Serie D
domenica 30 luglio 2017
CALCIO
Un altro 0-2 per il Trento in amichevole contro il Bari
fonte: Ac Trento

Un altro passo in avanti verso l’inizio del campionato: dopo l’ottima prova di mercoledì contro il ChievoVerona a San Zeno di Montagna, nell’amichevole contro il Bari serve un goal per tempo per stendere gli aquilotti di mister Vecchiato. L’ottima prestazione di Furlan e compagni conferma i progressi delle ultime uscite e proietta i gialloblu già in forma campionato.

La cronaca


Il modulo di partenza è il classico 4-3-3 con i giovani Badjan e Toscano a presidiare le fasce e in mezzo la collaudata coppia Casagrande – Cascone a completare il pacchetto arretrato; a centrocampo, a fianco del playmaker Bacher, agiscono Boldini e Furlan, mentre il tridente offensivo è composto da Ferraglia e Lillo sugli esterni a supporto di Lella, recuperato dopo il forfait contro i clivensi di mister Maran.
Dopo i primi minuti di studio, è il Bari, guidato in panchina dall’eroe di Germania 2006 Fabio Grosso, a prendere in mano il pallino del gioco con diversi fraseggi palla a terra che mettono in difficoltà la difesa aquilotta. All’8’, alla vera prima occasione, i biancorossi passano: Furlan gestisce male un pallone sulla metà campo, Tello orchestra e imbecca Galano che sfrutta il corridoio dietro Badjan e supera l’incolpevole Grubizza.

Il Trento, superato lo shock iniziale, non resta a guardare e senza alcun timore reverenziale prova a spingere, con un ispirato Lillo che al 14’ raccoglie un preciso assist di Boldini, salta Cassani in velocità e poi batte di potenza sul primo palo dove Micai risponde presente.
La squadra di mister Vecchiato è ben disposta in campo e il Bari fa fatica a trovare il varco giusto per sfondare. Le uniche azioni degne di note partono dai piedi dell’ispirato Galano: al 19’ il traversone dalla destra dell’ex Vicenza trova pronto Nenè che colpisce a botta sicura, ma trova la pronta risposta di un ottimo Grubizza che, con la mano di richiamo, nega la gioia del gol al brasiliano.
L’ultimo assalto biancorosso del primo tempo arriva alla mezz’ora: ripartenza in campo aperto dei baresi con pregevole giocata a centrocampo di Basha e favoloso assist in verticale di Brienza per Improta che insacca con un preciso “piattone”. Tutto perfetto, ma non per l’assistente di linea che annulla per fuorigioco.

La ripresa si apre con un Trento rivoluzionato in sei undicesimi, ma l’intesa sulla sinistra tra Gattamelata e Appiah crea qualche grattacapo alla retroguardia guidata dall’ex promessa della Roma, Capradossi.
Il Bari, quando spinge sull’acceleratore, fa male: prima al 60’ Nenè sfiora la traversa con un colpo di testa e poi, al 74’ arriva il raddoppio. Lancio perfetto per Improta che di forza supera Toscano e poi, con un preciso diagonale rasoterra, insacca per il definitivo due a zero.

Il tabellino


TRENTO - BARI 0-2
Trento (4-3-3): Grubizza (18’st Scali); Toscano (40’st Cavagna), Cascone (1’st Calcagnotto), Casagrande (28’st Diop), Badjan (40’st Dallavalle); Furlan (1’st Paoli), Bacher (18’st Bertaso), Boldini (1’st Appiah); Ferraglia (1’st Duravia), Lella (18’st Pangrazzi), Lillo (1’st Gattamelata). A disposizione: Trevisan, Terracciano, Cuoco. Allenatore: Roberto Vecchiato
Bari (4-3-3): Micai; Cassani (31’st Montini), Capradossi, Tonucci (31’st Moras), Morleo (25’st D’Elia); Tello (40’st Scalera), Basha, Brienza (25’st Greco); Improta (40’st Martinho), Nenè (40’st Raicevic), Galano (40’st F. Furlan). A disposizione: De Lucia, Manzari, J. Furlan, Faggiano. Allenatore: Fabio Grosso
Arbitro: Moser di Trento (Stefani di Arco-Riva e Parisi di Rovereto)
Reti: 8’pt Galano, 29’st Improta
Note: campo in discrete condizioni. Spettatori 400 circa. Calci d’angolo 5 a 2 per il Bari. Recupero 1' + 3'.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri