Serie C
domenica 3 settembre 2017
CALCIO
Disco rosso al Bottecchia per il Südtirol, battuto 3-1

Nella seconda giornata del campionato di serie C, il Südtirol esce sconfitto dallo stadio “Bottecchia” di Pordenone, dove i padroni di casa – fra le squadre favorite per la vittoria del campionato - si impongono per 3-1, rimontando l'iniziale vantaggio dei biancorossi che avevano iniziato benissimo il match ma che poi hanno pagato a caro prezzo le disattenzioni difensive commesse su tutti e tre i gol dei neroverdi friulani. Aspetto positivo della prestazione in Friuli il buon numero di palle-gol create dalla squadra di Zanetti, che ha anche colpito anche una clamorosa traversa.

La cronaca


Allo stadio “Bottecchia” mister Zanetti non può disporre per la seconda partita di fila dell'infortunato Broh, mentre Smith – non al meglio della condizione – siede inizialmente in panchina. L'allenatore biancorosso conferma dieci undicesimi della formazione iniziale che ha sconfitto l'Albinoleffe, con l'utilizzo di Bertoni dal primo minuto in cabina di regia come unica novità. Tutti i nuovi acquisti delle ultimissime ore di calciomercato si accomodano invece in panchina.
Inizio di match tonico e aggressivo della squadra di Zanetti, che pressa alto i portatori di palla friulani e che opera il primo affondo al 5', quando Bertoni apre a sinistra per Zanchi, sul cui cross forte e teso sul primo palo Gyasi prova il colpo di tacco sotto misura, ma Perilli non si fa sorprendere e la carambola favorisce il numero 1 neroverde che guadagna una rimessa dal fondo.
I biancorossi giocano con determinazione e furore agonistico, e all'8' si portano in vantaggio con Cia che recupera palla sulla trequarti e avanza palla al piede per poi scagliare un esterno destro di rara potenza e precisione che si insacca all'angolino e che vale l'1-0 biancorosso nonché la seconda rete consecutiva in campionato per il 29enne di Montagna, già match-winner contro l'Albinoleffe.
Il Pordenone prova a scuotersi, e all'11' su punizione-cross di Burrai dalla destra svetta bene a centro area Gerardi, con il suo perentorio colpo di testa che finisce di poco alto, ma con Offredi sulla traiettoria.
Prova a spingersi con più intraprendenza in avanti, il Pordenone, che al 19' porta un pericolo all'area biancorossa su cross dalla destra di Formiconi, con Sgarbi che anticipa Martignago e con Vinetot che fa scudo col corpo al tiro di Gerardi scoccato poco prima del limite dell'area piccola.
Poi si rivede la squadra di Zanetti con Fink che innesca ai 20 metri Gyasi, il cui tocco di prima libera in area Costantino, pescato però in chiara posizione di offside.
Al 25' l'arbitro decreta una dubbia punizione per fallo apparso veniale di Gyasi su Burrai, con il play-maker neroverde che su calcio piazzato impegna alla respinta Offredi e con lo stesso Burrai che va a recuperare il pallone sulla sinistra e a scodellarlo sul secondo palo, dove Gerardi vince il duello aereo con Sgarbi e incorna il pallone all'incrocio dei pali per il pareggio friulano (1-1).
Al 36' i biancorossi allentano la pressione dei padroni di casa, con Cia che sfrutta un errato disimpegno di De Agostini per invitare al tiro Tait, il cui destro di prima intenzione da fuori area si perde però altissimo sopra la traversa.
Altra fiammata biancorossa al 40' con l'ottimo Cia che apre a sinistra per il cross di Zanchi, sul quale Costantino e Fink non riescono ad intervenire pur liberissimi sotto porta.
E sul ribaltamento di fronte il cross dalla destra di Ciurria trova sul secondo palo la girata al volo di Gerardi, col pallone che sbatte sul palo e schizza nell'area piccola, dove Martignago è il più lesto di tutti a firmare il 2-1 del Pordenone, risultato con il quale le due squadre vanno al riposo.
Si riparte senza cambi in entrambe le squadre e col Südtirol che prova subito a spingersi in avanti.
Al 4', dopo l'ammonizione comminata a Sgarbi per fallo tattico a centrocampo, il fiscalissimo Montelli di Brescia allontana dalla panchina sia mister Zanetti che il Direttore Sportivo Aladino Valoti per proteste.
Passano cinque minuti e Burrai apre a sinistra per Martignagno, sul cui cross teso a centro area si avventa l'ex biancorosso Ciurria, che al volo deposita in fondo al sacco il 3-1 neroverde.
Prova subito a reagire la formazione di Zanetti, e al 12' Frascatore non ci pensa su e scaglia dai 40 metri un sinistro potentissimo che si perde a lato di un soffio a Perilli battuto.
A metà ripresa triplice cambio contemporaneo nelle file biancorosse: escono Cia, Bertoni e Fink e al loro posto entrano Smith, Berardocco (al debutto) e Gatto, col Südtirol che ora si schiera con un offensivo 3-4-1-2.
Al 24' su punizione-cross di Berardocco e sponda sul secondo palo di Frascatore il rimpallo sotto porta fra Vinetot e Stefani, che forse tocca il pallone con una mano, va a sbattere contro la traversa.
Ancora biancorossi vicino al gol alla mezz'ora con Berardocco che verticalizza per Gyasi, il quale invita al tiro Gatto, il cui tiro mancino dal limite dell'area si perde a lato davvero di poco.
Il forcing finale dei biancorossi è continuo e generosissimo, ma non produce gli effetti sperati.
Con qualche rimpianto per alcune palle-gol non concretizzate e con un certo disappunto per gli errori difensivi commessi, il Südtirol esce sconfitto per 3-1 dallo stadio Bottecchia di Pordenone contro una delle sicure protagoniste del campionato.
Domenica prossima l'occasione per Fink & C. di tornare a muovere la classifica nel match casalingo (ore 18.30) contro la neopromossa Fermana.

Il tabellino


PORDENONE - FC SÜDTIROL 3-1 (2-1)
PORDENONE (4-3-2-1): Perilli; Formiconi (88. Pellegrini), Stefani, Parodi, De Agostini; Misuraca, Burrai, Lulli (82. Silvestro); Ciurria (82. Buratto), Martignago (72. Nunzella); Gerardi (88. Raffini). In panchina: Meneghetti, Facchinutti, Pellegrini, Danza, Bassoli. Allenatore: Leonardo Colucci
FC SÜDTIROL (3-5-2): Offredi; Vinetot, Sgarbi, Frascatore; Tait, Cia (67. Smith), Bertoni (67. Berardocco), Fink (67. Gatto), Zanchi; Costantino (82. Heatley), Gyasi (89. Boccalari). In panchina: D'Egidio, Baldan, Oneto, Erlic, Roma, Berardi
ARBITRO: Giampaolo Mantelli di Brescia (Lattanzi di Milano e Manara di Mantova)
RETI: 8. Cia (0-1), 26. Gerardi (1-1), 42. Martignago (2-1), 53. Ciurria (3-1)
NOTE: il match si è giocato nel tardo pomeriggio (inizio ore 18.30), con temperatura mite e alternanza di pioggia sottile e schiarite. Ammoniti: Bertoni (FCS), Gyasi (FCS), Sgarbi (FCS), Martignago (P), Misuraca (P). Al 50' allontanati dalla panchina biancorossa mister Paolo Zanetti e il Direttore Sportivo Aladino Valoti (FCS), entrambi per proteste, a giudizio del direttore di gara

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Inserire almeno 4 caratteri