Serie D
lunedì 10 aprile 2017
CALCIO
La Virtus perde anche con il Ciserano

Il Ciserano passa al Druso grazie al calcio di rigore trasformato da Ghisalberti al 13’ della ripresa. L’arbitro ha però sorvolato su un netto fallo commesso su Hofer al 39’ che avrebbe meritato la concessione del penalty. In seguito a questa decisione ci sono state le proteste vibranti dei bolzanini che hanno cagionato, al 42’, l’espulsione di capitan Kiem.

La prima azione pericola la detta il Ciserano che al 3’ bussa dalle parti di Tenderini, con il tiro di Gritti destinato nel sette ma l’estremo bolzanino è attento e con un balzo smanaccia in angolo. Al 9’ Timpone mette palla a terra per il tiro di Bucchi dal limite, pallone che però si perde sul fondo. Brivido per i padroni di casa al 10’ quando De Simone, nella propria zona difensiva, cicca l’aggancio lascando così correre la palla verso Ghisalberti che prova a fiondare dalla sinistra, ma senza fortuna. Al 16’ Bucchi conquista palla nella trequarti orobica, cerca la mattonella dai venti metri dalla quale fa esplodere un sinistro che sibila poco distante dall’incrocio. Un minuto dopo un’indecisione tra Niang e Majdi permette la ripartenza del Ciserano, Giovanditti detta l’assist per Maspero il cui tiro è controllato da Tenderini. Al 20’ Ghisalberti si libera al limite e fionda un tiro che si stampa sulla base del palo, sulla ribattuta c’è il guizzo di Lacchini arginato dall’anticipo in tackle da Clementi. Il Ciserano insiste ed al 27’ c’è il tiro centrale di Ghisalberti controllato da Tenderini. La Virtus Bolzano prova ad alzare il baricentro del proprio gioco, ma ogni iniziativa si infrange nell’organizzata linea difensiva dei lombardi. I sessanta secondi di recupero, che consegnano le squadre negli spogliatoi, non producono altre emozioni.
Al 5’ della ripresa Ghisalberti appoggi largo per l’accorrente Giovanditti che tira male e spedisce lontano dalla porta della Virtus Bolzano. Nei primi dieci minuti di gioco il pallino rimane nelle mani del Ciserano che pressa alto la compagine di casa, all’11' c’è un ribaltamento di fronte: Giovanditti lancia Ghisalberti che viene affrontato in area da Romeo che lo mette a terra provocando il calcio di rigore. Dal dischetto lo stesso Ghisalberti spiazza Tenderini. Al 17’ mister Lomi getta nella mischia la coppia Hofer-Coulibaly che va a prendere il posto, rispettivamente, di Bucchi e Majdi. Al 19’ contestazione in campo per l’evidente fallo di mano commesso da Mapelli, ai limiti dell’area di rigore, che il direttore di gara ha giudicato involontario. Al 20’ c’è il cross di Coulibaly che sollecita il colpo di testa di Timpone che spedisce sopra la traversa. Il Ciserano alla mezz’ora insidia ancora Tenderini con la percussione di Iori arginata dall’intervento in uscita di Tenderini. Al 36’ l’arbitro concede un generoso calcio di rigore al Ciserano per il fallo di Kaprina su Ghisalberti, contatto avvenuto al linite dell’area, Non servono a nulla le protesta dei locali e sul dischetto si porta Mapero, il tiro angolato viene intuito da Tenderini che devia in angolo. Al 39’ Coulibaly detta un tiro cross sl quale il portiere Petrisor interviene ma senza trattenere la sfera, nello spazio si avventa Hofer che viene stretto nella morsa di due avversari che lo mettono giù, l’arbitro considera l’azione regolare. Le protese aumentano ed al 43’ capitan Kieme viene espulso per le reiterate contestazioni rivolte al direttore di gara.

Tabellino

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri