Serie C
martedì 5 giugno 2018
CALCIO
Domani sera il Südtirol affronta il Cosenza al Druso

Per il Südtirol il sogno continua. E non c'è tempo di festeggiare il superamento dei quarti di finale ottenuto al termine della doppia sfida con la Viterbese grazie al pareggio di Viterbo (2-2) e alla esaltante vittoria di domenica al Druso (2-0) nella gara di ritorno. I playoff di serie C continuano. A ritmi serrati. Anzi incalzanti. La squadra di Zanetti tornerà infatti in campo domani sera (mercoledì 6 giugno), allo stadio Druso (calcio d'inizio alle ore 20) per gara-1 di semifinale contro il Cosenza, che nei quarti di finale ha eliminato la Sambenedettese, aggiudicandosi sia la gara d'andata (2-1 in casa) che quella di ritorno (2-0 a San Benedetto del Tronto). La seconda e decisiva gara è invece in programma domenica, 10 giugno, allo stadio “San Vito-Gigi Marulla” di Cosenza, con calcio d'inizio alle ore 20.30 e diretta su Rai Sport.
Fra regular season e playoff, il Südtirol ha perso appena due partite al Druso (contro Bassano e Gubbio) sulle 18 complessivamente disputate, conquistando invece ben 10 vittorie e 6 pareggi.
Sempre fra regular season e playoff, la squadra di Zanetti è in serie utile da sei partite, nelle quali ha conquistato ben 5 vittorie e un pareggio.
Domenica, nella gara di ritorno dei quarti di finale contro la Viterbese, Daniel Offredi ha messo a referto il suo 17esimo “clean sheet” in 36 partite fra regular season e playoff.
Anche le semifinali dei playoff si giocano con la formula della doppia sfida, vale a dire con gare d'andata e di ritorno.
Il regolamento delle semifinali azzera i vantaggi relativi al miglior piazzamento al termine della regular season e prevede che in caso di parità di reti e di punti al termine dei 180 minuti regolamentari (non si parla quindi solo di doppio pareggio, ma anche di vittoria e sconfitta con computo totale di gol pari fra le due squadre) si ricorra a due tempi supplementari da 15 minuti ciascuno e – in caso di perdurante parità – ai calci di rigore.
L'altra semifinale playoff è Siena – Catania.
Da valutare le condizioni di Emmanuel Gyasi, uscito nell'intervallo della gara del Druso contro la Viterbese per una distorsione alla caviglia. In forse anche gli acciaccati Cess e Roma, mentre Tait, uscito anzitempo domenica perché in preda ai crampi, è pienamente recuperato.

Gli avversari ai raggi X


Il Cosenza ha concluso il campionato, nel girone C, al 5° posto con 54 punti, alle spalle del Lecce, promosso direttamente in serie B, e di Catania, secondo classificato, Trapani e Juve Stabia.
L'allenatore del Cosenza è Piero Braglia, 63enne allenatore di grande esperienza che ha vinto un campionato di serie C con la Juve Stabia e diretto la squadra di Castellammare di Stabia per tre stagioni nel campionato cadetto. In serie C Braglia ha allenato nelle scorse stagioni Pisa, Lecce e Alessandria.
Il Cosenza, che nel suo palmares vanta 19 partecipazioni al campionato di serie B e 47 a quello di serie C, è alla sua seconda partecipazione consecutiva ai playoff per la promozione in serie B. Nella scorsa stagione la corsa dei calabresi si fermò ai quarti di finale per mano del Pordenone.
Includendo anche le ultime due giornate di campionato, il Cosenza è in serie utile da ben otto partite, nelle quali ha conquistato sette vittorie e un pareggio.
I calabresi hanno già disputato sei partite ai playoff. Nel primo turno (ad eliminazione diretta) hanno prevalso in casa per 2-1 sulla Sicula Leonzio. Nel secondo turno (ad eliminazione diretta) hanno pareggiato in casa per 1-1 con la Casertana, qualificandosi alla fase successiva grazie al miglior posizionamento in classifica al termine della regular season. Negli ottavi di finale il Cosenza ha affrontato il Trapani, vincendo sia la gara d'andata – in casa – per 2-1 che quella di ritorno – in Sicilia – per 2-0. Doppia vittoria anche nei quarti di finale a spese della Sambenedettese (2-1 e 0-2).
Il top-scorer del Cosenza è Gennaro Tutino, che ha messo segno complessivamente 11 gol, di cui sette in campionato, tre ai playoff e uno in Coppa Italia. Segue con 9 reti (e 4 assist) la mezz'ala offensiva Mirko Bruccini, a segno nove volte (7 in campionato, 1 ai playoff e 1 in Coppa Italia).
Il Cosenza gioca con lo stesso modulo del Südtirol, vale a dire il “3-5-2”.
Al “Druso” mister Braglia non potrà disporre dell'attaccante francese Allan Baclet, che domenica, a San Benedetto, ha rimediato il secondo giallo in questi playoff, venendo così squalificato per una partita.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri