Eccellenza
domenica 26 novembre 2017
CALCIO
La Virtus Bolzano piega 2-1 una coriacea Anaune

Campione d’inverno. La Virtus Bolzano conquista l’ottava vittoria consecutiva (nono risultato utile con il pareggio di Bressanone) ed appone il sigillo sul titolo, seppur platonico, di campione d’inverno. Non è stato facile, comunque per i ragazzi di Sebastiani apporre l’ottavo timbro, avendo dovuto far fronte ad un Anaune aggressiva e determinata sin dai primi minuti di gara. Atteggiamento che ha permesso alla compagine di mister Moratti di portarsi addirittura sul doppio vantaggio, costringendo i padroni di casa a serrare le fila ed imbastire la rimonta.

La cronaca


Il traccuino annota subito, al 4’, il primo tiro della partita: è quello di Arnaldo Kaptina, la cui ambiziosa parabola dai venti metri finisce alta sopra la traversa. L’Anaune applica un giovo aggressivo e con un buon pressing sui portatori di palla bolzanini, atteggiamento che costringe la Virtus Bolzano a cercare spazi per vie laterali, laddove Elis Kaptina e Koni cercano di far breccia nella muraglia di maglie gialle trentine. Al 15’ è l’Anaune a portare la prima minaccia, con la discesa di Covi il cui tiro cross è arginato in tutto da Tenderini. La Virtus Bolzano risponde al 17’ quando su imbeccata di Koni, stacca Elis Kaptina, ma l’attaccante si coordina male e il tentativo di colpo di testa non ha alcun effetto. Al 18’ l’Anaune passa in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Bentivoglio, la pala spiove nell’area bolzanina intasata, laddove c’è smarcato Morano, che staffila di destro e beffa Tenderini.
La Virtus Bolzano prova a reagire ed al 25’ Arnaldo Kaptina, dal limite dell’area, manda la palla a stamparsi sul montante della porta difesa da Depetris. È ancora Arnaldo Kaptina mettere i brividi alla retroguardia trentina, quando al 30’ parte in velocità sul lancio di Kiem, il centrocampista appena dentro l’area indirizza un diagonale, che accarezza soltanto il palo di destra per poi terminare la sua corsa sul fondo.
Al 33’ l’Anaune raddoppia: l’azione parte dalla rimessa laterale nella trequarti bolzanina, veloce fraseggio tra Segna e Misimi, quest’ultimo detta per Pinamonti, che da posizione centrale beffa Tenderini. La Virtus Bolzano accorcia le distanze al 36': angolo di Majdi per il colpo di testa di Kiem, che schiaccia in rete. La Virtus Bolzano acciuffa il pareggio quasi a fil di sirena della prima frazione: al 46’ la punizione battuta da Majdi spiove nell’area trentina, dove c’è in agguato Elis Kaptina, che di testa batte Depetris.
L’inizio di ripresa vede ancora l’Anaune proporsi con aggressività ed al 3’ Misimi scaglia un proiettile, che finisce di poco alto sopra la traversa. La Virtus Bolzano ribalta la situazione all’8’: si angolo di Majdi è ancora una volta Elis Kaptina ad inzuccare spedendo la palla in rete. L’Anaune non demorde e da qui in avanti mantiene un discreto possesso palla, nel tentativo di imbastire azioni importanti. La Virtus Bolzano, comunque, controlla adeguatamente la manovra avversaria, proponendosi con le ripartenze. Bisogna attendere il 26’ per annotare un tiro scagliato da Biscaro che però finisce fuori misura. Da qui in avanti non succede più nulla ed al triplice fischio c’è solo spazio per la festa dei bolzanini che archivia un girone d’andata giocato a spron battuto.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri