Serie D
sabato 6 maggio 2017
CALCIO
La Virtus Bolzano deve battere il Seregno e sperare

Il destino della Virtus Bolzano si decide nell’ultima sfida della stagione regolare, domenica al Druso arriva il Seregno (fischio d’inizio ore 15,00) e per Tenderini e compagni non ci sono alternative: per poter sperare di rientrare nella zona playout bisogna prima di tutto battere la compagine lombarda e, contemporaneamente, sperare negli inciampi di Lecco e Levico. Partiamo dall’inizio e pensiamo al Seregno. Il rotondo successo conseguito nel derby contro il Dro ha confermato quanto di buono era emerso nelle ultime settimane, anche a fronte delle sconfitte che hanno cadenzato il percorso della Lomi band. La squadra è viva e lo ha dimostrato recitando, sul terreno gardesano, una gara perfetta, sostenuta dalla prestazione eccezionale del collettivo. Perfomance sottolineata dalla ritrovata vena di bomber Bucchi (tre gol nelle ultime tre gare) e nell’effervescente estrosità di elementi come Majdi e Bustamante, pedine che (classifica permettendo) potrebbero rappresentare il vero valore aggiunto di questo incandescente finale di stagione. Sarebbe comunque riduttivo circoscrivere il ragionamento soltanto ad alcuni giocatori, perché, lo ribadiamo, il messaggio stampigliato a caratteri cubitali sul terreno del Dro è chiaro: la squadra è viva e pimpante più che mai. Adesso però, in questi ultimi novanta minuti di stagione regolare, bisognerà regolare il conto con il Seregno e tenere l’orecchio incollato alle radioline in attesa di buone notizie da Levico e Lecco. I termali ospiteranno la Virtus Bergamo mentre i brianzoli faranno gli onori di casa alla Pergolettese. Sulla carta le due sfide potrebbero emettere pronostici scontati visti i valori della classifica, ma si sa anche che in questo scorcio finale può succedere davvero di tutto. Tutto dipenderà dalle motivazioni che Virtus Bergamo e Pergolettese sapranno ancora esternare, sostenute dal conseguimento del miglior piazzamento nella griglia playoff. Vedremo…nulla è scritto ma l’alea dell’incertezza è davvero notevole.
Mister Lomi è intenzionato confermare il modulo di partenza esibito a Dro con alcune varianti riguardo allo schieramento che tengono conto delle assenze dello squalificato Munerati e dell’infortunato (frattura al polso) Kaptina. Romeo recupera la sua posizione nella prima linea difensiva che si avvarrà anche del contributo del diciottenne Debiasi.

L'avversario


Sono 103 gli anni di storia calcistica del Seregno, società che all'inizio del 1920 unisce fondi e idee con la Labor Sportiva, società ginnico-atletica, cambiando la denominazione in Labor Sportiva Seregno Football Club. L’ascesa della realtà lombarda trovò la prima importante declinazione con la presidenza di Trabattoni il quale portò lo stellone del Seregno in serie B, nella stagione 1932-33 mentre nella stagione 1947-48  lombardi lottarono addirittura per la serie A. L'ultima apparizione del Seregno tra i professionisti risale al campionato ‘81-‘82. Daallora gli azzurri brianzoli hanno calcato, quasi sempre, il torneo Interregionale, fino alla retrocessione in Eccellenza avvenuto nella stagione 2006-07. Tre anni dopo, però, il Seregno è tornato in serie D (2009-2010) categoria che mantiene ininterrottamente da sette stagioni. Nell’attuale campionato il Seregno si era reso protagonista di un avio importante, cadenzato da quattro risultati utili consecutivi e da un proseguo che aveva portato i brianzoli sino a lambire il podio della categoria. Dalla nona giornata, invece, la compagine di Andreoletti ha conosciuto un andamento altalenante che ha contribuito a posizionare lo scudetto lombardo nella nona pozione di classifica. Con 50 reti il Seregno ha il sesto miglior attacco del girone, grazie ai dodici gol realizzati da Capogna, seguito dalle 10 reti realizzate da Lillo, le otto marcature di Cusaro, le quattro di Moretto, tre per Szekely, due gol per Di Lauri, Jeda, Romeo, Vaini ed un a testa per Calmi, Gouveia Garcia, Marchini, Uliano.

Le probabili formazioni


VIRTUS BOLZANO (4-3-1-2): Tenderini; Romeo, Kiem, Debiasi, Clementi; Cremonini, De Simone, Bustamante; Majdi; Timpone, Bucchi. All. Lomi. A disp.: Masha, Padovani, Bounou, Coulibaly, Hofer, Niang, Koni, Perri
SEREGNO (3-4-3): Bardaro; Cusaro, Merli Sala, Terminello; Romano, Scampini, Romeo, Arca; Lillo, Capogna, Vaini. All. Andreoletti. A disp.: Zambataro, Benelli, Negri, Curia, Di Lauri, Castella, Visigalli, Cutuli, Calmi
ARBITRO: Andrea Cattaneo di Civitavecchia
ASSISTENTI: Yuri Trillo di Reggio Emilia e Enrico Tirico di Modena

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri