Serie D
domenica 26 novembre 2017
CALCIO
La capolista Pro Patria fa un boccone del Trento: 3-0
fonte: Ac Trento

Il Trento lotta e ci prova con tutte le proprie forza ma la compattezza della prima della classe e la classe di Mario Alberto Santana fanno la differenza: al "Carlo Speroni" di Busto Arsizio la Pro Patria s'impone per 3 a 1, trascinata al successo dal proprio capitano, 255 partite e 28 reti in serie A e autentico "fuoriclasse" per la categoria anche a 36 anni. I padroni di casa trovano subito la rete con l'argentino e, dopo un buon primo tempo da parte del Trento, chiudono il match nella ripresa con la seconda marcatura di Santana e l'acuto di Gucci. Dopo l'espulsione di Appiah a metà frazione, nel finale il classe '99 Badjan accorcia le distanze e trova il suo primo gol in maglia gialloblù. Gli aquilotti restano fermi a quota 11: domenica prossima impegno casalingo contro il Crema, ottava forza del torneo.

La cronaca


Il tecnico aquilotto, per la sedicesima giornata di Serie D, conferma il "3-5-1-1" visto domenica scorsa contro la Grumellese: in difesa esordio per il neoacquisto Sorbo assieme a Giacomoni e Diop, mentre a centrocampo Filippini propone Bertaso dal primo minuto con Furlan esterno a destra e Paoli a sinistra. In avanti c'è ancora Pangrazzi a supporto di Zecchinato.
Pronti via e, dopo appena venticinque secondi, la Pro Patria passa in vantaggio: Santana controlla e calcia da trentacinque metri, la sfera tocca terra e sorprende l'estremo difensore aquilotto Grubizza.
Il Trento reagisce subito e, dopo una parata a terra di Grubizza su tocco ravvicinato di Colombo, al 10' gli aquilotti si fanno vedere dalle parti del portiere di casa: Zecchinato appoggia per Boldini che lascia partire un gran destro con il pallone che si perde di poco a lato. Il primo tempo è decisamente "tattico": la Pro Patria cerca il fraseggio nello stretto, ma i gialloblù non concedono spazi e si va al riposo con i padroni di casa in vantaggio.

Nella ripresa la formazione lombarda parte con il piede premuto sull'acceleratore: al 51' Santana vince il contrasto con Giacomoni e poi lascia partire una conclusione d'esterno destro che termina a lato. Un minuto più tardi il capitano di casa ispira Gucci, stoppato in extremis da Diop. Al 56', però, la Pro Patria raddoppia: Santana s'infila tra le maglie della difesa del Trento, con un tocco a seguire elude l'intervento di difensore e portiere e appoggia in fondo al sacco. Passano cinque minuti e arriva anche il tris: azione in velocità sulla destra, Gucci batte a rete, Grubizza respinge ma la sfera torna sui piedi del centravanti di casa che mette in porta da due metri.
Filippini sprona la squadra anche sullo 0 a 3 e i gialloblù colpiscono la traversa al minuto 69 con Zecchinato, che incorna senza fortuna il corner di Appiah: Mangano sarebbe battuto ma il legno dice "no" al centravanti trentino. Appiah viene espulso dopo un contatto a metà campo con Colombo e, a sei minuti dalla fine, Badjan trova la rete della bandiera con un sinistro da fuori area che sorprende il portiere di casa.
La Pro Patria s'impone per 3 a 1: appuntamento domenica prossima al "Briamasco" contro il Crema di Sergio Porrini.

Il tabellino


AURORA PRO PATRIA - TRENTO 3-1
AURORA PRO PATRIA (3-5-2): Mangano; Molnar, Zaro, Scuderi (23'st Marcone - 33'st Chiarion); Cottarelli, Colombo, Pettarin, Gazo, Galli; Gucci (28'st Le Noci), Santana (39'st Bortoluz). A disposizione: Guadagnin, Mozzanica, Disabato, Ugo, Arrigoni. Allenatore: Ivan Javorcic.
TRENTO (3-5-1-1): Grubizza; Giacomoni, Sorbo, Diop; Paoli, Bertaso (16'st Ferraglia), Bacher (34'pt Appiah), Boldini (20'st Duravia), Furlan (39'st Gattamelata); Pangrazzi (35'st Badjan); Zecchinato.
A disposizione: Cuoco, Rippa, Casagrande, Osti. Allenatore: Antonio Filippini.
ARBITRO: Votta di Moliterno (Gargano e Lambiase di Palermo).
RETI: 1'pt e 11'st Santana (P), 16'st Gucci (P), 41'st Badjan (T).
NOTE: campo in discrete condizioni. Spettatori 800 circa. Espulso Appiah (T) al 27'st per gioco violento. Ammoniti Colombo (P), Scuderi (P), Boldini (T), Bertaso (T) e Furlan (T) per gioco falloso, Zaro (P) per comportamento non regolamentare. Calci d'angolo 3 a 3. Recupero 3' + 4'.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,455 sec.

Inserire almeno 4 caratteri