gli ospiti troverebbero anche il gol del pareggio poco dopo con Gruber che di testa batte Barosi, ma il direttore di gara annulla per fuorigioco. Finisce due a uno per i gialloblù che nel prossimo turno dovranno vedersela con il Belluno.

Il tabellino


TRENTO - SAN GIORGIO 2-1
TRENTO (4-3-3): Barosi; Scaglione, Sorbo, Zucchini (21'st Bosio), Badjan; Furlan, Selvatico, Dragoni (28'st Paoli); Cazzago (21'st Romagna), Bertoldi (43'st Ferraglia), Bardelloni.
A disposizione: Russo, Carella, Bertaso, Baronio, Trevisan.
Allenatore: Claudio Rastelli.
SAN GIORGIO (4-4-2): Negri Bevilacqua; Zulic (1'st Messner), Brugger, Althuber, Harrasser; Schwingshackl (44'st Hellweger), J. Bacher, Ritsch (43'st Felder), Treccani; Orfanello (24'st Gruber), Baldo (32'st Colosio).
A disposizione: Demetz, Mitterutzner, Trafoier, Lercher.
Allenatore: Patrizio Morini.
ARBITRO: Sfira di Pordenone (Codemo e Pandolfo di Castelfranco Veneto).
RETI: 16'pt Bertoldi (T), 38'pt Baldo (SG), 37'st Bosio (T).
NOTE: spettatori 300 circa. Campo in discrete condizioni. Pomeriggio caldo e soleggiato. Ammoniti Sorbo (T) per proteste, Scaglione (T) e Ritsch (SG) per gioco falloso. Calci d'angolo 8 a 0 per il Trento. Recupero 2' + 5'.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri