Varie
venerdì 9 agosto 2019
CALCIO
Un trentino in Salento: Fiamozzi alla conquista della Serie A

Le prestazioni in campo di Riccardo Fiamozzi hanno convinto tutti, dagli addetti ai lavori fino ai vertici societari: è lui uno dei punti fermi del Lecce anche nella prossima stagione, quella del grande ritorno in Serie A.
I tifosi della squadra salentina, chiaramente, sperano con tutto il cuore di mantenere la categoria, anche se chiaramente non sarà facile. Una rincorsa alla salvezza, quella del Lecce, da seguire giornata dopo giornata tramite i bookmakers più esperti elencati su Oddschecker, a partire dalla prima giornata: subito un impegno particolarmente duro con un grande ex. Stiamo parlando di Antonio Conte e della sua nuova Inter: salentino doc, affronterà a San Siro il Lecce, ma non dovrà lasciarsi prendere dalle emozioni per cominciare nel modo migliore il cammino ufficiale nell’esperienza nerazzurra.

Fiamozzi e le sue origini calcistiche


Fiamozzi si avvicina al mondo del calcio con le giovanili del Mezzocorona, la squadra della città dove è nato, per poi arrivare nella primavera del Milan. In seguito l’esperienza al Varese, che l’ha lanciato nel calcio professionistico, con tre ottime stagioni, con 81 presenze e pure una rete all’attivo. Intanto, nel giugno del 2012, ecco che arriva la chiamata del Torino: operazione in comproprietà e Fiamozzi resta in Lombardia anche nella stagione successiva. Nel 2016 finisce in prestito al Genoa, dopo che due anni prima la comproprietà con il Torino si era risolta a favore della squadra varesina. In prestito con diritto di riscatto, poi, finisce al Frosinone nella serie cadetta: è probabilmente l’annata più importante per Fiamozzi, dal momento che con la squadra ciociara riesce a raggiungere il terzo posto in classifica. Nonostante la sconfitta in semifinale playoff giunta per mano del Carpi, il nome di Fiamozzi comincia a circolare tra gli addetti ai lavori in maniera sempre più insistente, dal momento che le sue prestazioni non passano di certo inosservate. Poi il salto al Bari, dove nel 2017 gioca solamente la prima parte della stagione, visto che poi a gennaio di un anno fa Fiamozzi si muove verso il Pescara. Infine, l’ultima svolta nella sua carriera, con il passaggio al Lecce, avvenuto nell’estate di un anno fa.

L’esperienza con la maglia del Lecce


Con la squadra pugliese, l’ex terzino del Varese firma un bel contratto di tre anni, con Liverani che fin da subito ha dimostrato di puntarci molto. Scherzo del destino, tra l’altro: con la maglia del Lecce ritrova anche un suo vecchio compagno, ovvero Arrigoni, con cui ha giocato al Mezzocorona in Lega Pro.
Quella della squadra salentina è stata, per Fiamozzi, un’occasione molto importante per alzare il mirino e puntare a fare il salto di qualità in carriera. Nell’estate 2018, infatti, il Lecce stava costruendo la classica squadra per puntare a degli ottimi risultati, anche se probabilmente in pochi si sarebbero mai potuti attendere un exploit tale da riportare al “Via del Mare” addirittura la Serie A. E il Lecce non poteva che ripartire proprio da uno degli artefici della stagione della promozione. Il terzino destro, quindi, vuole assolutamente provare a giocarsi il posto anche nella massima serie, nonostante il dualismo con Lorenzo Venuti abbia caratterizzato buona parte dell’ultima stagione. La volontà di Fiamozzi di giocarsi le proprie carte in maglia giallorossa è avvalorata anche dal fatto che Venuti potrebbe non restare al Lecce: infatti, la trattativa per l’acquisizione del cartellino del giocatore di proprietà della Fiorentina procede a rilento e sta incontrando un gran numero di ostacoli. Di conseguenza, fino al momento in cui non ci saranno novità e sviluppi da questo punto di vista, Fiamozzi rimane il solo laterale destro che è presente nella rosa a disposizione di mister Liverani.
Intanto, una volta terminata la stagione, Riccardo Fiamozzi ha scelto di finire sotto i ferri per risolvere una volta per tutte i vari problemi di natura fisica che l’hanno tormentato nel corso dell’ultima stagione, in modo particolare nella sua seconda parte. L’inizio del campionato di Serie B con la maglia del Lecce, infatti, era stato sfavillante, tra prestazioni da “7” e un bel gol che l’aveva visto entrare nel tabellino dei marcatori nella gara con il Benevento, la prima della scorsa stagione. Dopo le undici presenze e un gol, ecco arrivare i problemi alla schiena, che hanno condizionato Fiamozzi anche nel tentativo di ritagliarsi un posto da titolare a dispetto di Lorenzo Venuti, la principale alternativa. Ebbene, spesso e volentieri Fiamozzi è rimasto fuori per colpo di un continuo dolore alla schiena.

L’intervento a giugno per risolvere i problemi alla schiena
Ecco spiegato il motivo per cui Fiamozzi ha deciso di risolvere una volta per tutte questo problema, affrontando un intervento di microdiscectomia per ernia discale alla fine dello scorso mese di giugno. L’intervento è andato alla grande, con il terzino destro che è stato operato presso l’Istituto di Cura Humanitas di Milano dal professor Maurizio Fornari. Poi, presso il Centro Palaia Human Care, ecco i primi passi per dare il via al processo di riabilitazione, che lo rimetterà in sesto per l’inizio della stagione.
Fiamozzi sarà pronto per una stagione che si preannuncia complicata per il Lecce, anche ascoltando le parole di mister Liverani. L’ex calciatore del Perugia, nel giorno del raduno, ha voluto sottolineare come l’obiettivo della salvezza non sarà affatto semplice da raggiungere. Il primo passo è quello di cercare di formare un bel gruppo proprio durante la fase di preparazione, trovando l’alchimia giusta che possa fare da traino per tutta la stagione. Chiaramente per Lecce e i suoi tifosi tornare in Serie A dopo tanti anni di “Purgatorio”, rappresenta un grandissimo traguardo. L’obiettivo dichiarato da parte di mister Liverani è quello di provare a rimanere il più possibile vicini al treno di quelle 4-5 compagini che si giocheranno la salvezza nella prossima stagione. È chiaro come manchi ancora qualche pedina per dare maggiore forza e qualità alla rosa, ma la dirigenza sta lavorando in quella direzione e prima della fine di agosto ci potrebbe essere qualche altra sorpresa.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,219 sec.

Inserire almeno 4 caratteri