Serie D
lunedì 21 gennaio 2019
CALCIO
Il Levico Terme deve inchinarsi all'uno-due dell'Arzignano

L'uno-due di Valenti a metà ripreda stende il Levico Terme e fa volare l'Arzignano. I valsuganotti, in formazione rimaneggiata a causa delle molte assenze, partono bene, ma con il passare dei minuti la squadra di casa, in cui milita anche il trentino-ecuadoregno Maldonado, cresce d'intensità, e porta a casa un successo che vale il secondo posto, mentre per i trentini, la sconfitta, il quartultimo. Una vittoria, quella dei vicentini, sostanzialmente meritata e per la squadra del presidente Sandro Beretta il derby casalingo di domenica prossima contro il San Giorgio è uno scontro diretto da non sbagliare.
L'allenatore Andrea Vitali deve vedersela con numerose assenze, tra cui Esposito, Acka, Guatieri e Aquaro. Il tecnico sistema il suo undici con l'ormai consueto 3-5-2: con Costa tra i pali, alle spalle di Bagatini, Dall'Ara e Pregnolato. In mediana ci sono Cariello, Castellan e il trentino Rinaldo, con Salvaterra e Demian ad agire sulle fasce. In attacco Bertoldi viene affiancato dall'ex Anaune Biscaro.
La prima occasione è del Levico, con Demian che dal fondo crossa sul secondo palo dove Salvaterra non riesce a concludere nella miglior maniera possibile. Qualche minuto più tardi Castellan prova ad impensierire Tosi dalla distanza, con l'estremo difensore che blocca. Cresce l'Arzignano, che comincia a dirigere le operazioni con maggior facilità, tenendo in mano il pallino del gioco. Pllumbaj è il primo a provarci, ma non inquadra lo specchio della porta. Al 23' Valenti conclude da buona posizione, ma Costa si supera, deviando la conclusione della punta. Alla mezzora i padroni di casa sfiorano nuovamente la rete con Maldonado, ben servito da Odogwo, con un calcio di punizione dal limite che termina sul fondo di pochissimo. L'Arzignano guadagna sempre più campo, con i valsuganotti che faticano a contenere la spinta offensiva degli avversari e, al 38', Pllumbaj si divora la rete del vantaggio su una corta respinta di Costa (bravo in precedenza ad opporsi a Vanzan). Si va al riposo sul risultato di zero a zero.
Dopo l'intervallo il match vede i padroni di casa alzare il proprio baricentro, con Hoxha che libera un destro dai venti metri su cui Costa è ancora una volta bravo. Nulla può poco dopo il portiere del Levico, quando al 16' Valenti, ben appostato sul secondo palo, mette in rete un perfetto cross di Odogwu. I ragazzi di Vitali subiscono il colpo e, dopo nemmeno un paio di minuti, arriva la seconda rete dell'Arzignano. Al 18' ancora Valenti, dopo aver saltato Demian, infila Costa. Alla mezz'ora il match potrebbe riaprirsi dopo l'espulsione di Munaretto per doppia ammonizione, ma le uniche conclusioni di Marku e Fabio Bertoldi vengono ben parate da Tosi.
Il Levico Terme perde due a zero contro la seconda della classe Arzignano e, il prossimo match in casa con il San Giorgio, diventa davvero importante.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,141 sec.

Inserire almeno 4 caratteri